Bundesliga 2017/18, Bayern e Bayer aprono. Domani Wolfsburg-Dortmund e Schalke-Lipsia

Prima giornata piena di scontri interessanti in Germania: i campioni in carica ricevono il nuovo Leverkusen di Herrlich, poi toccherà al Borussia e ai RotenBullen, alle prese con trasferte difficili. Chiude domenica Gladbach-Colonia.

Bundesliga 2017/18, Bayern e Bayer aprono. Domani Wolfsburg-Dortmund e Schalke-Lipsia
Fonte immagine: sport.interia.pl

Sono i (penta)campioni in carica del Bayern Monaco gli incaricati ad ospitare il primo kick-off della stagione 2017/18 di Bundesliga, che parte questa sera, con il tradizionale anticipo del venerdì. I dominatori e stra-favoriti ospitano nel match inaugurale il nuovo Bayer Leverkusen, squadra che ha perso svariati pezzi pregiati nel mercato estivo - Calhanoglu, Chicharito e Toprak - e che vuole ricostruirsi sui giovani, Brandt ed Havertz su tutti. Ancelotti ha però l'obbligo di partire con il piede giusto dopo aver conquistato la Supercoppa contro il Dortmund, sperando di recuperare diversi uomini, anche se filtra ottimismo sotto quel punto di vista. Possibile quindi che già stasera troveremo un Bayern al massimo - o quasi - delle proprie forze. 

Le concorrenti, d'altro canto, non hanno alcuna intenzione di indietreggiare, soprattutto il Borussia - con la grana Dembelé da risolvere - e il Lipsia, le prime due inseguitrici dello scorso anno. Il calendario ha regalato ad entrambe un avvio tutt'altro che soft, visto che la prima in Bundesliga di Bosz sarà sul campo di un Wolfsburg che spera di ritrovarsi dopo la salvezza raggiunta al playout la scorsa stagione, mentre i RotenBullen se la vedranno con il rinnovato e ringiovanito (anche in panchina, con l'arrivo di Tedesco) Schalke 04 nel posticipo del sabato. Entrambi gli impegni sono sulla carta difficili, ma va tenuto conto che nella Ruhr Hasenhuttl trova una squadra che può essere considerata ancora un cantiere anche sotto il profilo tattico, mentre i lupi sono alle prese con i soliti problemi che non sembrano volerli lasciare in pace, in ultimo l'infortunio di Brooks, che dovrà star fermo probabilmente tre mesi.

Nouri e Nagelsmann, giovani tecnici a confronto: subito Hoffenheim-Werder. | Fonte immagine: Sportschau
Nouri e Nagelsmann, giovani tecnici a confronto: subito Hoffenheim-Werder. | Fonte immagine: Sportschau

Alla finestra può stare l'Hoffenheim, già bravo l'anno scorso ad attaccarsi al treno Champions e conquistare il playout, nel quale però, dopo il match di andata, il Liverpool sembra avanti. In casa di Nagelsmann arriva il Werder Brema nella sfida degli ex (Gnabry e Grillitsch erano in verde l'anno scorso): Nouri può pensare di fare lo sgambetto. Lo stesso vale per lo Stoccarda, che al suo ritorno in Bundesliga si trova subito catapultato all'Olympiastadion per affrontare un Hertha che ancora non convince appieno. La partenza dell'anno scorso lascia però ben sperare Dardai, così come vale per Niko Kovac, che abbraccia Kevin-Prince Boateng nel suo Eintracht e si prepara ad esordire sul campo del Friburgo. La squadra di Streich ha perso pezzi pregiati e viene dall'eliminazione nei preliminari di Europa League, può essere un avversario vulnerabile.

Parlando di delusioni, la sfida tra Amburgo ed Augsburg ha già il sapore di antipasto di salvezza: nessuna delle due squadre ha brillato l'anno scorso e quest'anno la lotta potrebbe riaprirsi, anche se al momento la squadra meno convincente della lega è l'Hannover, attesa all'esordio sul campo del Mainz. Chiude invece la giornata la sfida tra Gladbach e Colonia, gara dall'alto contenuto tecnico e tattico. I padroni di casa devono cancellare l'anonima stagione scorsa, gli ospiti confermarsi in quella zona Europa dove Hecking vuole tornare al più presto.