Man United - Real Madrid: Mou sfida il suo passato e vuole la prima Supercoppa Europea

Questa sera a Skopje Red Devils e Blancos si sfidano in un match di elevatissimo prestigio. Occhi puntati sui due ex di lusso, Cristiano Ronaldo da una parte e Mourinho dall'altra. Attesa per Lukaku.

Man United - Real Madrid: Mou sfida il suo passato e vuole la prima Supercoppa Europea
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi

Alla ricerca di un'altra prima, storica volta. José Mourinho aprirà ufficialmente questa sera il suo 2017/18, alla guida del Manchester United, affrontando una parte del suo passato, il Real Madrid, con l'obiettivo di centrare il primo successo personale nella Supercoppa Europea, competizione che mai ha avuto l'onore di giocare essendo andato via sia dal Porto che dall'Inter subito dopo aver alzato la Champions League. Missione personale, ma anche di squadra: dopo tre trofei al primo anno, il portoghese vuole iniziare al meglio anche il secondo, alzando il malloppo a quota quattro. Di fronte, però, può esserci un altro grande ex: Cristiano Ronaldo, che allo United ha già fatto male in Champions. E se non dovesse esserci lui, anche i suoi compagni, eufemisticamente, potrebbero dire la loro...

Fonte immagine: 101 Great Goals
Fonte immagine: 101 Great Goals

Numeri e incroci

Tra le due squadre sussistono dieci precedenti, o, per dirla meglio, cinque doppi confronti, ovviamente tutti tra Coppa Campioni e Champions League. 4 vittorie per il Real Madrid, 4 pareggi, soltanto 2 i successi del Manchester United. Negli ultimi tre incontri sono usciti tutti i tre esiti, l'ultimo in particolare è un 1-2 del 5 marzo 2013 all'Old Trafford, con Ronaldo e Modric a ribaltare punteggio e qualificazione. Sarà la terza sfida per Cristiano Ronaldo da ex, nelle scorse due ha sempre segnato. Quando invece vestiva la maglia red, contro il Real ha messo a segno una tripletta nel 2003.

L'1-2 del Marzo 2013.

Sarà anche la prima volta che questa sfida si giocherà in gara secca e assegnerà un trofeo. Nonostante il proprio blasone, le due non si sono mai trovate di fronte in una finale di Champions League e soltanto il passo indietro dello United, in Europa League, ha "permesso" l'incrocio in Supercoppa Europea. Il Real ha vinto le ultime tre supercoppe disputate (le uniche che ha vinto), lo United ha invece perso nel 1999 e nel 2008, ma vinto nel 1991.

Qui Madrid

Zizou ha tante certezze e pochi dubbi, sebbene uno di questi sia piuttosto pesante: Cristiano Ronaldo sì o no? Al momento il tecnico francese sembrerebbe più orientato sul "no", causa una condizione ancora tutta da verificare e l'imminente doppio impegno contro il Barcellona in Supercoppa di Spagna. La timetable studiata all'inizio per CR prevedeva infatti un rientro nella gara d'andata del 13 agosto, saltando la Supercoppa Europea. L'inclusione nella lista dei convocati ha però fatto sorgere alcuni dubbi: possibile che l'ultimo Pallone d'Oro sieda in panchina, più difficile vederlo nell'undici.

Per sostituirlo ed affiancare Benzema ecco che viene a galla il secondo interrogativo: la scelta per coprire il ruolo di seconda punta dovrebbe ricadere su Bale, ma Asensio potrebbe giocare le proprie carte. Più certo del posto è Isco sulla trequarti, davanti al classico trio composto da Modric a destra, Kroos a sinistra e Casemiro a schermare in mezzo. Anche la difesa davanti a Keylor Navas sarà quella titolare: Carvajal a destra, Marcelo a sinistra, coppia centrale Varane-Ramos. Nessun indisponibile di lusso.

(4-3-1-2) - Keylor Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco; Bale, Benzema. All. Zidane

Qui Manchester

Tra le file dei Red Devils si profilano tre esordi di primissimo piano in gare ufficiali, ovvero i tre nuovi acquisti del mercato estivo: Lindelof, Matic, Lukaku. In difesa le defezioni di Bailly e Jones (squalificati) oltre che gli infortuni di Shaw e Rojo di fatto lasciano poca scelta a Mou, che si dovrebbe affidare alla coppia centrale composta da Lindelof e Smalling, con Valencia insostituibile sulla corsia di destra e un ballottaggio ancora da risolvere a sinistra, dove Darmian prova ad insidiare Daley Blind, che sembrerebbe partire avvantaggiato.

A centrocampo tanta attesa per la prima in maglia United di Nemanja Matic, appena arrivato dal Chelsea per affiancare Herrera e comporre un duo che può entusiasmare per completezza. Pogba dovrebbe così agire qualche metro più avanti, di fatto trequartista alle spalle del suo amico e compagno Romelu Lukaku. Dubbi sulle corsie, dove Mata e Rashford sembrano essere favoriti, Mkhitaryan permettendo. Indisponibile anche Ashley Young.

(4-2-3-1) - De Gea; Valencia, Smalling, Lindelof, Blind; Herrera, Matic; Mata, Pogba, Rashford; Lukaku. All. Mourinho

Calcio d'inizio a Skopje, Macedonia, alle ore 20.45. La sfida sarà diretta dall'italiano Gianluca Rocchi.


Share on Facebook