Per il Bayern Monaco piove sul bagnato, fra sconfitte ed infortuni

5 sconfitte nelle 6 amichevoli pre-season, numeri allarmanti e tanti giocatori indisponibili; sabato contro il Borussia Dortmund c'è in palio la Supercoppa tedesca, ma Ancelotti non fa drammi.

Per il Bayern Monaco piove sul bagnato, fra sconfitte ed infortuni
Per il Bayern Monaco piove sul bagnato, fra sconfitte ed infortuni | www.corrieredellosport.it

Un precampionato che più negativo non si poteva nemmeno immaginare. Nelle 6 gare da 90 minuti giocate – escludendo dunque la Telekom Cup conquistata con match da 45 minuti – il Bayern Monaco ne ha vinta solamente una, 3-2 contro il Chelsea di Antonio Conte in ICC, incassando 5 sconfitte: nella tournèe asiatica contro l’Arsenal ai rigori – dopo l’1-1 al 90’ - e le due pesanti contro Milan – 0-4 – ed inter – 0-2 -, mentre nel torneo casalingo dell’Audi Cup gli uomini di Carlo Ancelotti sono stati travolti dal Liverpool per 0-3 e dal Napoli di Maurizio Sarri per 0-2.

Per ora sono solo amichevoli che contano poco o nulla, ma il pubblico dell’Allianz Arena non ha di certo gradito le figuracce rimediate, tanto che al triplice fischio dell’incontro con i partenopei ha manifestato il proprio dissenso per le prestazione fornite dai bavaresi. Se si analizzano i numeri, un campanello d’allarme al tecnico di Reggiolo deve per forza di cose suonare: 14 reti subite – più di due a gara di media – e solamente 4 realizzate. In più ci sono le condizione fisiche dei calciatori più rappresentativi a destare preoccupazione: Robert Lewandowski è apparso notevolmente in ritardo, così come i centrocampisti Tolisso – contro il Liverpool prestazione pessima -, Vidal e Renato Sanches. Anche l’amministratore delegato del club Karl-Heinz Rummenigge non è per niente tranquillo e non ha avuto problemi a dichiararlo apertamente, tuonando dopo la sconfitta con i Reds: “Solo Ulreich e Javi Martinez sono in forma, nello spogliatoio l’ambiente non è buono”.

Come se non bastasse, si aggiungono i gravi infortuni, tra quelli ereditati dalla scorsa stagione – Neuer, Boateng e Robben hanno saltato praticamente tutta la preparazione – e quelli di questa turbolenta estate, come Bernat – lesione ai legamenti della caviglia, operazione e diverse settimane di stop – e Thiago Alcantara – contusione al fianco -, a cui si somma lo stop di almeno 2-3 settimane per James Rodriguez a causa di un problema muscolare alla coscia. Sabato arriva il primo impegno ufficiale - al Westfalen Stadion contro il Borussia Dortmund ci si gioca la Supercoppa di Germania – e nessuno dei calciatori citati – eccezion fatta per Boateng e Robben che potrebbero recuperare in extremis – sarà a disposizione.

Situazione certamente non facile da gestire per Carlo Ancelotti, che però è sereno: “Capisco i tifosi, ma lavoriamo per trasformare i fischi in applausi. Abbiamo tempo, la stagione non è ancora cominciata”.  


Share on Facebook