Bundesliga 2017/18, ep.5 - Tra l’Europa e il mercato stellare: il Colonia pensa da big

Spese ingenti (e cessioni di rilevo) per arrivare all’agognato e meritato salto di qualità. Modeste lascia, ma arrivano quattro rinforzi di livello. E potrebbe non essere ancora finita.

Bundesliga 2017/18, ep.5 - Tra l’Europa e il mercato stellare: il Colonia pensa da big
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi

L’Europa, al Colonia, mancava da 27 lunghissimi, interminabili anni, passati tra sofferenze, amori eterni (leggasi Podolski), delusioni e qualche piccola soddisfazione, ma mai paragonabile a quella provata lo scorso maggio, all’ultima giornata: quinto posto in Bundesliga, che significa qualificazione diretta ai gironi di Europa League. La forza delle idee di Stoger, l’attaccamento alla maglia di giocatori probabilmente adatti a giocare anche a livelli più alti (ri-leggasi Podolski come esempio storico), l’appoggio di una tifoseria da brivido. Tutti punti che hanno caratterizzato il 2016/17 e che possono essere nuovamente temi attuali nella stagione a venire.

Fonte immagine: Kolner Stadt-Anzeiger
Fonte immagine: Kolner Stadt-Anzeiger

Chi non sarà tra gli anelli di congiunzione tra le due annate è Anthony Modeste, l’uomo dei 25 gol dello scorso campionato, ceduto al Tianjin Quanjian dopo un’estenuante trattativa durata mesi e chiusasi con un prestito con diritto di riscatto (6 milioni di Euro, più 29 da pagare nel 2019), trasferimento record in uscita, così come è record in entrata il prezzo pagato al Mainz per avere il sostituto. Sarà Jhon Cordoba a sostituirlo, seppure la caratura sia ben differente, così come la vena realizzativa. Il 24enne colombiano ha infatti mandato a referto soltanto cinque gol e cinque assist, ma ha potenziale da esplorare ancora, sebbene i 17 milioni di Euro sborsati possano essere comunque considerati eccessivi.

Uno sforzo realizzativo maggiore potrebbe essere richiesto agli esterni (Osako, Risse, Bittencourt) e ai centrocampisti, gli stessi dell’anno scorso confermati in massa, a partire da Jonas Hector, giocatore che non può non piacere a mezza Europa, ma che allo stesso tempo è legatissimo ai colori del Colonia e che dovrebbe rimanere almeno un altro anno al Rhein-Energie Stadion. Diversi invece gli innesti in difesa, per avere soprattutto profondità, ma anche per portare aria fresca: Schmadtke, il direttore sportivo, ha messo a segno tre colpi. Il principale è lo spagnolo Meré, da tutti considerato un potenziale fuoriclasse, al pari del terzino sinistro Horn dal Wolfsburg – entrambi pagati 7 milioni di Euro. Da valutare invece il giovane Queiros, un anno più giovane degli altri due compagni di reparto (classe 1998) e tutto da scoprire.

La difesa dovrebbe essere completata da certezze quali Sorensen ed Heintz, tra i migliori per rendimento e continuità nella scorsa stagione, ma potrebbe pesare il ritorno di Subotic a Dortmund, dopo la scadenza del prestito. Non è da escludere un ritorno, in ogni caso. Anche il centrocampo potrebbe necessitare di forze fresche, per alzare la qualità che Hoger e Lehmann, per caratteristiche, non possono garantire. Un altro paio di colpi renderebbero il Colonia una delle squadre più interessanti sul panorama mondiale: occhi aperti, perché in Renania si pensa in grande, e da grande.

Bundesliga