Il River è tornato: 1-1 con il Guaranì. E' finale di Libertadores

Il River Plate strappa un 1-1 sul campo del Guaranì e si qualifica per la finale di Copa Libertadores. Dopo mille difficoltà, il ritorno alla gloria è molto vicino.

Il River è tornato: 1-1 con il Guaranì. E' finale di Libertadores
Il River è tornato: 1-1 con il Guaranì. E' finale di Libertadores

Al Defensores del Chaco non è stata una passeggiata, ma alla fine il River Plate ce l'ha fatta: l'1-1 strappato in casa del Guaranì regala ai Millionarios la finale di Copa Libertadores. Un traguardo immenso dopo il baratro della Primera B Nacional e con un prestigio arrugginito da diversi anni. Ora il River Plate è a un passo dal titolo di campione d'America.

Dopo il rassicurante 2-0 del Monumental, gli uomini del Muñeco Gallardo devono gestire il doppio vantaggio sul campo del Guaranì, l'outsider del torneo che ha già fatto cadere due big del continente come Corinthians e Racing Club. Il River scende in campo con il consueto 4-4-2, con la coppia d'attacco Mora-Alario che tanto ha fatto bene nella gara d'andata. Dentro il Pity Martinez, con Lucho Gonzalez che scala nella linea a doble cinco con Kranevitter per sostituire lo squalficato Leo Ponzio. Cubero risponde con un 4-4-2 di grande organizzazione difensiva, in cui spiccano le individualità di Federico Santander, Julian Benitez e Fernando Fernandez.

Gli aurinegros scendono in campo con il solito atteggiamento solido, senza perdere le occasioni per attaccare, e incappano in un episodio arbitrale dubbio, un mancanto rigore fischiato su un'entrataccia di Vangioni in area di rigore. L'atteggiamento del Guaranì paga quando Fernando Fernandez, sugli sviluppi di un palo colpito da Santander, insacca e riapre le speranze di qualificazione. Come al solito i paraguayani gettano il cuore oltre l'ostacolo, ma la palla non entra e Gallardo cala l'asso dalla manica, inserendo Tabarè Viudez. L'uruguayo ex Milan, tutt'altro che leggendario oltre oceano, esordisce con la Banda in questo match cruciale. Entra al posto di uno spompato Pity, e l'impatto è devastante: Viudez esibisce grande quialità, dispensando prima un assist per Cavenaghi, che si divora il gol in pallonetto, e poi per Lucas Alario, che invece non sbaglia e sempre con lo scavetto spegne definitivamente le speranze del Guaranì: 1-1. Il River è finalista della Copa Libertadores, e affronterà il vincente della doppia sfida tra Tigres e Internacional, con il Colorado vincente per 2-1 nella gara d'andata. Dopo le difficoltà, la Banda è a pochi passi dalla gloria.

Calcio Sudamericano