Juventus - Barcellona: le pagelle

I voti ai ventidue protagonisti della sfida di Berlino.

Juventus - Barcellona: le pagelle
Juventus - Barcellona: le pagelle.

I voti dei protagonisti della finale di Champions League dell'Olympiastadion di Berlino.

Juventus

Buffon 7,5 - Una partita al livello Gigi del 2006 (in una carriera costantemente da numero uno ricordiamo il 2006 e Berlino come metodo di paragone). Vola su Suárez, tiene a galla i bianconeri. Temporeggia troppo sul terzo gol ma la partita era finita.

Lichtsteiner 6 - L'anello debole della Juventus, forse l'unico neo della retroguardia bianconera. Non aiuta in fase di spinta, non copre le folate blaugrana. Sufficienza strappata per un suo cross nel quale nasce il gol di Morata.

Barzagli 6,5 - Non era in forma, ma dà la sensazione che sa anticipare anche l'uomo più forte del mondo con una sola gamba. Peccato per la lettura sbagliata in occasione del primo gol.

Bonucci 6 - Meno in palla del compagno di reparto, ma tappa bene la forza dei catalani.

Evra 5,5 - Stesso discorso per Bonucci, non gioca un partitone tappa quel che può ma come soffre Messi.

Dall'89', Coman SV.

Marchisio 6 - Tenta in due occasioni la botta da fuori. Per il resto partita diligente, non contiene per novanta minuti il Barça ma strappa la sufficienza.

Pirlo 6,5 - Fosse l'ultima partita lascerebbe il calcio da campione vero. Poteva essere l'anello debole della Juventus, si conferma giocatore prezioso. Piedi fini, fosforo continuo. Evergreen.

Pogba 6 - Partita dura, alterna sprazzi di classe a giocate superficiali per la sua qualità. Quasi rimandato.

Vidal 5,5 - L'ammonizione ad inizio partita lo frena. Non la solita gara del guerriero, insufficienza per la tensione e la busta di Dani Alves. Poteva di più. 

Dal 79' Pereyra SV.

Tevez 5 - Mascherano non la lascia respirare. Osservato speciale della coppia centrale blaugrana. Da un suo tiro in porta nasce il gol del pareggio. Per il resto è l'assente ingiustificato di Berlino. 

Morata 7,5 - Voto esagerato, ma questo è un fenomeno. Due strappi da giocatore già fatto, uno manda fuori giri Jordi Alba. Pronto a ribattere il gol del pareggio. 3 gol in 3 partite contro Barça e Real.

Dall'85' Llorente SV.

Barcellona

Ter Stegen 5,5 - Compie pochi miracoli, non blocca su Tevez e Morata ribatte in rete. Nel complesso non demerita.

Dani Alves 6,5 - Ultima partita in blaugrana. Terzino destro cercasi; una partita alla "Dani Alves". Copre ed attacca la fascia sinistra juventina.

Piqué 6,5 - Muro. Il Barcellona si è ritrovato da quando ha ritrovato lui. Non è una coincidenza. Spara alle stelle un pallone di testa poteva essere il gol.

Mascherano 7 - Fa passare una serataccia a Tevez. Falso cinque, difensivamente numero uno. El Jefecito.

Jordi Alba 6 - Uno dei peggiori del Barcellona. Ottima partita in copertura, si fa saltare da Morata ma poi resiste.

Iniesta 7 - Non era al 100% ma illumina la notte di Berlino. Il calcio senza le sue giocate sarebbe uno sport per educandi. Accende il match a ripetizione.

Dal 77' Xavi SV. - Bandiera.

Busquets 5,5 - Lavoro oscuro sempre indispensabile ma simula per un non fallo che condiziona un giallo per Vidal. Recidivo.

Rakitic 7 - Suo il gol che apre le marcature del match. Inserito benissimo nel Barcellona, il gol è la ciliegina sulla torta di una stagione super per l'ex Sevilla.

Dal 90' Mathieu SV.

Messi 7,5 - Non segna ma incide, e non potrebbe essere altrimenti. Nell'azione del due a uno blaugrana porta a spasso la Juventus. Impreciso in zona tiro, ma in una forma impressionante. Sforna assist per i compagni. Uomo triplete.

Suárez 7 - Solo le parate di Buffon gli negano più volte la gioia del gol. Su una ribattuta su un tiro di Messi spinge in rete il pallone del 2 a 1. L'uruguiano mette la forma nella vittoria blaugrana.

Dal 95' Pedro SV.

Neymar 7,5 - Inarrestabile in velocità, imprendibile nello stretto. Dribbling sopraffini, irride la difesa della Juventus. Segna al 96° il gol del tre a uno. Prototipo del fuoriclasse, futuro numero uno.


Share on Facebook