ICC - Il Manchester United batte il Real Madrid ai calci di rigore

I Red Devils sconfiggono le Merengues ai calci di rigore dopo l'1-1 dei tempi regolamentari con le reti di Lingard e Casemiro.

ICC - Il Manchester United batte il Real Madrid ai calci di rigore
ICC  - Il Manchester United batte il Real Madrid ai calci di rigore
REAL MADRID
2 3
MANCHESTER UNITED
REAL MADRID: NAVAS (46' CASILLA); CARVAJAL (46' THEO HERNANDEZ), VARANE (46'MANU), NACHO (46' TEJERO), MARCELO (46' HAKIMI), KROOS (46' CASEMIRO), MODRIC (46' FRANCHU), ISCO (46' KOVAVIC), VAZQUEZ ( 46' QUEZADA), BENZEMA (46' OSCAR), BALE (46' GOMEZ). ALLENATORE: ZIDANE
MANCHESTER UNITED: ROMERO (46' DE GEA); MENSAH (46' MENSAH), BAILLY (46' SMALLING), JONES (46' LINDELOF), DARMIAN (75' VALENCIA), CARRICK (46' POGBA), FELLAINI, PEREIRA (46' HERRERA-52' MCTOMINAY), MARTIAL, LINGARD (46' MKHITARAYAN), RASHFORD (46' LUKAKU). ALLENATORE: MOURINHO
SCORE: 2-3. 0-1 46' LINGARD, 1-1 69' RIG. CASEMIRO
ARBITRO: SCOTT AMMONITI: OSCAR (R)
NOTE: LEVI'S STADIUM INCONTRO VALIDO PER L'INTERNATIONAL CHAMPIONS CUP

Nell'antipasto di quella che sarà la Supercoppa Europea, il Manchester United batte il Real Madrid ai calci di rigore dopo l'1-1 dei tempi regolamentari. A passare in vantaggio sono proprio gli uomini di Mourinho, nel finale del primo tempo, con Martial che salta tutta la difesa e mette in mezzo per Lingard che non sbaglia a porta vuota. Nella ripresa tanti cambi e pareggio del Real con il rigore di Casemiro ma, alla lotteria degli undici metri, la spuntano i Red Devils per 2-1, con sette rigori sbagliati. Se non è un record poco ci manca. 

Formazione molto vicina a quella titolare per il Real Madrid con il 4-3-3 ed il tridente offensivo composto da Benzema, Bale e Vazquez mentre il Manchester United risponde col 4-2-3-1 con Pereira, Martial e Lingard a supporto dell'unica punta Rashford. 

Parte meglio il Manchester United che dopo sette minuti si rende pericoloso con un potente destro da fuori di Carrick, Navas mette in angolo con i pugni. Dopo un buon inizio da parte della squadra di Mourinho, il Real prova a crescere e a prendere qualche metro senza, però, creare pericoli nella prima mezz'ora di gioco con ritmi non trascendentali a causa della preparazione e dell'orario proibitivo.

Al 41' torna a farsi vedere, e anche in maniera pericolosa, lo United , Lingard riceve da Rashford e calcia col destro dai venti metri con la sfera che esce di nulla. Il primo squillo del Real arriva tre minuti dopo con Modric che salta Fellaini con un tunnel e mette dentro un cross pericolosissimo, Bailly salva quasi sulla linea. Su capovolgimento di fronte, arriva il vantaggio del Manchester con una giocata pazzesca di Martial che salta quattro uomini in un fazzoletto e mette dentro per Lingard il quale a porta vuota non può sbagliare, 0-1 e primo tempo agli archivi. 

Nell'intervallo tanti cambi da una parte e dall'altra con il Real Madrid che schiera il secondo undici mentre nel Manchester spazio per Lukaku, Pogba, De Gea, Blind, Lindelof, Smalling, Mhkitaryan e Ander Herrera ma lo spagnolo si fa subito male e abbandona il campo, al suo posto McTominay. Ritmi bassi anche ad inizio ripresa, il Madrid prova a fare la partita ed aumentare l'intensità ma il Manchester non corre pericoli e quando può riparte. Al 68' però ingenuità di Lindelof che stende Theo Hernandez in area, Scott non ha dubbi e assegna il calcio di rigore per il Real: dal dischetto va Casemiro che non sbaglia, 1-1. Passano pochi minuti e la squadra di Zidane sfiora anche il vantaggio con Quezada che ci prova direttamente su calcio piazzato ma De Gea in tuffo salva i suoi. 

Dall'altra parte, poco dopo, cross in mezzo di McTominay per Fellaini che, completamente solo, manda alto in maniera clamorosa. Nel finale non accade nulla e i tempi regolamentari si chiudono sul risultato di 1-1. Come da regolamento, però, la sfida deve essere decisa ai calci di rigori e a spuntarla, dagli undici metri, è il Manchester United dopo sette rigori sbagliati su dieci tiri. 

 

 

 

 

 

 

 

Calcio Internazionale