Live Manchester City - Juventus, il risultato della partita di Champions League 2015/2016 (1-2)

Live Manchester City - Juventus, il risultato della partita di Champions League 2015/2016  (1-2)
Manchester City
1 2
Juventus
Manchester City: (4-2-3-1) Hart; Sagna, Mangala, Kompany (Otamendi, 75'), Kolarov; Yaya Tourè, Fernandinho; Nasri (Aguero, 84'), Silva, Sterling (De Bruyne, 70'); Bony. Panchina: Caballero, Otamendi, Demichelis, Fernando, Navas, De Bruyne, Aguero. Allenatore: M.Pellegrini.
Juventus: (4-3-3) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Hernanes, Pogba; Cuadrado, Mandzukic (Dybala, 78'), Morata (Barzagli, 85'). Panchina: Neto, Barzagli, Alex Sandro, Lemina, Pereyra, Zaza, Dybala. Allenatore: M.Allegri.
SCORE: 1-0, min. 57, aut. Chiellini; 1-1, min. 70, Mandzukic; 1-2, min. 81, Morata
ARBITRO: Damir Skomina
NOTE: Etihad Stadium, Manchester, Inghilterra. 1^ giornata Champions League 2015/16 - Numero spettatori: 50363

Da Johnathan Scaffardi e Andrea Ciaramellano è tutto per il magnifico match di questa sera. A risentirci con il meglio della Champions League, live qui su Vavel Italia.

Le immagini dei protagonisti in questo match

22.42 - All'autorete di Giorgio Chiellini, arrivata al 57esimo hanno risposto i due bomber bianconeri: Mario Mandzukic e Morata. Importantissimo e decisivo Gigi Buffon, con almeno tre interventi miracolosi!

22:40 - Grandissima vittora dei bianconeri: non vinceva dal 1996 in Inghilterra. La Juve con grande grinta, una buonissima organizzazione e la prodezza di Alvaro Morata mette in tasca tre punti, di vitale importanza per l'obiettivo qualificazione!

E' FINITAAAAAAAAA! LA JUVENTUS ESPUGNA L'ETIHAD STADIUM E PORTA A CASA I TRE PUNTI:1-2!!!!!

UN SOLO MINUTO ALLA FINE!

91' - Fallo su Cuadrado e tempo prezioso che passa per la Juve!!!

3 MINUTI DI EXTRA TIME!

90' - BUFFON! BUFFON! BUFFON! SEMPRE LUI A SALVARE TUTTO!

88' - BUFFONNNN! Yaya Tourè dalla distanza a giro sotto l'incrocio: nega tutto il numero 1!!!! 

3 minuti più recupero al termine del match!

85' - Esce Alvaro MORATA ed entra Andrea Barzagli: cambio tattico!

84' - Esce Nasri ed entra Aguero!

80' - VANTAGGIO JUVENTUS 2-1! SPLENDIDA RETE DELLO SPAGNOLO CHE RIENTRA DA DESTRA ED ESPLODE UN SINISTRO A GIRO INCANTEVOLE!!!!!

80' - MORATAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!

78' - DEBUTTO IN CHAMPIONS LEAGUE PER PAULO DYBALA!

77' - Pressing Manchester City, Mandzukic richiede il cambio e l'arbitro ferma il gioco per la sostituzione!

75' - Cambio City: Otamendi prende il posto di Kompany!

75' - Problemi per l'autore del pareggio bianconero! Mandzukic è a terra e molto probabilmente sarà costretto ad uscire: pronto Dybala!!

71' - Intanto nel City è entrato Kevin De Bruyne!

71' - Gran giocata di Pogba, che pennella sulla testa del numero 17 bianconero e trova l'1-1. 

70' MANDZUKICCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!RETE DEL PAREGGIO DELLA JUVENTUS! 1-1 

Intanto è stata segnalato come autorete di Chiellini il goal del Manchester City!!

65' - Grande reazione della Juventus: sta mettendo in difficoltà i padroni di casa in questo momento!

64' - OCCASIONISSIMA PER PAUL POGBA! Tutto solo nell'area, prova il tiro al volo ma ciabatta il tiro...

63' - Joe Hart respinge alla grande il rasoterra di Sturaro indirizzato centralmente dopo che si era liberato bene in area!

62' - STURAROOOO VICINISSIMO AL PAREGGIO!!

60' - Doppio grandissimo intervento di SAN GIGI sulle conclusioni - in rapida successione - di Sterling e David Silva!! La Juventus è ancora viva grazie alle mani del suo capitano!!!

59' - SUPER PARATA DI BUFFON SU STERLING!!!!!!!! 

57' - Proteste di Chiellini verso l'arbitro Skomina e i suoi assistenti ma la sua decisione è irremovibile: 1-0 city!!

56' - GOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL!!!!!!!!! KOMPANY insacca di testa su corner. 

55' - Fallo di Nasri su Sturaro. Tanta corsa per quest'ultimo in questo match!

54' - Molto bene i due nuovi acquisti bianconeri: Cuadrado ed Hernanes!

52' - Match che vede molti capovolgimenti di fronte: le squadre si stanno lentamente allungando!!

50' - Possesso palla Juve in questi minuti. Morata ora punta centrale con Mandzukic a lavorare sulla sinistra. 

48' - Punizione per la Juve battuta da Cuadrado: confusione in area con Mandzukic che finisce in offside!

Applausi e cori per Aguero che si scalda a bordocampo!

46' - Si ricomincia! Skomina fischia l'inizio della ripresa!!

21:45 - Le squadre stanno rientrando in campo: non ci sono cambi nelle due formazioni. 

Alcune immagini del primo tempo: grinta e ferocia agonistica in campo!

21:40 - Tanta intensità a Manchester, molto pressing ma pochi sussulti ma City-Juve è ancora bloccata sullo 0-0. La squadra di Allegri sta interpretando bene la gara, sacrificandosi in fase difensiva e accelerando con le folate di Morata e Cuadrado. Le occasioni più importanti sono capitate sui piedi di Sterling, con miracolo di BuffonBony e Cuadrado: tiri che potevano impensierire i portieri e portare avanti le relative squadre.

45' - Non c'è recupero! Si va negli spogliatoi sullo 0-0. 

43' - Kolarov ha provato a partire in velocità sulla fascia ma è stato bloccato molto bene dall'intervento di Sturaro. 

40' - FERNANDINHOOO! Gran tiro da fuori area per il brasiliano, la palla non esce di molto dallo specchio di porta. 

35' - GRANDE OCCASIONE PER IL CITY! Bony in area non riesce a dare la zampata vincente per l'1-0, grazie all'ottimo intervento di Giorgio Chiellini. 

32' - Risposta dei padroni di casa con Bony, al limite dell'area di rigore calcia malamente sparando al lato destro di Buffon. 

31' - Grande occasione di Cuadrado che trova spazio e calcia forte, ma la palla finisce fuori!

29' - La Juve si schiera con un 4-5-1 in fase difensiva, con Cuadrado e Morata larghi sulla linea dei centrocampisti.

28' - Yaya Tourè ci prova di testa su corner di Silva: fuori!

25' - Ottimo Cuadrado sulla fascia che serve Morata. Lo spagnolo si gira e tenta il tiro, ma la palla esce fuori controllata da Hart.

23' - Calcio di punizione per il Manchester City, dopo un fallo di Hernanes. Kolarov ci prova ma la palla esce a lato. 

20' - Possesso dei padroni di casa ma la Juventus è ben messa in campo e lascia pochi spazi agli avversari. 

16' - Occasione per Bony! Ma la difesa bianconera respinge il pericolo in angolo. 

13' - Punizione pericolosa di Hernanes dai 30 metri: Hart controlla l'uscita del tiro.

11' - Il guardalinee ha il braccio alzato e l'arbitro fischia. Paul Pogba ha segnato ma il gol non era regolare: netto fuorigioco.

10' - I citizens girano palla e cercano lo spiraglio giusto per colpire i bianconeri.

7' - Yaya Touré duro su Evra: solo un richiamo verbale per il centrocampista del city. 

5' - La Juventus prova a reagire e a proporsi in avanti. Ci prova Pogba da fuori ma viene murato da Kompany!

Sturaro perde un pallone incredibile a centrocampo sulla pressione di Fernandinho, che poi parte veloce in contropiede! Pallone scaricato per Sterling che cerca il destro sul secondo palo dalla corsia di sinistra.. il miracolo di Buffon salva tutto!!!!

2' - Del City il primo pallone della partita!!! Pericolosissimo dopo un' ingenuità di Sturaro. 

1'  -  SI PARTEEEEEE!!!!!!!!! INIZIATA MANCHESTER CITY-JUVENTUS!

20:43  -  Suona l'inno della Champions! Brividi!! 

20:40  -  Squadre nel tunnel pronte ad entrare in campo per dar via allo SPETTACOLO DELLA CHAMPIONS LEAGUE!!!! 

20:35  -  10' al fischio d'inizio di Manchester City - Juventus: le due squadre stanno rientrando negli spogliatoi. 

20:25 - Il presidente Agnelli, Paratici e Nedved a bordocampo per seguire il riscaldamento dei bianconeri. 

20:20  -  Ecco le prime immagini con i giocatori in campo per il riscaldamento all'Etihad Stadium 

20:13  -  Ora, anche il Manchester City è entrato in campo per il consueto riscaldamento prepartita. Clima non ancora infuocato, dato che lo stadio non si è ancora riempito.  

20:10  -  Juventus in campo per il riscaldamento. Grandi cori da parte degli ultras bianconeri all'ingresso sul terreno di gioco.

20:05  -  Il match sarà diretto dallo sloveno Skomina coadiuvato da Praprotnik e Vukan. Jug e Vinčic addizionali d'area e quarto uomo Manuel Vidali.

20:00  -  La Juventus giocherà con la terza divisa: la maglia nera e ora griffata Adidas. 

Allegri, quindi, passa al 4-3-3 puntando sulla velocità di Cuadrado e Morata, panchinando il giovane e inesperto Dybala. Hernanes in cabina di regia mentre Sturato la spunta sul nuovo arrivato Lemina. 

(4-3-3) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Hernanes, Pogba; Cuadrado, Mandzukic, Morata.

Max Allegri effettua il cambio di modulo e propone quest'undici:

Il Manchester City rinuncia al suo acquisto multimilionario: Kevin De Bruyne e ripropone Samir Nasri con i recuperati Silva e Sterling, in attacco ci sarà Wilfried Bony. Panchina per El Kun Aguero. 

(4-2-3-1) Hart; Sagna, Mangala, Kompany, Kolarov; Yaya Tourè, Fernandinho; Nasri, Silva, Sterling; Bony.

Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Manchester City vs Juventus, incontro valido per la prima giornata della Uefa Champions League 2015/2016. Le due squadre più rappresentative del Gruppo D - chiuso da Siviglia e Borussia M. - si confrontano all'Etihad per mettere il primo punto sull'edizione corrente della Coppa più prestigiosa.

Il momento

Non può sorridere Allegri, la Juve giunge alla notte d'Europa senza certezze. Tre partenze eccellenti, pilastri sradicati dalla storia bianconera, catapultati in altre realtà. Tevez, Pirlo, Vidal, non solo una questione tecnica. La Juve paga dazio al cambiamento, vive alla ricerca di nuove basi. Così si spiega l'inizio a rilento in A, la sconfitta interna con l'Udinese, il crollo all'Olimpico, il pari sofferto con il Chievo. Un punto in tre uscite, poca fiducia, uomini non al meglio. 

Discorso diverso sul fronte inglese. Il City è una macchina che travolge qualunque avversario. Mercato faraonico, da Sterling a De Bruyne, successi in serie e Premier al momento sotto controllo. Pellegrini deve però sconfiggere una maledizione. L'armata dello sceicco si spegne al cospetto della Champions, carenze di personalità e spessore inibiscono milioni e qualità. Può essere l'anno del City anche lontano dalla ricca Inghilterra?

Le probabili formazioni

L'infortunio di Marchisio mette Allegri in allarme. Senza il Principino, erede designato di Pirlo, la Signora si ritrova senza un regista puro, occorre quindi adattare il modulo ai giocatori presenti. Hernanes è l'unico ad avere la giusta qualità per distribuire il gioco, manca però, al brasiliano, un pizzico di dinamismo. Possibile l'arretramento del Profeta in una mediana a cinque. Al momento, il ritorno al passato è un tema credibile. Quindi Juventus nella versione cara a Conte, con difesa a tre e due esterni - Lichtsteiner ed Evra - pronti a coprire l'intera fascia. La novità nel mezzo, dove Lemina scala rapidamente le posizioni. Pogba è il personaggio di riferimento, Mandzukic rileva Dybala e affianca Morata. 

L'alternativa è il 4-3-1-2, con il ritorno in gioco di Sturaro e Pereyra per una maglia e il dubbio dietro tra Barzagli, Bonucci e Chiellini a meno di un dirottamento a sinistra di quest'ultimo. Chance anche per Caceres, soprattutto in caso di schieramento a tre in difesa. In conferenza, Allegri apre la porta a Cuadrado, difficile però vedere il colombiano dal via. 

Tra gli indisponibili, anche Khedira. Il tedesco prosegue il lavoro di recupero, ma non è ancora pronto per tornare a calcare i campi di gioco. 

Problema anche per Manuel Pellegrini. Il tecnico deve sostituire il Kun Aguero, malconcio dopo la botta rimediata in Premier con il Palace. 4-2-3-1 per la compagine di Manchester. Tra i pali Hart, a destra Sagna, a sinistra Kolarov. Al centro, al fianco del leader, Kompany, spazio a Mangala. Panchina per l'ultimo colpo dei citizens, Otamendi. Yaya Tourè comanda la mediana, con il fido Fernandinho a mordere le caviglie degli ospiti. Tre dietro l'unica punta: Navas imperversa a destra, Silva - recuperato - agisce nella zona nevralgica, De Bruyne freccia a sinistra. A Sterling il compito di cancellare l'assenza di Aguero. L'ex Liverpool può anche accasarsi sull'esterno, in caso di presenza di Bony da nove. In questo caso, panchina per Navas. 

Oltre ad Aguero, per la gara dell'Etihad, out Clichy, Zabaleta e Delph. 

Bisogna staccare il campionato e la Champions. Il nostro obiettivo è quello di passare il turno in un girone molto difficile ed equilibrato. Bisogna invertire la tendenza dei risultati, con un risultato la squadra diventa più forte agli occhi di tutti, ma indipendentemente dai risultati la squadra in campo ha dato tutto, ci è mancato il gol, siamo stati anche sfortunati. Un risultato fa vedere le cose in un altro modo,bisogna mantenere il basso profilo e fare dei risultati che sono quelli che contano nel calcio.” Questo il pensiero di Allegri si aspetta anche un’importante risposta da Pogba, rimasto in panchina sabato sera contro il Chievo. “Quando è entrato contro il Chievo ha fatto un buonissimo secondo tempo. Con la sua forza e la sua tecnica deve trascinarci ad alti livelli e domani troveremo spazio per giocare.” Inoltre il tecnico livornese si sofferma sulla differenza tra le partite di Champions e quelle di campionato. “Le partite in Europa sono diverse da quelle del campionato italiano. Con questa prova vedremo dove dobbiamo migliorare. Questa squadra la scopriremo giocando, non sappiamo dove può arrivare. In questo momento non si può parlare di risultati, bisogna cambiare l’umore migliorando i risultati.”

Occasione per Lemina? “Lemina può giocare anche da mezz’ala, ho cinque centrocampisti vedrò se farne giocare tre o quattro. Bisogna riprendere a difendere in un certo modo. Hernanes ha fatto una buona partita, bisogna però valutare le situazioni, anche Alex Sandro ha giocato bene anche sotto il piano dell’intensità. In questo momento non facciamo tanti gol, e per fare gol bisogna produrre tante occasioni, contro il Chievo abbiamo segnato su rigore. E’ stata energicamente dispendiosa, vedrò chi far giocare.” Cuadrado? “Cuadrado ha fatto bene e va sfruttato per le sue caratteristiche e accanto a lui devo metterci giocatori con caratteristiche che possano sostenerlo.”

Delicato è anche il discorso difesa, che ultimamente è sembrata un po’ scricchiolare (4 gol in 3 partite) e in Europa la fase difensiva è fondamentale. “Ci sono momenti in cui non puoi avere il dominio del gioco e in Europa è ancora più difficile averlo, in quei momenti devidifendere in modo ordinato e con tutta la squadra perchè quando hai una solidità difensiva riesci anche ad attaccare meglio.” Allegri, per finire, mette in chiaro che la squadra non si sta cullando sui successi passati. “Abbiamo giocato la Supercoppa vincendola con il carattere. Eravamo soddisfatti del successo ma non si poteva esserlo sul piano del gioco. Io analizzo le partite sia quando si vince che quando si perde. Nelle ultime partite abbiamo tirato quaranta volte ma non abbiamo fatto gol. L’anno scorso la Juventus è arrivata in finale in modo meritato perché ha giocato un calcio un po’ più europeo. La Juventus deve avere ambizione di rimanere tra le prime otto d’Europa, ma per farlo deve avere qualità tecnica nello sviluppo del gioco.”

Pellegrini “Sergio Agüero è infortunato a un ginocchio e non recupererà in tempo per domani. Questa mattina ha completato gli esami al ginocchio destro. Salterà la Champions. Spero di recuperarlo nel week-end. Fernandinho e Nasri non sono ancora al 100%, ma spero lo siano entro domani”. Dubbi di formazione – “Vedremo se Kevin De Bruyne giocherà dall'inizio. Dovremo effettuare almeno un cambio, visto l'infortunio capitato a Sergio Agüero. Kevin ha giocato molto bene l'altro giorno. Anche Wilfried (Bony) e Sterling possono giocare in attacco, abbiamo diverse opzioni. Ho fiducia al 100% nella mia squadra”. Gli obiettivi del City – “Tempo di arrivare lontano in Champions? Per noi è tempo di battere la Juventus domani. Non arriviamo benissimo a questa sfida per i problemi fisici di diversi calciatori. Il primo passo è conquistare i tre punti domani e non pensare a che cosa possa accadere in futuro. L’obiettivo è superare la fase a gironi e avere meno sfortuna nel sorteggio degli ottavi”. Rispetto per la Juventus – “La Juventus è forte, ha vinto quattro volte il titolo italiano e a maggio ha giocato la finale di Champions. Ora sta cambiando pelle, ma ci sono giocatori importanti, Pogba su tutti. Domani per vincere dovremo giocare una grande partita. La falsa partenza della Juventus in campionato? La Champions è un altro torneo e da mille motivazioni”. Motivo dei fallimenti delle inglesi in Champions – “Una delle possibili ragioni è che dicembre e gennaio sono molto faticosi. Quando torna la Champions, la stanchezza si fa sentire. Il Boxing Day non si può abolire, è un’istituzione, ma forse si potrebbe ridurre qualcosa a gennaio. Il break invernale? Non lo so, ma alleggerire il calendario potrebbe essere una buona soluzione”.

I precedenti

City e Juventus non si sono mai incontrate in Champions League. I pochi precedenti si sono svolti in una cornice europea di minore impatto: in Coppa delle Coppe in un passato remoto, in Europa League nel passato recente. L'ultima volta nella stagione 2010-11. Nel girone A, condiviso con Lech Poznan e Salisburgo, i bianconeri approdano a Manchester dopo aver pareggiato con un pirotecnico 3-3 in Polonia. Del Piero e Tevez, i due capitani della partita, si scambiano i reciproci gagliardetti come consuetudine, in un'immagine che può ben rappresentare il passaggio di consegne che qualche anno più tardi si materializza negli occhi dei tifosi della Vecchia Signora. Finisce 1-1 all'Etihad con Johnson che replicà a fine primo tempo alla splendida rete in avvio di Iaquinta (conclusione dai 25 metri rasente al palo di destra).

Circa due mesi dopo, i citizens sbarcano all'Olimpico di Torino in una gara da dentro o fuori per la Juventus che nel suo percorso europeo raccoglie solo pareggi. I bianconeri iniziano in sordina, subendo le avanzate inglesi, fino a quando Del Piero decide di mettersi in proprio servendo, su un piatto d'argento, il primo e unico gol con la maglia zebrata a Niccolò Giannetti. Ancora una volta, però, la Juve si fa raggiungere dal City, in rete con Jo. Il quinto pareggio su 5 partite costa l'eliminazione dal girone per la Juventus. Quella partita è premonitrice di una stagione che si conclude, se possibile, ancora peggio, prima della rinascita con Conte.

Gli altri due precedenti, invece, risalgono al 1976. Altro calcio, altri stadi. La prima sfida dei trentaduesimi di Coppa delle Coppe si gioca al "Maine Road" il 15 settembre (proprio come la sfida di domani) e Kidd decide la sfida battendo Zoff con un colpo di testa da posizione ravvicinata. Al comunale, 14 giorni dopo, Scirea e Boninsegna ribalteranno le sorti della doppia sfida regalando la qualificazione ai sedicesimi ai tifosi juventini che a fine anno festeggiano per la vittoria del titolo ai danni dei cugini granata, beffati di un solo punto.