Il sabato di Bundesliga - Lo Schalke vince a Brema. Sconfitte per Wolfsburg ef Eintracht

La squadra di Tedesco vince in rimonta col Werder ed aggancia il Bayern al secondo posto. Seguono Augsburg e Stoccarda, uscite vincitrici nelle rispettive partite.

Il sabato di Bundesliga - Lo Schalke vince a Brema. Sconfitte per Wolfsburg ef Eintracht
La gioia dei giocatori dello Stoccarda. Foto: Twitter

Aspettando la sfida tra Lipsia e Borussia Moenchengladbach, si sono giocate quattro partite del sabato pomeridiano della quarta giornata di Bundesliga. E' stato anche il turno del Bayern Monaco campione in carica, che è tornato alla vittoria rifilando un poker al malcapitato Magonza. Intanto andiamo a vedere cosa è successo nelle altre tre sfide, ovvero Stoccarda-Wolfsburg, Eintracht-Augusta e Werder-Schalke.

Stoccarda-Wolfsburg 1-0 (42' Akolo)

STOCCARDA (3-4-3): ​Zieler; Pavard, Baumgartl, Kaminski; Beck, Gentner, Ascacibar, Aogo; Donis (67' Brekalo), Terodde (72' Asano), Akolo (77' Mangala). All.: Hannes Wolf

WOLFSBURG (3-4-1-2): ​Casteels; Uduokhai, Camacho, Knoche; Gerhardt, Arnold, Guilavogui, William (46' Verhaegh); Didavi (79' Malli); Origi, Dimata (67' Ntep). All.: Andries Joncker

​Minimo sforzo e massimo risultato per lo Stoccarda, che riesce a sconfiggere il Wolfsburg. La squadra di Wolf ritrova i tre punti dopo due sconfitte consecutive, l'ultima con lo Schalke, e risale in classifica. Partita non molto emozionante che viene decisa con un gol di Chadrac Akolo sul finire del primo tempo. Il congolese infatti è bravo nell'inserirsi su uno spiovente proveniente dalla sinistra, riuscendo a battere il portiere avversario al secondo tentativo. Nella ripresa gli ospiti non sono riusciti ad acciuffare il pareggio nonostante il recupero generoso (sette minuti) tornando a casa con zero punti. Ora lo Stoccarda è a -4 dalla vetta, mentre i lupi ​restano fermi a quattro punti.

Eintracht Francoforte-Augusta 1-2 (20' Max, 77' Caiuby, 79' Jovic)

EINTRACHT F. (3-5-2): Hradecky; Salcedo (46' Rebic), Abraham, Falette; de Guzman, Chandler, Hasebe, Willems (78' Tawatha), Gacinovic (67' Jovic); Boateng, Haller. All.: Niko Kovac

AUGUSTA (4-2-3-1): ​Hitz; Max (80' Stafylidis), Hinteregger, Gouweleeuw, Opare; Baier, R. Khedira; Schmid (68' Caiuby), K. J. Cheol, Heller; Finnbogason (89' Cordova). All.: Manuel Baum

Importante successo per l'Augusta che, alla Commerzbank Arena, sconfigge i padroni di casa dell'Eintracht Francoforte. Entrambe le squadre avevano conquistato quattro punti nelle prime tre giornate, frutto di una vittoria, un pareggio ed una sconfitta. Per la squadra ospite si tratta della seconda vittoria consecutiva in campionato ed ora è balzata al quinto posto a tre punti dalla prima posizione. Una bella partita che la squadra di Baum cerca di ipotecare già nei primi venti minuti quando Philipp Max apre le danze: il terzino tedesco segna direttamente su calcio d'angolo. Il raddoppio ospite arriva nei minuti finali, con una splendida realizzazione di Caiuby: il brasiliano tira fuori un gran destro dalla grande distanza che infila Hradecky sul secondo palo. Nell'ultima parte dell'incontro i padroni di casa cercano di riaprire la gara, con il colpo di testa di Luka Jovic su calcio d'angolo, ma non riescono a rimontare lo svantaggio. Proprio Jovic, subentrato a Gacinovic al 67', è stato uno dei migliori in campo nell'Eintracht mentre tra gli ospiti si è messo in evidenza proprio Caiuby.

Werder Brema-Schalke 04 1-2 (20' Sane, 22' aut. Veljkovic, 83' Goretzka)

​W. BREMA (3-5-2): ​Pavlenka; Bauer, Sane, Veljkovic; Gebre Selassie (84' Hajrovic), Kainz, Eggestein, Delaney, Augunstinsson; Kruse (20' Belfodil), Bartels. All.: Alexander Nouri

SCHALKE (3-4-2-1): ​Fahrmann; Nastasic, Naldo, Kehrer; Oczipka, Stambouli (46' Bentaleb), Goretzka, Caligiuri; Harit (80' Embolo), Konoplyanka (61' Di Santo); Burgstaller. All.: Domenico Tedesco

​Seconda vittoria consecutiva per lo Schalke che trova la prima vittoria esterna in questo campionato al Weserstadion​ di Brema. Grande avvio di stagione per gli uomini di Tedesco che ora condividono la seconda piazza con il Bayern a quota nove punti. Più complicata la situazione del Werder, che fino ad ora ha racimolato solamente un punto e naviga già in zona retrocessione. La squadra di casa gioca bene i primi venti minuti, riuscendo persino a passare in vantaggio grazie alla rete segnata da Lamine Sane: il difensore senegalese segna durante una mischia nell'area di rigore dello Schalke. Dopo lo splendido avvio di gara, la squadra di Nouri si smarrisce: prima perde il centravanti Max Kruse (che sarà sostituito dall'ex di Inter e Parma Ishak Belfodil) e poi Milos Veljkovic devia sfortunatamente nella propria porta il gol del pareggio per gli ospiti. Nonostante tutto, il Werder riesce a reggere per gran parte dell'incontro ma viene beffata dalla rete di Leon Goretzka all'83' che chiude la gara in favore della squadra ospite.