Champions League: Wolsfburg - PSV, per dare una scossa al gruppo B

Il Gruppo B di Champions League è, senz'altro, quello più equilibrato: Manchester United, CSKA Mosca, Wolfsburg e PSV Eindhoven, tutte appollaiate a quota tre punti. Tutte e quattro le formazioni cercano una vittoria stasera, per delineare le gerarchie del girone.

Champions League: Wolsfburg - PSV, per dare una scossa al gruppo B
Wolsfburg-PSV, per dare una scossa al gruppo B

Alla terza giornata di Champions League, è arrivato il momento di dare uno slancio alla propria classifica, riscattare le delusioni precedenti e cercare una vittoria per tentare la fuga dalle rivali del girone. Stasera, alla Volkswagen Arena di Wolfsburg, si scontreranno Wolfsburg e PSV Eindhoven, in quello che potremmo già definire uno scontro diretto. Entrambe le formazioni hanno all'attivo una vittoria e una sconfitta: i tedeschi hanno esordito contro il CSKA Mosca, facendo bottino pieno, grazie al gol di Julian Draxler, mentre il PSV stendeva, a sorpresa, il Manchester United per 2 a 1. Nella giornata successiva, pronto riscatto per il Manchester, che con un sontuoso Mata, si è portato a casa i tre punti contro i tedeschi, in contemporanea alla vittoria del CSKA contro il PSV, trascinato da un super Doumbia. Le due squadre non si sono mai affrontate in Champions League, nè tantomeno in Europa League. Scontro inedito, quindi, anche se la punta del Wolfsburg, Bas Dost, olandese di nascita, ha affrontato ben nove volte il PSV Eindhoven. 

QUI WOLFSBURG- I ragazzi di Hecking arrivano da un momento altalenante: nonostante la vittoria per 4-2 contro l'Hoffenheim, il campionato è compromesso per il Wolfsburg, il Bayern Monaco capolista dista dodici punti. Il tecnico tedesco nasconde la pressione pre-PSV, mostrando un basso profilo: "Non lo sarà, indipendentemente dal risultato. Il nostro obiettivo è quello di battere il PSV, lo vogliamo fortemente. Il PSV è una squadra equilibrata, dovremo dare le giuste risposte sul campo. Ma nessun risultato sarà decisivo, perché dopo di questa ci saranno altre tre gare da disputare. Anche se dovessimo perdere, avremmo comunque buone opportunità di superare il turno".
Dost e compagni, scenderanno in campo con il 4-2-3-1, con l'olandese principale terminale offensivo. Dietro la punta, linea di trequarti composta da Draxler, Caligiuri e Kruse, mentre nella mediana a due partono dal primo minuto Guilavogui con Arnold (favorito nel ballottaggio con Luiz Gustavo). A blindare l'area di Benaglio, difesa a quattro con Dante e Naldo centrali e Rodriguez e Trasch sulle fasce.

QUI PSV- Situazione simile anche per gli avversari, che perdono terreno dalla vetta, occupata dall'Ajax e dal Feyenoord, con quattro punti di handicap. Philip Cocu sfida il Wolfsburg: "C'è paura, non c'è dubbio, ma se fossimo ansiosi prima di iniziare la partita sarebbe meglio restare a casa. Chiaro è che in Champions non possiamo permetterci degli errori. Contro il Manchester United abbiamo dimostrato che possiamo vincere e vogliamo farlo anche contro il Wolfsburg".
Il tecnico degli olandesi dovrà fare i conti con l'assenza di Lestienne, lanciando un tridente composto da Narsingh, De Jong e Pereiro, con il centrocampo a tre di supporto costituito da Guardado, Propper ed Hendrix. Retroguardia a quattro, con Bruma, Moreno, Poulsen e Brenet, con il solito Zoet tra i pali. 

Champions League