La Bolivia lascia la Copa America 2015, Soria: "C'è ancora molto lavoro da fare"

L'allenatore della Verde analizza così la sconfitta rimediata contro il Perù e parla, più in generale, dei progressi che deve fare la sua squadra per competere con le migliori squadre sudamericane.

La Bolivia lascia la Copa America 2015, Soria: "C'è ancora molto lavoro da fare"
La Bolivia lascia la Copa America 2015, Soria: "C'è ancora molto lavoro da fare"

Nonostante la brutta sconfitta rimediata contro il Perù, che è costata l'eliminazione alla Bolivia del Loco Soria, la Verde esce tra gli applausi di Temuco e non solo. La rivelazione della Copa America 2015 saluta la manifestazione, dopo essersi tolta una grande soddisfazione raggiungendo i quarti del torneo dopo quasi vent'anni.  

A fine gara il tecnico della Verde ha analizzato così i motivi della sconfitta: "Il modo di attaccare dei nostri avversari ci ha costretto a fare molta attenzione ai loro uomini offensivi. Abbiamo provato a fermare Guerrero, Pizarro e Farfan, ma sono stati bravi a fronteggiare le nostre idee tattiche. Hanno sfruttato meglio le occasioni nel primo tempo, andando in vantaggio e raddoppiando subito".

"Nella ripresa abbiamo reagito, provato a dare una scossa al match, ma non ci siamo riusciti". Ciononostante, la partecipazione alla Copa America della Bolivia resterà comunque più che positiva, con il pareggio nella gara inaugurale contro il Messico, e la vittoria contro l'Ecuador che le hanno permesso di raggiungere i quarti di finale che mancavano dal 1997. 

Un risultato frutto del duro lavoro, che Soria però vuole continuare a migliorare: "Dobbiamo lavorare ancora molto tatticamente e fisicamente, ma abbiamo bisogno di migliori infrastrutture e che la Lega boliviana diventi più forte". 

Calcio Sudamericano