Champions League, Simeone e Wenger due sconfitte dure da digerire

Simeone e Wenger, due allenatori così diversi che questa sera sono accomunati dalla stessa sorte: la sconfitta.

Champions League, Simeone e Wenger due sconfitte dure da digerire
Champions League, Simeone e Wenger due sconfitte dure da digerire

Simeone e Wenger, due allenatori così diversi che questa sera sono accomunati dalla stessa sorte: la sconfitta. Se per il Cholo rimontare una sola rete di svantaggio può essere un gioco da ragazzi nel fortino del Vicente Calderon, per il tecnico francese non sarà affatto facile rimontare le 3 reti subite in casa. 

Andiamo a vedere le reazioni a caldo dei due allenatori:

Simeone è intervenuto ai microfini di Mediaset Premium dove ha detto la sua sul match che ha visto il suo Atletico uscire sconfitto dalla BayArena con il risultato di 1-0: "E' stata una partita giocata alla pari. Devo ammettere che loro sono stati più combattivi e vivaci di noi. Spesso arrivavano per primi sulle seconde palle e ciò gli concedeva di stare più tempo nella nostra metà campo e di tenere il possesso del gioco. Ma non posso lamentarmi dei miei ragazzi, perchè siamo andati vicini al gol in più di un occasione e Leno ha fatto una parata davvero spettacolare su Tiago. E alla fine posso essere anche contento di aver perso con un solo gol di scarto, vista l'espulsione di Tiago e la loro superiorità numerica. Adesso tocca a noi fare una grande partita in casa nostra, e so che abbiamo le possibilità per passare il turno".

Di pessimo umore Arsene Wenger, battuto dal Monaco per 3-1 all'Emirates. Davvero scritteriati i Gunners che sul 2-1 per i monegaschi si sono buttati tutti in avanti concedendo il contropiede del 3-1 a Carrasco al 94° minuti, rendendo la pratica qualificazione un'impresa. Il tecnico francese è apparso davvero senza parole e giù di morale: "Voglio fare i complimenti al Monaco per come ha interpretato la partita e per come ha difeso riuscendo a limitare il nostro gioco. Loro stavano meglio  fisicamente, ma è stata una serata da incubo. Ci siamo complicati la vita da soli concendeno due reti in contropiede e rendendo davvero complicato il discorso qualificazione. Ma dobbiamo crederci, abbiamo le possibilità per ribaltare il risultato"


Share on Facebook