Copa America 2015, Sampaoli: "Non vediamo l'ora di giocare come sappiamo"

Il commissario tecnico del Cile allontana i dubbi su un possibile cambio di modulo: "Il nostro sistema di gioco è collaudato, non c'è motivo di modificarlo proprio ora".

Copa America 2015, Sampaoli: "Non vediamo l'ora di giocare come sappiamo"
Copa America 2015, Sampaoli: "Non vediamo l'ora di giocare come sappiamo"

Alla vigilia della finale della Copa America edizione 2015, il c.t. della Roja Jorge Sampaoli cerca di tenere tranquillo un ambiente in grande fibrillazione per l'ultima gara del torneo contro l'Argentina di Messi e compagni. Il Cile, dato tra i favoriti della competizione già a inizio giugno, ha rispettato il pronostico giungendo sino all'atto decisivo della manifestazione, in programma stasera (ore 22 italiane) a Santiago, con la possibilità di conquistare per la prima volta nella storia della selezione rossa il tanto ambito titolo continentale.

Tra pretattica e dichiarazioni di prammatica, Sampaoli non nasconde però la sua agitazione per un match così importante: "Queste ore di attesa sembrano non finire mai - esordisce il commissario tecnico della Roja - vorrei che la partita avesse inizio adesso. Siamo pronti. Devo solo parlare con i ragazzi su alcuni aspetti del gioco dei nostri avversari. Ma ormai ci siamo". Alle domande dei giornalisti presenti in conferenza stampa che gli chiedono del suo stato d'animo nell'affrontare l'Albiceleste, ossia la nazionale del suo paese, il 55enne tecnico del Cile originario di Casilda (provincia di Santa Fe, nord-est dell'Argentina) risponde con molto distacco: "E' una partita di calcio, e io starò dalla parte del Paese che mi ha scelto per guidare la sua rappresentativa. Sono professionalmente obbligato a rimanere vicino a questi giocatori e a questo Paese. Sì, sono argentino e non cileno, ma sono eccitato al pensiero di avere l'occasione di rendere il Cile campione. Questo non è in discussione".

Il commissario tecnico non sembra scomporsi più di tanto neanche di fronte alle domande su Leo Messi e su un eventuale piano tattico speciale da approntare contro la Pulce: "Non cambieremo il nostro modo di giocare. Utilizzeremo il sistema di gioco che ci ha portato fin qui e che ci ha regalato grandi risultati durante tutto l'arco del torneo. E' un modo di giocare che ci ha consentito di essere dove siamo adesso, e non ci resta che provare ad applicarlo anche contro l'Argentina".

Calcio Sudamericano