Bundesliga - Lipsia, battuta d'arresto interna. Il Darmstadt spera, il Gladbach vince

Pareggio interno per 0-0 contro l'Ingolstadt (ex squadra di Hasenhuttl) per i RotenBullen. Rotondo 3-0 per il fanalino di coda contro il Friburgo, retrocessione nuovamente rimandata. Ok il Borussia, 1-2 sul campo del Mainz.

Bundesliga - Lipsia, battuta d'arresto interna. Il Darmstadt spera, il Gladbach vince
Fonte immagine: Twitter @Bundesliga

Pomeriggio di speranze che riaffiorano in fondo e che svaniscono in cima. La trentunesima giornata di Bundesliga propone non solo un Werder Brema che vede l'Europa da vicinissimo e un Dortmund che si blocca in casa, ma anche lo 0-0 interno del Lipsia, che potrebbe regalare il titolo al Bayern. In fondo alla classifica, oltre al punto guadagnato dall'Ingolstadt, da registrare la sconfitta in casa del Mainz col Gladbach e il 3-0 del fanalino di coda Darmstadt.

Le gare

Ad aggiungersi alla vittoria del Werder Brema e al pareggio del Borussia Dortmund, trattate a parte, in alta classifica da registrare c'è il pareggio interno del Lipsia, che potrebbe consegnare il campionato al Bayern Monaco, in caso di vittoria alle 18.30 sul campo del Wolfsburg. La squadra di Hasenhuttl non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro l'Ingolstadt, ex club proprio dell'attuale tecnico dei RotenBullen: la gara è un simi-assedio che non porta a nulla, complice l'imprecisione del Lipsia, che rimane comunque al secondo posto. 

Il pareggio è prezioso per l'Ingolstadt, che sale a quota 29 e punta una salvezza difficile, ma non impossibile. Continua a mantenersi vivo il Darmstadt, che non ne vuole sapere di retrocedere e centra la terza vittoria consecutiva, battendo in casa il Friburgo per 3-0. La squadra di Torsten Frings si dimostra estremamente cinica nel primo tempo: sblocca al 22' con un colpo di testa sul primo palo in anticipo di Platte, raddoppia nel recupero ancora con un'incornata, stavolta di Gondorf, bravo a svettare su una punizione battuta dalla trequarti da Vrancic. La ripresa non sorride ai ragazzi di Streich, che subiscono anche il terzo gol, a firma del subentrato Schipplock, destro da dentro l'area che buca il portiere sul suo palo. Ora la squadra di Frings è a quota 24, -8 dal terzultimo posto valido per il playout (l'Augsburg è impegnato domani contro l'Amburgo, in un match chiave per salvarsi.

Rimane ancora in bilico anche il Mainz, sconfitto per 1-2 in casa dal Gladbach, che banchetta sulla fascia sinistra cavalcando un'ernome prestazione di Nico Schulz, autore dell'assist per lo 0-1 di Stindl nel primo tempo: sulla sinistra c'è una prateria, l'ex Hertha la percorre e tocca al centro per l'appoggio del capitano. In apertura di ripresa, sempre il terzino protagonista, con un mancino all'incrocio su assist di Hofmann, bravo a lavorare un pallone a centro area e scaricarlo con tempi perfetti. Il Mainz le prova tutte per riaprirla, ma ce la fa solo all'89', su un tocco ravvicinato di Muto, che non basta. Ferma a 33 la squadra di Schmidt, 42 i punti per il Gladbach.

I marcatori

RB Lipsia - Ingolstadt 0-0

Darmstadt - Friburgo 3-0
22' Platte (D), 45+1' Gondorf (D), 65' Schipplock (D).

Mainz - Gladbach 0-1
31' Stindl (G), 46' Schulz (G), 89' Muto (M).

La classifica


Share on Facebook