Bundesliga - Il Lipsia si fa rimontare ancora, pazzo 'Gladbach. L'Ingolstadt spreca e pareggia

Ultimo matchday nel campionato tedesco: i secondi in classifica chiudono con un'altra rimonta subita a Francoforte, da 0-2 a 2-2. Stesso risultato con spettacolo al Borussia Park; l'Ingolstadt sbaglia un rigore e si accontenta del pari con lo Schalke 04.

Bundesliga - Il Lipsia si fa rimontare ancora, pazzo 'Gladbach. L'Ingolstadt spreca e pareggia
Raffael firma così uno dei 2 gol della sua squadra. | Borussia Monchengladbach, Twitter.

È terminata con la giornata di oggi la Bundesliga 2016-2017. Un campionato ricco di emozioni e che, in un certo momento, era parso non più proprio in mano al Bayern Monaco: i bavaresi hanno poi però approfittato di una flessione del RB Lipsia per portare a casa il titolo per la quarta volta consecutiva. La squadra targata Red Bull sembrava comunque sul punto di chiudere bene la sua stagione oggi, battendo l'Eintracht in trasferta, ma nel finale ha subito un'altra clamorosa rimonta dopo quella di settimana scorsa (da 0-2 a 2-2 stavolta) e si accontenta in ogni caso di ciò che ha ottenuto (il secondo posto e l'accesso alla Champions League). Sorride meno per il suo campionato il Mönchengladbach, bruciato dalle attese di inizio anno: anche oggi punti sprecati, con l'1-1 col Darmstadt. Pure lo Schalke 04 avrebbe potuto fare di più, sia nell'incontro odierno in casa dell'Ingolstadt sia nel proprio cammino annuale: soltanto un 1-1 per il gruppo di Gelsenkirchen contro questa "piccola". Scendiamo ora nel dettaglio dell'analisi di queste 3 gare.

 

Borussia Mönchengladbach 2-2 Darmstadt

50' T. Hazard, 63' Schipplock, 65' Raffael, 90' + 1' Heller

Poche le emozioni nella prima frazione al Borussia Park. I padroni di casa comandano - come da pronostico - il gioco e aspettano il momento giusto per l'affondo. Stindl e Johnson hanno, entrambi in area ed entrambi sul centro-sinistra, le proprie possibilità di sbloccare la gara poco oltre il 20esimo, ma trovano entrambi Heuer Fernandes a dirgli di no. Nessun'altra occasione prima del duplice fischio del direttore di gara.

Nella ripresa il match si vivacizza, anche perchè nemmeno il tempo di mettersi comodi sul divano e Thorgan Hazard, da circa 20 metri di distanza, sblocca la sfida con un tiro che si insacca: stavolta il portiere avversario non può nulla. Dahoud sfiora il raddoppio, prodigioso Heuer Fernandes, e così Schipplock prova la beffa a quasi mezz'ora dal termine: l'attaccante approfitta della sponda aerea di Colak e pareggia i conti da dentro l'area. Raffael però, nell'azione seguente, fa valere il suo senso del gol: grande movimento sull'assist di Hofmann ed incornata da due passi per la rete che vale il 2-1. Non è però definitivo: la retroguardia del German Team scricchiola su una mischia interna all'area dove Heller, nel recupero, esce vincitore sancendo il 2-2 finale.

Getty images
Getty images


 

Eintracht Francoforte 2-2 RB Lipsia

25' Sabitzer, 56' Poulsen, 83' Vallejo, 90' Blum

Le poche motivazioni per gli ospiti, ormai già sicuri della seconda posizione, rischiano di diventare un alibi per una prestazione poco convincente in avvio. Seferovic ha così, nei primi 8 minuti, due palle gol non indifferenti: entrambe da dentro l'area per l'ex Fiorentina che però sbaglia la conclusione in entrambi i casi. La grande squadra è più cinica: troppo spazio per Sabitzer quando al 25esimo riceve palla e insacca nell'angolo alla sua destra. Non succede molto altro nel primo tempo.

Il secondo è caratterizzato da una partenza più forte di quelli con lo sponsor Red Bull, che con uno schema da corner raddoppiano: solito assist di Forsberg, più insolita la splendida realizzazione di Poulsen nell'angolino sinistro rispetto all'impotente Hradecky. I padroni di casa sfiorano con Oczipka la possibilità di fare 1-2 (tiro alto dal limite), ma non ottengono nulla. Nel finale il passivo viene dimezzato dal colpo di testa di Vallejo su assist proprio di Oczipka da calcio d'angolo: è l'inizio di una clamorosa rimonta che si concretizza solo al 90esimo, con il tiro dal limite di Blum. L'assistman è sempre quello ed i padroni di casa arrivano carichi alla finale di Coppa di Germania.

Getty images
Getty images

Ingolstadt 1-1 Schalke 04

2' Avdijaj, 43' Gross (rig.)

Dopo meno di 120 secondi gli ospiti passano in vantaggio con l'assist di Goretzka che libera Avdijaj: l'attaccante kosovaro non sbaglia per lo 0-1 iniziale. È uno shock per gli ospitanti che reagiscono poco oltre il quarto d'ora di gioco con una punizione di Suttner che trova le attente mani di Fahrmann da quasi 25 metri. Ci avviamo verso il duplice fischio quando un'ingenuità di Naldo concede un calcio di rigore all'Ingolstadt: Gross tira al centro ed è la soluzione migliore per pareggiare i conti.

Il gioco riprende dall'1-1 e la partita è molto nervosa dopo l'episodio del penalty. Naldo sbaglia la chance di redenzione di testa da corner, Kittel trova ancora Fahrmann col suo tiro imperfetto da meno di 15 metri di distanza. La partita sembra svoltare quando Stambouli commette un'altra infrazione nella propria area e nell'occasione viene pure espulso: Lezcano si incarica della battuta dagli 11 metri ma stavolta trova Fahrmann a dirgli di no. Smettono di giocare ed optano per il contenimento gli ospiti, ed in effetti non concedono più nulla: 1-1 il risultato finale.