Qualificazioni al Mondiale 2018, Israele k.o: la Spagna vince con un goal di Illaramendi

Il centrocampista del Real Sociedad sblocca una partita dominata, ma ferma per 70 minuti sullo 0-0.

Qualificazioni al Mondiale 2018, Israele k.o: la Spagna vince con un goal di Illaramendi
Israele
0 1
Spagna
Israele : (4-3-3) Harush; Keltjens, Tibi, Haim I, Davidzada; Natcho, Vered, Kabha (Bitton, min.67); Atar (Benayoun, min.75), Hemed, Melikson (Tal Ben Haim II, min.54).
Spagna: (4-3-1-2) Reina, Monreal, Ramos (Aspas, min.46), Nacho, Azpilicueta; Busquets, Illaramendi, Asensio; Viera; Pedro (Callejon, min.76), Aduriz (Isco, min.66).
SCORE: 0-1, min.76, Illaramendi.
ARBITRO: Craig Alexander Thomson (SCO). Ammoniti: Davidzada (min.52)
NOTE: Gara valida per la qualificazione alla Coppa del Mondo. Gruppo G. Match giocato al Teddy Stadium alle 20.45 ora italiana.

Vince la Spagna dopo una partita dominata che vede protagonista il portiere dell'Israele, Harush, quest'oggi in versione saracinesca. 

LE SCELTE - La Spagna decide di schierare Reina in porta e di far esordire in Nazionale il centrocampista del Las Palmas, Viera, dietro Pedro e Aduriz. L'Israele utilizza invece un 4-3-3 con il tridente Melikson, Hemed e Atar. Quest'ultimo prende il posto di Benayoun lasciato, oggi, in panchina.

PRIMO TEMPO - Pronti-via e la Spagna parte subito forte. Asensio prova il destro, ma Harush para. Primo squillo della Nazionale di Lopetegui che subito prende in mano la partita. La Spagna continua ad attaccare, prima con Monreal, poi con Asensio, ma entrambi non riescono a concretizzare verso la porta. L'Israele si fa vedere verso il 20esimo minuto con un tiro da dimenticare da parte di Cohen per cui Reina non deve scomodarsi. Le avanzate della Roja continuano e prima Pedro, poi Aduriz vanno vicini al goal, ma Harush gli nega la gioia della rete ancora una volta. Il portiere israeliano compie un vero e proprio miracolo su una forte incornata di Aduriz, l'attaccante spagnolo conclude sicuro, ma il portiere dell'Anorthosi riesce a respingere. La Spagna gestisce la partita, ma non riesce ad andare a segno, complice un Harush sempre più versione saracinesca. Proprio il portiere israeliano compie un ennesimo miracolo su Pedro che, dopo essersi liberato, calcia all'interno dell'area di rigore, trovando solo le mani dell'estremo difensore.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo parte invece con un'ottima occasione per l'Israele: Hamed riceve un bel passaggio e dopo aver anticipato i difensori spagnoli calcia dal centro dell'area di rigore, non trovando lo specchio della porta. La Spagna prova a concretizzare, ma Israele rimane solida e compatto in difesa. Lopetegui si gioca le carte Isco-Callejon per arrivare al goal, ma i padroni di casa continuano a farsi sentire avvicinandosi spesso davanti all'area avversaria. Finalmente, però, La Roja riesce a sbloccare la partita con Illaramendi: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, l'ex Real Madrid conclude violentemente di destro da fuori area e Harush questa volta non può arrivare.  E' 1-0 per gli spagnoli che arrivano al vantaggio dopo numerose occasioni vanificate da un estremo difensore in giornata. La partita si conclude con Asensio che riceve all'interno dell'area di rigore un bel pallone riuscendo a concludere in porta segnando. Il goal, però, viene annullato per fuorigioco dall'arbitro scozzese Thomson.

La Spagna vince grazie a Illaramendi confermandosi dunque prima in classifica nel Girone G e quindi qualificata ai Mondiali di Russia 2018. Dietro la nazionale di Lopetegui c'è l'Italia che esce vittoriosa dalla partita contro l'Albania.

Calcio Internazionale