Germania, Kroos lascia il ritiro. Domani toccherà a Leno, Can e Sané

Botta al costato contro l'Irlanda del Nord: con i teutonici già qualificati, Low ha avvallato il ritorno a Madrid del suo gioiello. Il tecnico in conferenza stampa ha anticipato alcuni temi di formazione.

Germania, Kroos lascia il ritiro. Domani toccherà a Leno, Can e Sané
Fonte immagine: Twitter @DFB_Team_EN

Passerella finale a Kaiserslautern per la Germania, che dopo aver strappato il pass per accedere alla fase finale del mondiale di Russia 2018 chiuderà il girone davanti ai propri tifosi, nel conclusivo match contro l'Azerbaigian in programma per domani sera alle 20.45. Tre punti in palio per fare percorso netto, per chiudere la campagna con dieci vittorie su dieci. In campo, nell'undici che schiererà Low - con tante rotazioni - non ci sarà certamente Toni Kroos: ieri il centrocampista del Real Madrid ha infatti lasciato il ritiro della nazionale tedesca per tornare in Spagna. Una botta al costato rimediata contro l'Irlanda del Nord giovedì sera ha spinto Low a rinunciare a uno dei propri uomini di punta per una partita che di fatto può essere paragonata ad un'amichevole.

Poco male per la Germania, che ha comunque un ampio lotto di alternative anche in mezzo al campo, come in tutti gli altri ruoli. Come annunciato dal commissario tecnico in conferenza stampa, avrà una chance a centrocampo Emre Can, che dovrebbe fare coppia con Rudy, autore di una gran prova contro l'Irlanda del Nord, timbrata con il gol dello 0-1 che ha spianato la strada verso lo 0-3 finale. Tra le altre novità annunciate, anche Bernd Leno in porta - prenderà il posto di Ter Stegen - e Leroy Sané in attacco, possibile anche che possa agire da prima punta. Rimarranno probabilmente a riposo anche altri nomi pesanti come Muller, Hummels e Boateng.

Possibile che in difesa si rivedano Sule e Rudiger, con anche Mustafi in lizza per una maglia, mentre resta da capire cosa succederà con Kimmich: il gioiello del Bayern Monaco ha giocato tutti gli interi minuti delle ultime 22 partite disputate con la maglia della Nazionale, un record che si potrebbe interrompere nel caso Low dovesse varare la difesa a tre, dando un'opportunità a Brandt largo a destra. L'alternativa sarebbe l'inserimento di Ginter in un ruolo non propriamente suo. Lottano per una maglia anche Stindl e Younes, con Sandro Wagner che vuole incrementare il bottino di 4 reti in 4 partite con la maglia della Germania.

Calcio Internazionale