Bundesliga - Il Gladbach è uno spettacolo e non si ferma più: 4-2 allo Schalke

Apre Fabian Johnson, risponde Bentaleb dal dischetto. Nella ripresa si scatenano i ragazzi di Hecking: ancora l'americano, poi Wendt e Raffael archiviano la pratica. Goretzka accorcia, ma non può bastare.

Bundesliga - Il Gladbach è uno spettacolo e non si ferma più: 4-2 allo Schalke
Fonte immagine: Sport Bild
Borussia Moenchengladbach
4 2
Schalke 04
Borussia Moenchengladbach: (4-4-2) - Sommer; Jantschke, Christensen (82' Kolodziejczak), Vestergaard, Wendt; Herrmann (65' Hofmann), Kramer (46' Strobl), Dahoud, Johnson; Stindl, Raffael. All. Hecking
Schalke 04: (3-5-2) - Fahrmann; Howedes, Nastasic, Badstuber (85' Konoplyanka); Schopf, Goretzka, Bentaleb, Kehrer; Burgstaller (71' Caligiuri), Caligiuri (72' Huntelaar). All. Weinzierl
SCORE: 28' e 64' Johnson (B), 38' rig. Bentaleb (S), 67' Wendt (B), 76' Raffael (B), 82' Goretzka (S).
ARBITRO: Manuel Grafe. AMMONITI: Nastasic, Kehrer, Huntelaar, Di Santo (S).
NOTE: Posticipo delle 18.30 del Sabato, giornata 23 di Bundesliga 2016/17.

Il Borussia Moenchengladbach è definitivamente tornato a sognare e a volare: dopo il cambio in panchina, con l'arrivo di Hecking e l'addio di Schubert, sono 16 i punti raccolti, in 7 partite. Un rendimento che riporta i Fohlen a ridosso della zona Europa League, attualmente all'ottavo posto, mettendo definitivamente in archivio il timore di retrocessione che si respirava a fine 2016. La vittoria di ieri contro lo Schalke 04 - nella prima di tre sfide in tredici giorni, essendo in programma l'andata e ritorno degli ottavi di Europa League tra le due compagini - testimonia esattamente ogni aspetto di rinascita: un 4-2 che non lascia spiragli. E, dopo 23 giornate di Bundesliga, il Gladbach torna a sorridere, mentre i Minatori continuano nel loro mediocre campionato, con l'obiettivo di lasciarsi alle spalle la zona retrocessione, distante solo 7 punti (4 potenziali).

Captain America - Lungo i 90 minuti del Borussia-Park, la gara è un dominio abbastanza incontrastato dei padroni di casa, che la sbloccano con l'ottimo inserimento sul primo palo di Fabian Johnson. L'americano è assolutamente on fire e, quando si accentra, crea scompiglio nella difesa mal orchestrata di Weinzierl, così come capita al 64': Raffael salta due uomini a centrocampo e verticalizza per Johnson, il quale di tacco apre il triangolo che Stindl chiude, mettendolo nelle migliori condizioni per battere a rete. L'esterno sinistro non sbaglia e lancia il Gladbach.

Gara agli archivi - Dopo il 2-1 (lo Schalke aveva pareggiato sul finire del primo tempo con un rigore di Bentaleb, procurato da Kehrer, piuttosto dubbio), la squadra di Hecking gioca sul velluto e nel giro di tre minuti chiude la pratica: è Wendt a farsi trovare in area e battere col mancino per il 3-1. Nove minuti dopo arriva anche il quarto, grazie ad una bella azione di Strobl sulla destra, il quale pesca Raffael a centro area: il brasiliano non sbaglia. A poco serve il colpo di testa di Goretzka, un gran terzo tempo fine a sé stesso. Finisce 4-2.

Con questo risultato, il Borussia si alza a quota 32 punti, -1 dal settimo posto del Colonia e -3 dall'Eintracht, sesto e con una partita in meno. Lo Schalke resta fermo a quota 27, deve guardarsi le spalle, anche se il settimo posto non è così fuori portata. L'obiettivo di Weinzierl sembra però esser diventata l'Europa League.

Bundesliga