Il Mainz espugna l'Allianz Arena

1-2 dei bianchi in casa dell'imbattibile Bayern. Samperio e Cordoba i marcatori, inutile Muller. Ora il Mainz vola in zona Europa.

Il Mainz espugna l'Allianz Arena
Bayern Monac-Mainz 1-2
BAYERN MONACO
1 2
MAINZ
BAYERN MONACO: Neuer; Rafinha, Benatia, Alaba, Bernat; Coman, Robben, Alcantara (Costa, min. 60), Ribery; Muller, Lewandoski.
MAINZ: Karius; Balogun, Bungert (Latza, min. 46), Hack; Donati (Brosinski, min. 73), Baumgartlinger, Frei, Bussman; Clemens, Malli (Cordoba, min. 61), Samperio
SCORE: 0-1, min. 26, Samperio. 1-1, min. 65, Robben. 1-2, min. 86, Cordoba
ARBITRO: Sascha Stegemann. Ammoniti: Rafinha (min. 50), Balogun (min. 62), Bussmann (min. 84)
NOTE: Match valido per la Bundesliga 2015/16.

Colpaccio Mainz all'Allianz Arena: gli zerocinque infatti, grazie a Samperio e Cordoba, ammutoliscono un Bayern spuntato e sottotono. Inutile, per i padroni di casa, il momentaneo pari di Robben.

Bavaresi che scendono in campo adottando il 4-1-4-1 in cui spicca la contemporanea presenza in campo di Coman, Ribery e Robben nei quattro di centrocampo. Un offensivo 3-4-3, invece, per gli zerocinque, che viaggiano ad un altissimo ritmo Europa. Gara subito emozionante, con il Bayern che inizia ad effettuare il solito estenuante possesso palla. Al 13' prima occasione per i padroni di casa, con una bella conclusione di Vidal che viene fermato perl da Karius. Due minuti dopo è invece Bernat ad affacciarsi nella trequarti avversaria, ma il suo tiro rasoterra è sempre sventato dal numero 1 ospite. Nonostante questo inizio tonico, il Monaco non riesce ad affondare, andando addirittura sotto al minuto numero ventisei: cavalcata vincente di Donati, cross teso ed ottimo colpo da punta di Samperio, che fa esplodere di gioia i pochi tifosi giunti all'Allianz Arena. Il Bayern non accusa particolarmente il colpo, ma il Mainz è squadra sapiente e lascia ben pochi spazi ai bavaresi. Tale atteggiamento ordinato risulta essere dunque l'arma vincente per gli ospiti, che rischiano di subire il pari solo al 42', quando Robben tenta senza fortuna il suo solito colpo mancino.

 Secondo tempo che inizia in maniera ugualmente intensa e che vede entrambe le compagini vicine al gol: al 51' manda sul fondo Clemens, tre minuti dopo è sempre Karius a dire di no all'ottimo Vidal. Alla lunga sono però i bavaresi a salire con ordine e disciplina, diventando sempre più pericolosi minuto dopo minuto. Al 63' ci prova anche Benatia, con un colpo di testa che finisce però alle spalle di Karius. Il pareggio è però nell'aria nonostante le tante occasioni sfumate da parte dei padroni di casa, giungendo puntuale al minuto sessantacinque grazie ad una rasoiata imprendibile di Robben. Marchio di fabbrica dunque dell'olandese, che riporta la gara in parità e fa esplodere l'Allianz Arena. Dopo il gol del proprio giocatore, si destano i tifosi di casa, pronti a sostenere un Monaco che però non riesce a penetrare nell'arcigna difesa avversaria. Il Mainz infatti sorprende davvero per il proprio modo di giocare e riesce addirittura a compiere il miracolo nel finale di gara: minuto ottantasei, svarione della retroguardia bavarese e gol di Cordoba, che ammutolisce uno stadio fino a pochi secondi prima in festa. La seconda marcatura spegne di fatto i padroni di casa, vicini al 2-2 con Muller al 91' ma mai tambureggianti ed effettivamente pericolosi.

Un Bayern Monaco stranamente sottotono capitola sotto i colpi di un ottimo Mainz, più che mai pronto per la volata Europa League. I bavaresi infatti sono apparsi leggermente impallati, poco incisivi e di sicuro mai effettivamente in pieno controllo del match. Migliore in campo per i padroni di casa, Robben, Per gli ospiti in evidenza Cordoba.

Bundesliga