Copa America Centenario - Ecuador spalle al muro, Perù per sgambetto e qualificazione

Guerrero e compagni giocano per due risultati su tre, mentre la squadra di Quinteros ha bisogno di una vittoria per giocarsi le residue speranze di qualificazione. Valencia, Montero e Mena sono chiamati a confermare le aspettative della vigilia, ma Gareca ha pronta la trappola.

Copa America Centenario - Ecuador spalle al muro, Perù per sgambetto e qualificazione
Copa America Centenario - Ecuador spalle al muro, Perù per sgambetto e qualificazione

L'Ecuador di Quinteros è già spalle al muro. La vittoria di misura del Perù su Haiti, ed il pareggio degli ecuadoregni contro la verdeoro ha consegnato al girone una sfida da dentro o fuori, o quasi, nell'ultimo atto della seconda giornata del Gruppo B. Con la vittoria quasi scontata del Brasile ai danni della Cenerentola del girone, Valencia e compagni, che hanno stregato il Sud America portandosi in testa al girone di qualificazione per i mondiali russi, hanno la necessità di portare a casa un successo, stasera, all'University of Phoenix Stadium di Glendale se vogliono continuare ad avere speranze di qualificazione e non dover ricorrere ad una impresa nell'ultimo turno.    

Gareca, invece, si gode l'1-0 firmato dal solito Paolo Guerrero contro la modesta Haiti. Il suo Perù non ha brillato, ma alla vigilia era fondamentale partire con il piede giusto per giocarsi, stasera, una sfida con due risultati a disposizione. Un pareggio, di fatto, manderebbe allo spareggio contro il Brasile, nell'ultima giornata, per il primo posto, mentre una vittoria tutt'altro che impronosticabile dei biancorossi, consegnerebbe le chiavi degli ottavi a Cueva ed i suoi. L'intento di Gareca è quello di imbrigliare le fasce laterali, togliendo spazio e linfa agli avversari con raddoppi sistematici sugli esterni, provando a limitare le folate di Montero, apparso in grande spolvero contro il Brasile.  

Due schieramenti a specchio, con entrambi i tecnici che sceglieranno una cerniera a due di centrocampo dove le coppie formate da Noboa ed Arroyo da una parte, e Tapia e Vilchez dall'altra, avranno il compito di rompere l'azione avversaria e fare da tramite con la linea di trequartisti. Valencia, Montero e Mena sono chiamati a fare la differenza per l'Ecuador, mentre Cueva, Hohberg e Florez proveranno a ripartire in velocità nell'intento di servire al meglio Guerrero davanti. L'infallibile bomber ex Bayern è lo spauracchio della retroguardia avverasaria, che gli opporrà, davanti a Dominguez, una linea a quattro formata da Ayovi e Achilier sugli esterni, Paredes ed Erazo centrali.     

Probabili formazioni

Ecuador (4-2-3-1): Dominguez; Ayovi, Paredes, Erazo, Achilier; Noboa, Arroyo; A. Valencia, Montero, Mena; E. Valencia. All. Quinteros.

Perù (4-2-3-1): Gallese; Revoredo, Rodriguez, Ramos, Trauco; Tapia, Vilchez; Cueva, Hohberg, Flores; Guerrero. All. Gareca.


Share on Facebook