Il sabato di Bundesliga - Vincono le prime tre, cade il Leverkusen

Successi per le prime tre classificate: il Bayern di goleada contro l'Amburgo (8-0!), il Lipsia batte 3-1 il Colonia mentre il Dortmund vince sul campo del Friburgo. Le Aspirine vengono sconfitte per 2-0 da un ottimo Magonza ed incassano la seconda batosta consecutiva alla BayArena.

Il sabato di Bundesliga - Vincono le prime tre, cade il Leverkusen
L'esultanza dei giocatori del Lipsia. Foto: Twitter

In attesa dello scontro tra Hertha Berlino ed Eintracht Francoforte, valido per la lotta ad un posto nella prossima Champions League, le gare del sabato pomeriggio della ventiduesima giornata di Bundesliga ci regalano partite molto interessanti. Le prime tre della classe, Bayern Monaco, Lipsia e Borussia Dortmund, scendono tutte in campo: i bavaresi attendono la visita dell'Amburgo, in lizza per non retrocedere; i Roten Bullen ​affrontano una gara non facile contro il Colonia, mentre i gialloneri giocano in casa del Friburgo. Le altre partite in programma sono Bayer Leverkusen-Magonza e Darmstadt-Augusta.

Bayern Monaco-Amburgo 8-0 (17' Vidal, 24' (rig.), 42' e 54' Lewandowski, 56' Alaba, 65' e 69' Coman, 87' Robben)

Lipsia-Colonia 3-1 (5' Forsberg, 34' aut. Maroh, 53' Osako, 65' Werner)

​Lipsia (4-4-2): Gulacsi; Schmitz, Orban, Compper, Halstenberg; Keita (86' Kaiser), Ilsanker, Demme, Forsberg (65' Khedira); Sabitzer, Werner (84' Selke). All.: Ralph Hasenhuttl

​Colonia (3-4-3): Kessler; Heintz, Subotic, Maroh (46' Zoller); Rausch, Hoger (76' Jojic), Hector, Olkowski; Osako, Modeste, Clemens. All.: Peter Stoger

​Il Lipsia conquista una buona vittoria casalinga e si impone per 3-1 contro un ottimo Colonia, in piena lotta per un piazzamento in Europa League. La squadra di Hasenhuttl continua la favola e resta a cinque punti di distacco dalla capolista Bayern. I ​tori rossi​ cercano di chiudere i giochi già nel primo tempo, grazie al gol di Forsberg e all'autorete di Maroh. Nella ripresa, Osako tiene in vita il Colonia, ma Timo Werner chiude definitivamente la gara in favore della squadra ospitante.

Foto: Twitter
Foto: Twitter

​Friburgo-Borussia Dortmund 0-3 (13' Sokratis, 55' e 70' Aubameyang)

​Friburgo (4-4-2): Schwolow; Kubler (85' Ignjovski), Torrejon, Soyuncu, Gunter; Bulut (24' Kempf), Frantz, Hofler, Grifo; Petersen (65' Niederlechner), Philipp. All.: Christian Streich

​Borussia Dortmund (3-4-3): Burki; Bartra, Sokratis P., Piszczek; Guerreiro, Weigl, Castro, Durm; Reus (82' Pulisic), Aubameyang (82' Schurrle), Dembele (76' Kagawa). All.: Thomas Tuchel

​Risolve senza problemi la pratica Friburgo il Borussia Dortmund. La squadra di Tuchel vince 3-0 e recupera pienamente Aubameyang, reduce da alcune prestazioni sottotono in seguito alle fatiche della Coppa d'Africa. I gialloneri restano fermi al terzo posto a -8 dal Lipsia e a -13 dalla vetta. I padroni di casa, dal canto loro, incappano in una sconfitta dopo due risultati utili consecutivi. Gli ospiti non trovano una grande resistenza da parte degli avversari, i quali affrontano la gara in modo rilassato anche per la tranquilla situazione di classifica. Tuttavia, il BVB inizia il match a ritmi alti passando in vantaggio nel primo quarto d'ora con Sokratis Papastathopoulos; in seguito, però, i gialloneri calano di intensità mettendo in pericolo anche il risultato, almeno fin quando Pierre-Emerick Aubameyang si prende in mano i suoi, li trascina alla vittoria con una doppietta, che lo riporta in testa alla classifica cannonieri con 17 segnature.

Aubameyang ha trascinato il Dortmund con una doppietta. Foto: Twitter
Aubameyang ha trascinato il Dortmund con una doppietta. Foto: Twitter

Bayer Leverkusen-Magonza 0-2 (3' Bell, 11' Oztunali)

​Bayer (4-4-2): Leno; Jedvaj, Dragovic (54' Kiessling), Toprak, Henrichs; Bellarabi, L. Bender (79' Yurchenko), Kampl, Volland; Havertz (67' Brandt), Hernandez. All.: Roger Schmidt

​Magonza (4-2-3-1): Lossl; Bussman, Ramalho, Bell, Donati; Latza, Frei; De Blasis (76' Quaison), Muto (89' Samperio), Oztunali; Cordoba (90'+2 Gbamin). All.: Martin Schmidt

E' decisamente un brutto periodo per il Bayer Leverkusen, incappato nella seconda sconfitta interna consecutiva in quattro giorni. Prima la debacle in Champions contro l'Atletico Madrid, poi un'altra disfatta contro il Magonza. Per le Aspirine si complica la lotta per un posto nelle coppe europee, la quale potrebbe coinvolgere proprio la squadra di Martin Schmidt. Il Magonza gioca un'ottima partita, delineando il risultato in proprio favore già nei primi dieci minuti, con le reti di Bell e di Oztunali, uno degli ex dell'incontro. Per il resto del match, gli ospiti sono bravi a gestire in vantaggio e a non concedere nulla agli avversari. C'è anche spazio per l'ex Palermo Robin Quaison, il quale gioca l'ultimo quarto d'ora di gioco subentrando a Pablo De Blasis.

Seconda sconfitta in quattro giorni per il Leverkusen. Foto: Twitter
Seconda sconfitta in quattro giorni per il Leverkusen. Foto: Twitter

Darmstadt-Augusta 1-2 (47' Heller, 55' rig. Verhaegh, 85' Bobadilla)

​Darmstadt (4-2-3-1): Esser; Fedetskiy, Milosevic, Sulu, Holland; Gondorf, Hamit Altintop; Sam (46' Boyd), Rosenthal (35' Sirigu), Heller; Colak (76' Schipplock) All.: Torsten Frings

​Augusta (4-3-3): Hitz; Stafylidis, Hinteregger, Kacar, Verhaegh; Moravek (77' Leitner), Halil Altintop, Kohr; Koo J. C. (90'+3 Framberger), Bobadilla (89' Gunter-Schmidt), Ji D. W. All.: Manuel Baum

​Situazione critica per il Darmstadt, sempre più relegata all'ultimo posto in classifica. Per la squadra di Frings la salvezza sembra sempre più un miraggio visto anche l'andamento delle ultime partite: quattro sconfitte nelle ultime cinque partite, intervallate dalla splendida vittoria contro il Borussia Dortmund. La gara di oggi può essere definita come uno scontro diretto, anche se gli avversari hanno una posizione molto più tranquilla. I padroni di casa gestiscono bene per più di tre quarti d'ora di gioco, passando persino in vantaggio con Keller. Tuttavia, la squadra ospitante non regge più e subisce il ribaltone ad opera di Verhaegh e Bobadilla.

Darmstadt-Augusta è anche la sfida tra i fratelli Halil (a sinistra) e Hamit Altintop. Foto: Twitter
Darmstadt-Augusta è anche la sfida tra i fratelli Halil (a sinistra) e Hamit Altintop. Foto: Twitter

​​ 

Foto: Twitter
Foto: Twitter

Bundesliga