Risultato PSV - Manchester United,  Champions League 2015/2016 (2-1)

Risultato PSV - Manchester United,  Champions League 2015/2016 (2-1)
PSV
2 1
Manchester United
PSV: PSV (4-3-3): Zoet; Arias, Moreno, Bruma, Brenetr; Hendrix, Guardado (71' Schaars), Propper; Narsingh, de Jong, Lestienne.
Manchester United: Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Darmian, Smalling, Blind, Shaw (23' Rojo); Schweinsteiger, Ander Herrera (75' Fellaini), Young (86' Valencia), Mata, Depay; Martial.
SCORE: 40' Depay, 46' Moreno, 57' Narsingh.
ARBITRO: Nicola Rizzoli
NOTE: Si gioca al Philips Stadium di Eindhoven per la prima giornata di Champions League, girone B. PSV contro Manchester United.

Per questa notte di Champions League è davvero tutto. Micael Caviglia (@Mikavi15) e tutta la redazione calcio di Vavel Italia vi augura un buon proseguimento di serata e vi aspetta per i prossimi live, tutti da seguire insieme a noi!

Il Manchester United, che era riuscito a passare in vantaggio, esprime buon calcio solo a tratti. Tanto possesso palla (chiude col 62%), ma poco incisivo. Il PSV è stato bravo a sfruttare quelle poche occasioni che si è creato, è stato più incisivo sotto porta ed ha sfruttato una giornata opaca degli uomini di van Gaal. Il Red Davils, privi della loro anima Wayne Rooney, non riescono ad imporsi e soccombono all'entusiasmo degli olandesi. Esordio amaro per Louis Van Gaal, che ora dovrà riflettere. 

Al Philips Stadium si fa festa! E Depay applaude i suoi ex tifosi.

93' - TRIPLICE FISCHIO! IL MANCHESTER TORNA IN CHAMPIONS CON UNA SCONFITTA! 2-1 PSV!

92' - Sul fallo di Fellaini dovrebbe chiudersi il sipario sulla partita.

Ultimi attimi del match!

90' - Punizione interessante per il Manchester. Tutti in the box.

Tre minuti di recupero.

89' - Lanci lunghi. Si cerca disperatamente Fellaini di testa.

87' - Il Manchester si riversa in avanti. Con poche idee.

86' - Cambio: Valencia per Young tra le fila del Manchester United.

84' - Non c'è nessuno! Depay va via in velocità sulla destra, cross a seguire che però non trova nessuno in area.

83' - de Jong! Vicino al gol l'attaccante del PSV, il suo tiro a pochi passi dalla porta è alto di poco!

82' - Lestienne in volata con pallone, tenta il colpo da fuori ma De Gea è posizionato bene.

80' - Mata a rimorchio su sponda di Fellaini. Lo spagnolo è impreciso al tiro.

79' - Possesso palla Manchester United 60%. 

78' - Il Manchester non trova spunti, il PSV è ordinato in difesa.

Fellaini sarà importante negli ultimi minuti della gara. Se il Manchester non dovesse trovare il gol, le proverà tutte con i lanci lunghi in cerca della testa del belga, molto pericoloso sulle palle aeree. 

75' - Cambio per van Gaal: dentro Fellaini, fuori Herrera.

74' - Linea difensiva del PSV quasi a cinque, tutti dietro a difesa del prezioso vantaggio.

73' - Ci prova Depay, tiro stoppato.

71' - Cocu interrompe il pressing dello United. Dentro Schaars, fuori Guardado.

70' - Corner per lo United. Fischi assordanti del Philips Stadium.

66' - Giallo per Smalling. Intervento scomposto a metà campo.

64' - Herrera prova il tiro da fuori, nessun problema per Zoet.

63' - I Red Davils faticano a trovare spazi, il PSV si chiude ed è pronto a ripartire.

60' - Occasione d'oro per Depay!!! Ad un passo dalla porta non trova il gol, Manchester vicino al pareggio!!

57' - GOOOOOLLLLLLLLLLLLL!!!! 2-1 PSVVVVVVVVVV!!! HA SEGNATO NARSINGH!!!

55' - Rizzoli estrae il suo primo cartellino giallo della partita. E' per Arias, che ha sbambettato Young.

Questo il colpo di testa di Moreno, che vale l'1-1.

45' - Si riparte!

Primo tempo ricco di emozioni. Una prima parte di studio, intervallata dal brutto infortunio di Luke Shaw, poi seguita dal forte pressing del Manchester United. Nel giro di cinque minuti tre occasioni nitide per gli uomini di Van Gaal, che non riescono a dar seguito al gran gol di Depay. Poi la risposta immediata e inaspettata del PSV, che su palla inattiva trova un Moreno super protagonista (purtroppo non solo per il gol, ma anche per l'infortunio di Shaw). 

Rizzoli fischia, termina il primo tempo tra PSV e Manchester United.

Si gioca per altri due minuti.

51' - Young ancora pericoloso sulla destra, cross teso ma nessuno ha tagliato coi tempi giusti.

50' - UUHHHH!! United pericoloso! Ancora Depay, che non trova l'attimo giusto per colpire su cross da destra.

I tifosi del PSV cantano festanti. Intanto purtroppo per Luke Shaw si parla di stagione finita.

46' - INVECE PAREGGIA IL PSV!!!!!! GOOOOOOOOLLLLL!!! HA SEGNATO DI TESTA MORENO!!!

Minuti ad alta intensità, lo United la vuole chiudere.

43' - ANCORA UNITED! SMALLING RUBA PALLA A CENTROCAMPO, IL PSV E' SCOPERTO E LO LASCIA ANDARE AL TIRO DA SOLO DAVANTI AL PORTIERE, CHE DICE DI NO!

42' - ANCORA DEPAY, IN VELOCITA', PERICOLOSISSIMO IL SUO DIAGONALE DI SINISTRO, UN SOFFIO AL LATO!

40' - PROPRIO LUUUUUUIIIIIIIIIIII!!!!! MEEEEMPHIS DEEEEEPAAAYYYYY! GOOOOLLLLLL!!! CHE GOOOOL!!!

39' - Una serie di tentativi dal limite dell'area dello United, tutti rimpallati!

37' - Martial, stretto nella morsa dei difensori, non riesce a girare bene di testa. Di un metro al lato del palo il suo colpo di testa.

36' - Punizione pericolosa per lo United, all'altezza del vertice d'area di rigore.

34' - Nulla di fatto, si riparte dai difensori. Il PSV si difende con ordine.

34' - Il Manchester riprende il possesso di palla, ora è corner per i Red Davils.

31' - Ora il PSV! Ancora fuorigioco, questa volta di Lestienne. Ma i padroni di casa sono pericolosi, sopratutto sulle fasce!

30' - Fuorigioco di Bernet, la difesa del Manchester era stata infilata sulla corsia di sinistra.

28' - Si riprende a rilento.

22' - Ora Shaw viene messo sopra la barella, tutto coperto. Esce tra gli applausi dei tifosi del PSV.

Ripensando allo scontro, mi verrebbe da dire che il problema sia alla tibia. Probabilmente una frattura, ma ripeto: non fanno vedere le immagini.

20' - Ancora i medici in campo.

Non vengono mostrate le immagini dello scontro addirittura per la direzza di quest'ultime. I medici sono sopra al ragazzo, attimi di apprensione in campo.

17' - E' pronto il cambio! ROJO PRONTO A SOSTITUIRE SHAW.

15' - Shaw a terra, entra la barella. In velocità si e scontrato con Moreno.

14' - Percussione di Shaw! Moreno ci mette la gamba e trova (fortuna sua) il pallone, ma anche un po' del povero Shaw dolorante.

12' - United nella metà campo avversaria da qualche minuto. Giro palla che non trova ancora sbocchi.

8' - Pressing Manchester United, Guardado rischia di perdere palla a centrocampo ma riesce ad ottenere un fallo.

6' - Depay! Subito pericoloso l'ex PSV con un tiro cross basso, nessun tap-in vincente. Si salva il PSV.

Manchester United in campo con la terza maglia, nera con ricami fluo arancio. Il PSV con la classica maglietta a strisce bianco rosse.

2' - Ritmi subito intensi, Martial e Lestienne provano ad essere pericolosi in velocità: bloccati!

20.45 - Si scaldano i tifosi del PSV, parte il match!

20.43 - Le squadre entrano in campo, parte l'inno della Champions (se volete sapere cosa dice, andate qui sotto)!

Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale di Psv-Manchester United, gara valevole per la prima giornata della fase a gironi della Champions League 2015/2016. Da Micael Caviglia (@Mikavi15) e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l'augurio di una buona serata in nostra compagnia. 

20.13 - Il Philips Stadium si deve ancora riempire, intanto le squadre sono in campo per il riscaldamento.

Tutto confermato per il PSV, nessuna sopresa. Van Gaal invece decide di spostare Ander Herrera in mediana a fianco di Schweinsteiger, lasciando in panchina sia Carrick sia Scneiderlin. Davanti fiducia a Martial, che vince il ballottaggio con Fellaini. Sorpresa Young sulla destra, con Mata che torna a fare il trequartista centrale.

19.58 - Sono arrivate le formazioni ufficiali!

Curiosità: cosa dice l'inno della Champions League?

Ormai noto a tutti, accompagna le nostre serate calcistiche infrasettimanali ormai da anni. E' l'inno che tutti i tifosi vorrebbero sentire allo stadio mentre entrano i propri beniamini, è l'inno che fa sognare e che lega il calcio con la musica classica in maniera indissolubile. Ma cosa dice il coro che lo canta? A parte il comprensibile e amato 'the Chaaampiooooons', le altre parole sono in inglese, francese e tedesco - le tre lingue ufficiali della Uefa - e compongono un testo banale e scontato, per quanto la melodia sia azzeccata e coinvolgente. Ecco la traduzione:

Queste sono le squadre migliori, 
Sono tutte le squadre migliori, l’evento principale. 
I maestri, i migliori, le migliori squadre, i campioni. 

I grandi ed i migliori! 
Una grande manifestazione pubblica, l’evento principale: 
questi sono gli uomini, 
loro sono i migliori, 
sono questi i campioni! 

I maestri, i migliori, le migliori squadre, i campioni. 
I maestri, i migliori, le migliori squadre, i campioni. 

Uefa Youth League

Prima del match più atteso, PSV e Manchester United U19 si sono affrontate in questo pomeriggio nella competizione giovanile della Champions League. Ha vinto il Manchester United 3-0, ora toccherà ai grandi.

Zona Tweet

Il mondo social accompagna da qualche anno a questa parte le partite di ogni campionato, di ogni competizione sportiva. Sono proprio gli atleti a commentare e a postare foto in attesa o dopo il match. Vediamo come i giocatori del Manchester cinguettano il pre gara.

Antonio Valencia, che molto probabilmente partirà dalla panchina, posta una foto con l'amico Juan Mata, si dice motivato a partire col piede giusto in Champions League.



Il personaggio principale di quest'ultimo calciomercato, David De Gea, dopo essere stato ad un passo dal Real, non vede l'ora di ricominciare la Champions con la sua squadra.



Tanto fermento in casa United, anche Schweinsteiger non vede l'ora di giocare la Champions.


 

Conferenze Stampa

Van Gaal: "Dobbiamo dimostrare in campo se siamo in grado di vincere queste partite. La sfida per noi inizia ora. L'anno scorso siamo stati la quarta squadra in Premier League e per questo ci siamo qualificati per la Champions League, ma ora dobbiamo dimostrare che possiamo giocare a questi livelli. Non so se siamo in grado sinceramente, devo aspettare e vedere. Si tratta di un campo difficile. Non ho vinto tanto qui a livello di allenatore, non con il Barcellona o con l'Ajax. Ho vinto con l'AZ Alkmaar. Un pareggio in trasferta è sempre un buon risultato a mio parere, ma voglio vincere. La prima partita è sempre molto importante e lo stesso vale anche per il PSV. Giocherò con la squadra migliore, come faccio sempre. Ho rispetto per il PSV, ci ho giocato per 10 anni, quindi provo un sentimento speciale,ma se dovessi vincere festeggerò.Il calcio è pur sempre un gioco. Un pareggio in trasferta è sempre un buon risultato ... ma voglio  i 3 punti. La competizione è un livello differente dalla Premier,  dovremmo aiutarci a vicenda."

Cocu: Le prime domande sono sul neo acquisto del Manchester United, il suo ex attaccante Mamphis Depay, "Credo che tutti i giocatori abbiano bisogno di tempo prima di adattarsi a certi campionati come la Premier League. Non sono sorpreso Depay stia avendo alti e bassi: è un giocatore che rischia tanto nel suo stile di gioco. Quindi è decisivo oppure riceve critiche. Alcune partite finiranno bene, sono convinto le cose miglioreranno con il tempo. Segnerà, è un giocatore verticale a cui piace andare in porta. Ma non segnerà solamente: ha una buona visione, ha sempre un occhio sui compagni. E' un giocatore che la squadra avversaria tenderà sempre a raddoppiare e ciò può essere un beneficio per la squadra. E' normale abbia bisogno di tempo per crescere. Fisicamente è forte ed apprende velocemente". Recentemente Carrick e Rooney hanno detto che l'atteggiamento di van Gaal ha portato lo spogliatoio ad essere un po' mogio: "Ogni giocatore ha le sue preferenze", dice Cocu "Fa parte del proprio stile. Noi abbiamo il nostro"." Che tipo di squadra sono? Molto forte con la palla fra i piedi, non perdono tanti possessi. La cosa più importante è creare opportunità per mettere in mostra le nostre doti e poi vedere alla fine che risultato avremo ottenuto". "Il mio rapporto con van Gaal? Non siamo in contatto così tanto. Eravamo insieme in Nazionale e col Barcellona. Mi ha fatto diventare un giocatore migliore, con più qualità tattiche. Quando mi sono ritirato ci siamo incontrati qualche volta senza mai discutere".

Le probabili formazioni 

Psv -
 Per la partita Cocu ha un paio di dubbi: a sinistra potrebbe mandare in panchina Simon Poulsen preferendogli Brenet, che nasce terzino destro ma lì ha giocato quattro partite delle cinque di Eredivisie. L'altro ballottaggio in mediana, dove Maher potrebbe saltare: l'alternativa è spostare Guardado interno ed inserire Hendrix. Per il resto il 4-3-3 e con sé i propri uomini cardine dovrebbe essere confermato. Out, oltre a Willems, anche Jozefzoon.

 

Manchester United - Di ben altra pasta la rosa dello United, che dovrà però fare a meno di Wayne Rooney. Il capitano dei Red Devils non ha giocato nemmeno il match con il Liverpool, vittima di un infortunio muscolare che lo ha fermato nell'allenamento di sabato. Facile ipotizzare quindi una maglia da titolare per Martial, in rampa di lancio. Le sensazioni dicono quello ma non è da sottovalutare lo scenario nel quale van Gaal preferisce che i piedi dell'attaccante rimangano per terra e lo mandi in panchina preferendogli Fellaini, che contro il Liverpool ha agito proprio da centravanti. Nel 4-2-3-1 dello United alle spalle del centravanti che sarà agiranno sicuramente Depay, molto probabilmente Mata (a meno di inaspettati riposi) ed Ander Herrera, che in quella posizione ha giocato nel week-end. In mezzo al campo solito ballottaggio con tre uomini per due posti: Schweinsteiger, Schneiderlin e Carrick. In difesa ci saranno ancora Smalling e Blind (Rojo ha litigato con LvG e deve ancora debuttare quest'anno) mentre chiuderanno la linea a quattro Darmian e Shaw, al solito. In porta De Gea, fresco di ri-arruolamento di settimana scorsa, dopo il rinnovo. Convocati sia James Wilson (per il quale si parla di prestito in Championship) ed Andreas Pereira (ex PSV), che erano in dubbio.  

 

Convocazioni e indisponibili

Louis van Gaal dovrà rinunciare al “miglior capitano che abbia mai allenato”, come l’ha descritto in una sua dichiarazione. Stiamo parlando di Wayne Rooney che per problemi muscolari non è nemmeno partito per Eindhoven. James Wilson e Andreas Pereira sono stati convocati tra i 20 che ieri hanno sostenuto l’allenamento nello stadio del PSV. Tra loro c’era il nuovo beniamino di casa Anthony Martial, che col Liverpool ha subito segnato all’esordio. Per quanto riguarda i padroni di casa, Jetro Willems è già sceso in campo questa stagione dopo essersi infortunato al ginocchio il 14 Luglio, quindi sarà disponibile, mentre Florian Jozefzoon è ancora out a causa della rottura dei legamenti avvenuta a Gennaio.

Manchester United: De Gea, Sergio Romero; Antonio Valencia, Darmian, Smalling, Rojo, Daley Blind, McNair, Shaw; Carrick, Schweinsteiger, Schneiderlin, Ander Herrera, Fellaini; Depay, Mata, Ashley Young, Andreas Pereira; James Wilson, Martial.

Mamphis Depay, proprio tu...

30 Luglio 2013, ore 22.01, Philips Stadion. Il PSV Eindhoven sta disputando l'andata del terzo turno preliminare per entrare in Champions League. I vice-campioni d'Olanda stanno sfidando i vice-campioni di Belgio.  In campo per la prima volta con la musichetta di Tony Britten nelle orecchie c'è un ragazzino di 19 anni, l'anno prima affacciatosi in prima squadra. E' partito titolare, ha appena preso palla in una zona morta del campo. Fascia sinistra, mediamente lontano dalla porta. Si è stancato dello 0-0, ha accelerato lasciando partire un bolide di collo esterno. I capelli mechati, la faccia spavalda che non vuole tradire l'emozione, l'abbraccio dei compagni. E' questo l'esordio di Memphis Depay in Champions League. Finirà 2-0, con lo stadio del PSV che comincia a fantasticare al pronunciare il nome del ragazzino. Sfortunatamente per il PSV al play-off successivo il Milan porrà fine al sogno, sfortunatamente per Depay l'anno successivo dovrà divertirsi solamente in Europa League.

Quel ragazzo estroverso, dalla visiera del capello ribaltata, i tattoo per tutto il corpo, l'espressione swag del fuccboi classe 90, torna ad udire la musichetta poco più che due anni dopo. Il motivetto deve piacergli perché dopo 13 minuti che un'altra squadra belga sta cercando di impedirgli l'accesso al palcoscenico più suggestivo del calcio europeo prende palla sempre da sinistra, manda fuori tempo il primo difensore con un sombrero, il secondo ed il terzo con due finte di tiro ed una volta in area di rigore fa il solletico al palo. Tempo trenta minuti e sulla fascia mancina stavolta decide di muoversi senza palla, taglia dietro il terzino e verso il centrale. Centrale che elude con lo stop di esterno col piede destro, prima di stuzzicare di nuovo il palo, questa volta con un preciso e morbido tiro preciso. Doppietta. Questo è il Memphis Depay che indossa il mantello nelle notti di Champions.

Questo è il Depay che tornerà al Phillips Stadium dopo aver superato le 100 presenze con la maglia a strisce bianco e rosse. Queste le sue statistiche con il PSV:
Partite giocate: 124
Gol: 50
Assist: 24
Cartellini gialli: 7
Cartellini rossi: 1
 

Van Gaal contro l'allievo

Questo match offre anche altri incroci sentimentali. Oltre al già discusso ritorno di Memphis Depay allo stadio che lo ha fatto nascere, in panchina si sfideranno due olandesi e due ex compagni di spogliatoio. Infatti Phillip Cocu è stato allenato da Louis van Gaal al Barcellona dal 1998 al 2000 e nella stagione 2002-2003, ma anche nel 2001-2002 nella Nazionale dell’Olanda.

Arbitro

Sarà l'italiano Nicola Rizzoli, che è stato l'arbitro dell'ultima finale dei Mondiali (Germania-Argentina 1-0).
E' stato il fischietto del Manchester United già tre volte (2 vittorie e un pareggio), sarà la prima volta che arbitrerà il PSV.

Come arrivano le due squadre

Manchester United: 
i Red Davils vengono da un'importante vittoria contro il Liverpool per 3-1. 10 punti in 5 partite il loro bottino in Premier League. Rispetto all'anno passato, si sono fatti passi in avanti e van Gaal sembra avere le idee più chiare. Con gli arrivi di Darmian, Schweinsteiger, Schneiderlin, Depay e Martial la squadra si è rafforzata e non poco. Il modulo è chiaro per il tecnico olandese, non più stravolgimenti particolari come la stagione scorsa: si parte con un 4-2-3-1 adattabile a 4-3-3. Rooney, questa sera indisponibile, è tornato a fare il centravanti dopo aver giocato a centrocampo. La variabile di quest'anno è Fellaini come riferimento centrale dell'attacco: il belga potrebbe partire titolare, è in ballottaggio con Martial.

PSV: i 22 volte campioni d'Olanda non hanno ancora perso in campionato. Due battute d'arresto (pareggi con Heerenveen e ADO), poi tre vittorie contro Groniger, Feyenoord e Cambuur. Ora sono quarti con 11 punti, a meno 2 dalla capolista Ajax. Ritornano a giocare i gironi di Champions League dopo sei anni e saranno trascinatoi dall'entusiasmo del Philips Stadium, destinato ad un tutto esaurito. Saranno quindi circa 35.000 gli spettatori per questa notte di Champions. 

I precedenti 

Quattro i precedenti, di cui due in Champions: fase a gironi del 2000/01, 3-1 a Manchester (Sheringam; van Bommel; Scholes, Yorke) e 3-1 ad Eindhoven (ancora Scholes; Bouma, ancora van Bommel e Kezman). Gli altri due in UEFA Cup, al secondo turno, nell'autunno dell'84: 0-0 in Olanda ed 1-0 ai supplementari all'Old Trafford (Strachan). L'ultima incrocio del PSV con una squadra inglese è invece datata 2008, proprio nell'ultimo girone di Champions disputato. Doppio 3-1 anche qui, ma il PSV le perde entrambe. Lo United ha affrontato un olandese nei sedicesimi di finale dell'Europa League 2012/13: 0-2 in all'Amsterdam Arena e sconfitta per 1-2 a Manchester