Diretta partita Zenit San Pietroburgo - Bayer Leverkusen, risultati live di Champions League

Diretta partita Zenit San Pietroburgo - Bayer Leverkusen, risultati live di Champions League
Zenit San Pietroburgo
1 2
Bayer Leverkusen
Zenit San Pietroburgo: (4-2-3-1): Lodygin; Anyukov, Lomberts, Garay, Criscito; Witsel, Javi García; Sàtov (dal 87' Arshavin), Danny (dall'80 Ryazantsev), Hulk; Kerzhakov (dall'80' Rondon). All.: Villas Boas.
Bayer Leverkusen: (4-2-3-1): Leno; Donati, Toprak, Spahic, Jedvaj (dal 65' Boenisch); Brandt (dal 52' Drmic), Bender; Calhanoglu, Son, Bellarabi, Kießling. All: Schmidt
SCORE: 0-1, min. 67, Son; 0-2, min. 73, Son; 1-2, min. 89, Rondon.
ARBITRO: Undiano Mallenco (Esp). Ammoniti: Danny (Z); Garay (Z); Witsel (Z); Bellarabi (B); Shatov (Z);
NOTE: Quarta giornata dei gironi di Champions League 2014-2015. San Pietroburgo, Russia. Ore 18:00. Gruppo C.

20.05 - Per il match che aperto la 4^ Giornata di Champions League è tutto, un saluto da Andrea Bugno e da Vavel Italia. Questa sera, sempre su vavel.com/it, potete seguire live Real Madrid - Liverpool, Juventus - Olympiacos e Borussia Dortmund - Galatasaray.

Il migliore in campo della serata è sicuramente Son, autore di una strepitosa doppietta. Ecco il gol dell'1-0: 

Ecco la classifica provvisoria del Girone C, in attesa di Benfica - Monaco.
Leverkusen 9;
Monaco 5;
Zenit 4;
Benfica 1.

Il Leverkusen riesce nell'impresa di vincere fuori casa ed inguaia lo Zenit. I Tedeschi guidano la classifica del Girone C con 9 punti, mentre i russi restano fermi a quota 4, dando un grosso match point al Monaco, che giocherà questa sera contro il Benfica. I lusitani, vista la sconfitta dello Zenit, rientrano inaspettatamente in corsa, e con una vittoria raggiungerebbero proprio i russi a quota 4 punti. 

19.51 - Undiano Mallenco fischia la fine del match. Finisce 1-2 Zenit San Pietroburgo - Bayer Leverkusen. 

45'+2'- Kruse sfiora il 3-1 su assist di Bellarabi. L'attaccante della nazionale tedesca poi si ferma alla bandierina per far passare i secondi.

45'- Sono tre i minuti di recupero. Intanto entra Kruse ed esce Kiessling.

44'- RONDONNNNNNNNNNN! ACCORCIA LE DISTANZE LO ZENIT CON RONDON, BRAVO  A SFRUTTARE L'ASSIST DI ARSHAVIN ENTRATO DA POCHISSIMO.

42' Entra anche Arshavin. Esce Shatov. 

41' Ci prova Rondon che salta Spahic, ma torna Donati ed è solo calcio d'angolo. 

40' Ancora Bayer in avanti, ma il calcio d'angolo di Calhanoglu non trova nessun compagno. 

38' Tanti falli in questa fase di gara, non si gioca più: prima Kiessling poi Calhanoglu su Garay e Witsel, animi tesi. 

36' Si innervosisce la gara dopo un fallo di Toprak su Criscito: l'italiano reagisce e si crea una mischia. Ammoniti Bellarabi e Shatov. 

35' Ammonito Donati per fallo su Danny. Eccoli finalmente i cambi: dentro Ryazantsev e Rondon per Danny e Kerzhakov, impalpabili. Villas Boas poteva farli anche qualche minuto fa, senza compromettere la gara. 

33' Lo Zenit si riversa in attacco, nonostante Villas Boas non abbia ancora fatto dei cambi. 

30' Fallo di Witsel su Calhanoglu: terzo giallo per i russi, ancora nessuno per gli ospiti. 

Impressionante uno due dei tedeschi che con Son, sonnacchioso per tutta la gara, ha praticamente deciso una gara in 5 minuti. Zenit che in questo momento resta a quota 4 in classifica, mentre i tedschi sono a 9, quasi qualificati. 

Bender di tacco apre al filtrante di Calhanoglu per Son che taglia alle spalle di Criscito: l'italiano non riesce a falciare il coreano da dietro che si trova a tu per tu con il portiere dello Zenit e lo batte per la seconda volta. 

28' ANCORA SONNNNNN!!! RADDOPPIO LEVERKUSEN! ZENIT AL TAPPETO! CHE AZIONE DEI TEDESCHI CHE STANNO DOMINANDO QUESTA RIPRESA! 

27' Ci prova Donati di destro: palla ampiamente a lato. 

25' Hulk prova a restituire la stessa moneta dai 35 metri: la sua punizione viene deviata in angolo. 

Calhanoglu finta il tiro dai 40 metri e serve un compagno che nel frattempo era uscito dalla mischia al limite dell'area di rigore, appoggio facile per Son che ha tutto il tempo per battere a rete dai 25 metri e battere l'estremo difensore russo. 

SOOOOOOOOOONNNN!!!! CHE GOL DI SONNNNNNNN!!! IL COREANO SBLOCCA IL MATCH E MANDA LO ZENIT ALL'INFERNO! MA CHE GOL DEL BAYER! CHE SCHEMA SU PUNIZIONE! 

21' Riparte l'azione dello Zenit che va da destra verso sinistra, ma è ancora Donati a fermare Criscito nel derby tutto italiano. Nella ripartenza, fallo di Garay su Calhanoglu: ammonito. 

18' Occasione ancora per Kerzhakov: perfetto il passaggio di Hulk in profondità, lo è altrettanto l'intervento di Spahic, perfetto, sul pallone. 

Si scalda Rondon. Ultima carta, assieme ad Arshavin, di mescolare le carte in avanti per Villas Boas. 

16' Donati chiude ancora, perfettamente, il tentativo di Danny sulla sinistra: perchè in Italia non possono giocare questi ragazzi che dimostrano puntualmente il loro valore anche in campo Europeo?

15' Ottimo intervento difensivo di Spahic. Il centrale bosniaco chiude Kerzakhov lanciato a rete da un errore del centrocampo tedesco. 

13' Danny serve Hulk sulla destra, ma il suo pallone è troppo lungo per il brasiliano ed il cross di destro è altrettanto lungo. Criscito pulisce la sfera e la rimette al centro, guadagnando un angolo. 

11' Grande idea di Hulk centralmente per Danny, chiude benissimo Spahic

9' Si chiude bene il Bayer, Donati chiude Shatov e fa ripartire i suoi. 

7' Fallo di Witsel su Jedvai, punizione per i tedesci a centrocampo. Primo cambio nelle fila del Bayer: entra Drmic esce Brandt. 

5' Prova ad alzare il baricentro la squadra russa, chiude bene la difesa tedesca con Jedvai, ex Roma. 

3' Buona azione di Brandt dalla sinsitra, è Criscito a dover fare la diagonale e spazzare in fallo laterale. 

2' Contropiede Leverkusen! Son preferisce il tiro dai 25 metri piuttosto che servire Bellarabi sulla destra. Era un 5 contro 3 molto pericoloso, sfruttato molto male dal coreano. 

1' Angolo Zenit: Hulk dalla bandierina

Potrebbe essere Rondon l'asso nella manica di Villas Boas da mandare in campo se le cose non dovessero migliorare. 

SQUADRE IN CAMPO! FISCHIA MALLENCO! SI PARTE PER LA RIPRESA.

19.01 Squadre che sono in procinto di tornare sul terreno di gioco per la ripresa. Non dovrebbero esserci cambi nei 22 in campo. 

Un buon primo tempo, divertente, con occasioni per entrambe le squadre, soprattutto nella prima mezz'ora di gioco: Kiessling e Bellarabi da una parte, Hulk e Kerzhakov dall'altra. Il palo del brasiliano è fortunoso, ma è l'occasione più pericolosa della gara. Il russo, invece, ha avuto due clamorose occasioni: la prima, abbastanza accessibile, tutto solo davanti a Leno, che lo ha ipnotizzato e costretto a sbagliare, ma le colpe sono tutte del centravanti; nella seconda, invece, l'attaccante dello Zenit aveva anche superato l'estremo difensore tedesco, ma da posizione defilata ha trovato soltanto l'esterno della rete. Nell'ultimo quarto d'ora ritmi notevolmente più bassi e meno occasioni da rete. Lo Zenit dovrà assolutamente forzare la mano nella ripresa, premendo sull'acceleratore e rischiando anche di più. Il pari, in questo momento, va bene soltanto agli ospiti. 

FINE PRIMO TEMPO! MALLENCO RIMANDA LE SQUADRE NEGLI SPOGLIATOI! 

45' Viene concesso un solo minuto di recupero. 

44' Ci prova Hulk con il suo sinistro, Danny però agisce da difensore aggiunto e devia il tiro del compagno di squadra. 

43' ANYUKOV! Ci prova di testa il difensore russo, ma Leno fa sua la sfera. 

43' Torna in campo Spahic. 

41' Fallo di Kiessling su Javi Garcia che reagisce, tutto ok per Mallenco. 

40' Potenziale occasione Zenit che però spreca perdendo troppo tempo nel servire i compagni liberi: uno di questi era Hulk che rimprovera i compagni. 

38' Fallo di Danny da dietro su Son: ammonito, il primo della gara, molto corretta fin qui. 

37' Spahic resta a terra dopo uno scontro fortuito con un russo. Il bosniaco perde sangue dal labbro: uscirà dal campo almeno momentaneamente. 

35' Contropiede Leverkusen: Kiessling fa la sponda per Son che dopo aver fatto 20 metri palla al piede, calcia di destro. Il suo tiro però è debole e finisce tra le mani di Lodygin. 

33' Si accende Calhanoglu che cerca l'inserimento di Son in area di rigore: spazza Lodygin in uscita. 

31' KIESSLING! CHE AZIONE DI KIESSLING, MA IL SUO TIRO VIENE RESPINTO DALLA DIFESA, DOPO CHE AVEVA SALTATO BEN TRE UOMINI! 

30' Sta salendo in cattedra Hulk: tutti i pericoli della squadra russa partono, inevitabilmente dai suoi piedi. 

27' Dopo le due occasioni per i russi, fase di stallo in campo, con i tedeschi che si sono riposizionati. 

25' Ripartenza veloce dei russi che approfittano di un errore di Bellarabi; Hulk serve Shatov nello spazio, Donati in angolo rimedia ad un errore. 

24' Riparte il Bayer, ritmi che tornano alti: angolo per la squadra ospite. Calhanoglu dalla bandierina.

23' ANCORA KERZHAKOV! SECONDA OCCASIONE PER LUI! Ancora Danny lo imbecca in profondità, scarta Leno in uscita ma da posizione defilata tira sull'esterno della rete. 

21' ARRIVA LA PRIMA PALLA GOL PER I RUSSI! KERZHAKOV SI MANGIA UN GOL GIA' FATTO! A TU PER TU CON LENO SI FA IPNOTIZZARE DOPO UN PERFETTO ASSIST IN PROFONDITA' DI DANNY. CHE ERRORE! 

20' Zenit un pò confusionario in attacco. Cerca costantemente Hulk sulla destra, per il momento però non riuscendo ad innescarlo. Più ordinati i tedeschi. 

18' Ancora Bayer che colpisce in contropiede, ancora con Bellarabi. Lombaerts interviene sul destro concedendo soltanto calcio d'angolo alla squadra di Leverkusen. 

15' Numero di Kiessling a centrocampo che però viene fermato fallosamente da Witsel.

13' PALO DELLO ZENIT! Calcio di punizione dalla trequarti di Hulk, nessuno interviene e la palla finisce sul palo alla destra di Leno. 

12' Organizzatissima la pressione dei tedeschi che vanno nella metà campo avversaria con ben 5 uomini! Lo Zenit almeno per il momento riesce a superarlo soltanto con lanci lunghi alla ricerca di Kerzhakov. 

10' Grande idea di Criscito che prova l'apertura di mancino per lo smarcato Hulk sulla destra, ma il suo tentativo è troppo lungo e non raggiunge il brasiliano. 

8' BELLARABI! Prima occasione per gli ospiti! Nasce tutto da un cross dalla destra di Donati; Garay respinge sui piedi di Bellarabi che di destro, alza troppo la mira! 

6' Palleggio insistito dei russi, ma abbastanza sterile per il momento: non riescono ancora a superare la prima linea di pressing della squadra di Schmidt. 

5' Punizione per lo Zenit, era stato atterrato Witsel nel cerchio di centrocampo. Pressione molto alta dei tedeschi. 

3' Bellarabi ci prova dalla destra, chiude Criscito. Subito ritmi indemoniati. 

2' Scontro a centrocampo tra Bender e Shatov: russo che resta a terra. 

1' Subito Zenit in avanti ma il tocco in profondità di Hulk è troppo lungo. 

PARTITI! Si è riempito lo stadio russo! E' una bolgia per spingere la squdra di Villas Boas verso la vittoria. 

18.00 Scambio di gagliardetti tra Bender e Danny, capitani delle due squadre e sorteggio per chi batterà: ci siamo, tutto pronto per il fischio iniziale!  

17.57 Squadre che fanno il loro ingresso in campo: a breve l'inno della Champions!!!!

17.50 Come detto, Zenit - Bayer apre la quarta giornata della fase a gironi della Champions League. Stasera, sempre per il gruppo C, scenderanno in campo a Lisbona Benfica - Monaco. Ecco il resto del programma della serata: 

Arsenal - Anderlecht
Dortmund - Galatasaray
Basilea - Ludogorets 
Real Madrid - Liverpool
Juventus - Olympiacos
Malmo - Atletico Madrid

17.45 Squadre che hanno ultimato la fase di riscaldamento con i soliti tiri in porta prima di tornare per gli ultimi preparativi negli spogliatoi. A breve torneranno in campo per la gara! 

17.40 Squadre in campo per il riscaldamento. Sugli spalti invece, vince il freddo gelido, con gli spettatori che stentano ad affollare le tribune del Petrovski. 

17.30 La stella più lucente, ma anche l'astro nascente più limpido degli ospiti è senza alcun dubbio Hakan Calhanoglu. Il turco classe 94 sta letteralmente esplodendo e, confermando tale crescita, non sarà difficile dire che nei prossimi anni potrà affermarsi come una stella del calcio Mondiale. Ennesimo figlio dell’integrazione turco-tedesca, nasce infatti a Mannheim vent’anni fa. In possesso del doppio passaporto, comincerà  tra le file del FC Turanspor, club della sua città natale, fondato proprio dagli immigrati turchi. Poi una breve parentesi all’SV Polizei, fino al passaggio al più importante SV Waldhof Mannheim, dove avverrà gran parte della sua crescita calcistica (dai 7 ai 15 anni). Viene scoperto dal Karlsruher nel 2009, dove esploderà due anni più tardi: ben 17 gol, conditi da 12 assist in 36 presenze di campionato, e il Karlsruher di nuovo in seconda divisione. Sul ragazzo turco per primo si fionda l'Amburgo che, convinto delle sue potenzialità lo fa esordire in Bundesliga: protagonista di un'ottima stagione d'esordio nel massimo campionato tedesco, ha segnato ben 11 gol in 32 presenze contribuendo alla salvezza dell'Amburgo che lo ha già rimpiazzato assicurandosi Pierre-Michel Lasogga dall'Hertha Berlino quando il Bayer Leverkusen ha deciso di investire su questo giovane talento. La crescita esponenziale di Hakan non sembra aver fine, ed è soltanto l'inizio: Calhanoglu vuole continuare a stupire la Germania e l'Europa con il Bayer Leverkusen. 

17.20 Mentre le squadre sono pronte ad entrare in campo per il consueto riscaldamento prepartita, ecco le prime istantanee prese dal profilo twetter della squadra tedesca: 

17.15 Formazioni ufficiali: 

Zenit San Pietroburgo: Lodygin; Anyukov, Criscito, Lomberts, Garay; Sàtov, Javi García; Witsel, Danny, Hulk; Kerzhakov.

Bayer Leverkusen: Leno; Donati, Toprak, Spahic, Jedvaj; , Brandt, Bender; Calhanoglu, Son, Bellarabi, Kießling.

17.10 Zenit – Bayer è anche la sfida tra due italiani emigrati all’estero: Domenico Criscito e Giulio Donati. L'ex Genoa è arrivato oramai alla sua quarta stagione nella fredda Russia. Per Donati, invece, seconda stagione in Germania dove, oltre alla fiducia di un club che valorizza i giovani, ha trovato anche la consacrazione a livello nazionale ed internazionale. Una bellissima soddisfazione per un ragazzo che fece faville con l'under 21, ma che in Italia, come spesso capita, non ha mai trovato spazio se non nei campionati minori (Lecce e Padova in serie B). Per il prodotto delle giovanili dell'Inter è arrivato anche il primo gol in maglia Bayer, proprio in Champions nella gara d'andata: beh, un bel modo per abbracciare idealmente Criscito che si era trovato di fronte nell'azione del gol. 

17.00 Buonasera e benvenuti alla diretta live scritta ed della partita Zenit San Pietroburgo - Bayer Leverkusen, valevole per la 4° giornata della fase a gironi della Uefa Champions League 2014-15. Match decisivo al Petrovsky con i  russi che sono a quota 4 punti nel gruppo C, mentre gli ospiti tedeschi comandano il giorne a quota 6 punti. In mezzo a loro, con 5, c'è il Monaco, che potrebbe apporfittare dello scivolone di una delle due squadre per andare a confermare il ruolo di seconda forza del girone. Il giro di boa, dunque, potrebbe essere determinante per le ambizioni europee dei russi, partiti benissimo col successo sul Benfica e poi pian piano in rallentamento. Ma l'ambiente è carico e il fattore campo potrebbe essere decisivo.

16.50 Villas Boas è alle prese con alcune defezioni dell'ultima ora:  Garay, Smolnikov e Fayzulin non sono al meglio, ma occhio alla carta a sorpresa Ryazantsev. Il tecnico portoghese dovrebbe optare per un 4-2-3-1 con Rondon unica punta, con Hulk, Danny e Shatov a supporto. In mediana agiranno Witsel e Javi Garcia. In difesa sulle fasce ci saranno Criscito e Anyukov, con al centro Lombaerts e Garay, che sarà in forse fino all'immediato pre-partita.

16.40 Schmidt risponderà a Villas Boas con un 4-2-3-1 molto offensivo, a specchio rispetto alla formazione dei padroni di casa. Formazione obbligata per i tedeschi, con  Rolfes, Gonzalo Castro e Reinartz ai box, oltre allo squalificato Wendell. A difendere la porta di Leno ci saranno Jedvaj, Spahic, Toprak e Donati; a fare da diga davanti alla difesa ci saranno Bender e Papadopoulos.In avanti Kiessling unica punta, con il terezzo di fantasia alle sue spalle composto da Son, Bellarabi e Calhanoglu.

16.30 ZENIT - C'è grande entusiasmo in casa Zenit  dopo la splendida vittoria in campionato contro i diretti avversari del CSKA Mosca: vittoria arrivata grazie alla rete di uno degli ultimo acquisti del mercato estivo, Javi Garcia. Adesso la squadra di San Pietroburgo è a +7 rispetto ai rivali moscoviti, secondi in classifica: 32 punti contro 25, un margine davvero rassicurante, che permette adesso allo Zenit di concentrarsi esclusivamente sul passaggio del girone di Champions League. Già stasera, Villas-Boas si aspetta un colpo di coda importante: battere il Bayer e rilanciarsi nel girone dopo il ko della BayArena, avvenuto alla terza gionata. 

16.20 André Villas-Boas (All. Zenit) ha parlato in conferenza stampa, ieri: "All'andata abbiamo giocato bene ma loro hanno avuto più possesso di palla, pressato molto ed hanno segnato. Dovremo essere più aggressivi se vogliamo fare la partita. Vogliamo entrare tra i dieci migliori club d'Europa, ma prima di tutto bisogna battere il Leverkusen e vincere il girone. Sarà uno scontro determinante".

16.10 BAYER LEVERKUSEN - Gli uomini di Roger Schmidt sono reduci da una cocente sconfitta in Bundesliga sul campo dell'Ambrugo, che milita in zona retrocessione a soli 9 punti. Un ko inaspettato, che, oltre a far scivolare il Bayer al quinto posto in classifica, ha contribuito a continuare il periodo negativo della squadra, infatti sono solo 6 i punti conquistati nelle ultime 5 giornate . In Champions è tutta un'altra storia, il Leverkusen comanda il gruppo C con 6 punti e in Russia farà di tutto per mantenere il vantaggio accumulato. 

16.00 Questo invece un estratto delle parole di Roger Schmidt (All. Leverkusen): "Rispettiamo lo  Zenit perchè è un'ottima squadra e sappiamo che sarà sotto pressione e dovrà fare risultato dopo la sconfitta in Germania. Questo influirà sulla sfida. Le partite di Champions sono diverse rispetto a quelle di Bundesliga. Nella partita in casa abbiamo giocato bene, seguendo il nostro piano tattico, la squadra ha mostrato ottime qualità indivifuali e una buona coralità di manovra".

15.50 Il Bayer Leverkusen ha vinto la partita di andata 2-0, ma ha giocato in casa, terreno davvero molto favorevole ai tedeschi. In Bundesliga il Bayer su cinque partite in casa ha totalizzato 11 dei 16 punti totalim, realizzando tre vittorie e due pareggi, mentre in trasferta le cose non vanno allo stesso modo:le partite giocate solo le stesse, ma i ragazzi di Schmidt hanno vinto una sola volta, pareggiando due volte e perdendo in altrettante occasioni. Anche in Champions League il Leverkusen ha perso l’unica partita giocata in trasferta mentre ha vinto tutte e due le partite giocate in casa.

15.40 Lo Zenit nel campionato russo sta vincendo quasi sempre sia in casa sia in trasferta, e nell’ultimo turno è andato a vincere in casa dei campioni in carica del Cska Mosca. Finora l’unica pecca della squadra allenata di Villas Boas è stata quella di non vincere in casa in Champions contro il Monaco. In questa partita una vittoria permetterebbe allo Zenit di superare il Bayer Leverkusen in classifica. Lo Zenit, che ha perso meritatamente la partita di andata, sembra avere qualcosa in più complessivamente rispetto al Bayer, soprattutto nella fase difensiva. Il Bayer Leverkusen ha una squadra molto offensiva che segna con facilità ma che spesso commettere degli errori in fase difensiva, basta vedere i 15 gol subiti in campionato in 10 partite.

15.30 L'andata - Nella gara d'andata il Leverkusen vincendo 2-0 (Donati e Papadopoulos) è salito in testa al Gruppo C grazie alla seconda vittoria casalinga consecutiva. Hakan Çalhanoğlu, autentigo trascinatore dei tedeschi, è stato decisivo anche in questo match, servendo entrambi gli assist ai suoi compagni. Non pervenuto lo Zenit che oggi avrà l'ultima chanche per provare a tornare in corsa per la qualificazione. 

Share on Facebook