Il Real Madrid affronta lo Shakhtar, la prima di Benitez

Spagnoli contro ucraini, calore mediterraneo contro gelo dell'est: una partita da seguire assolutamente.

Il Real Madrid affronta lo Shakhtar, la prima di Benitez
Il Real Madrid affronta lo Shakhtar: si parte!

Una sfida inedita in uno stadio mozzafiato quale il Santiago Bernabeu: questo sarà Real Madrid-Shakhtar Donetsk. I blancos hanno ingranato la quinta, polverizzando 0-6 l’Espanyol e la rivoluzione tattica del tanto criticato Benitez già spaventa le big d’Europa. Il Real si sta dimostrando una rosa solida e perfetta in difesa, a differenza dello scorso anno, mentre l’attacco non presenta problemi. Giocare in casa, poi, è sempre un vantaggio in più. Entrambe le squadre inoltre, stando alle prime partite, segnano molto (11 gol il Real nella Liga, 17 per lo Shakhtar in Pari-Match) e subiscono poco: 5 reti per lo Shakhtar ed addirittura 0 per il Real.

Lo Shakhtar sarà sicuramente più avanti nella preparazione, avendo affrontato già 7 match in campionato. La compagine ucraina è seconda in classifica  ed ha annichilito 0-5 il Metalist nell’ultimo turno di campionato. Gli ucraini non sono più quella fucina di talenti che ha fatto lo sgambetto a tante big europee negli ultimi anni, ma chi mastica calcio sa quanto sia difficile affrontare le formazioni dei Paesi freddi, già in condizione avendo iniziato prima i rispettivi campionati. Gli uomini più attesi saranno, sicuramente, Cristiano Ronaldo ed Alex Teixeira. Stando alle voci che filtrano, il Real dovrebbe presentarsi con il modulo marchio di fabbrica di Benitez, il 4-2-3-1. Lo Shakhtar, invece, se non dovesse optare per una disposizione tattica più ‘difensivista’, dovrebbe scendere in campo con un classico 4-4-2, modulo che sfrutterebbe appieno le potenzialità di Teixeira. Siamo aperti, però, ad improvvise rivoluzioni.

Come detto, il match è un inedito per la Champions League, motivo in più per seguirlo con attenzione. Esordire bene in Champions, inoltre, può essere un vero e proprio sprint, capace di dare una bella carica in vista degli impegni futuri. Tutti sintonizzati, quindi, a Madrid: le sorprese, in fondo, possono sempre capitare.

DI SEGUITO LE QUATTRO SQUADRE DEL GIRONE:

Real Madrid, Shakhtar Donetsk, Malmoe, Paris Saint Germain