Siviglia - Manchester City, spagnoli all'ultimo ballo

Emery si gioca tutto, Pellegrini mette la Juve nel mirino.

Siviglia - Manchester City, spagnoli all'ultimo ballo
Siviglia - Manchester City, spagnoli all'ultimo ballo

Tutto in una notte. L'avventura europea del Siviglia passa dai 90 minuti del Ramon Sanchez Pizjuan. Battere il City per accendere la corsa agli ottavi, cancellare l'altalena recente e respirare profumo d'impresa. Avvicinamento difficile per l'undici di Emery, al tappeto nel turno trascorso in Liga. 2-1 sul campo del Villarreal, con il sottomarino giallo trascinato da Mario Gaspar e Bakambu. Llorente avvicina il Siviglia, ma al triplice fischio è sconfitta bruciante. Solo 12 i punti raccolti dagli spagnoli in campionato, 3 in Coppa. 

Ben altro clima a Manchester. Il City divide la vetta con l'Arsenal e giunge alla gara odierna dopo il 2-1 al Norwich, con il rigore decisivo di Yaya Tourè al tramonto della partita. In Champions, il Manchester non entusiasma, zoppica, ma al momento occupa una tranquilla seconda posizione. Pellegrini ha due risultati su tre, può quindi aspettare il Siviglia per affondare in contropiede. 

A dividere le due compagini, la gara d'andata, unico precedente, al momento, tra Siviglia e City. All'Etihad, bella prova dei ragazzi di Emery, con beffa in pieno recupero a firma De Bruyne. Questa l'istantanea che sfalda il Gruppo D e mette spalle al muro la squadra di casa.  

Il Siviglia, per la gara di questa sera, deve rinunciare a Gameiro, occasione quindi al centro dell'attacco per Llorente, con Immobile a disposizione. Nei tre alle spalle del basco, un ballottaggio in essere tra Iborra e Banega. Ai lati, Vitolo e Konoplyanka. 

Con la presenza di Iborra, Banega si piazza un passo indietro, a fianco di Krychowiak, in alternativa spazio a N'Zonzi. Sergio Rico difende i pali, al centro della difesa, Rami - sfortunato protagonista all'andata - e Kolodziejczak - con Coke a destra e Tremoulinas a sinistra. 

Defezioni pesanti nel City. Pellegrini non può disporre della qualità di Aguero e Silva. Assente Zabaleta, a sinistra, nel settore di difesa, gioca Kolarov. Hart - non impeccabile in Premier - tra i pali, Otamendi affianca Kompany, Sagna esterno di destra. 

La cerniera di centrocampo è la consueta, con Fernandinho e Tourè, sulla trequarti rapidità e tecnica: Sterling e Navas a sfrecciare in corsia, De Bruyne parte dalla zona di mezzo, con Bony perno offensivo.

Emery "Il Manchester City è primo in Premier League e conta molto su questa partita. La nostra unica possibilità per qualificarci è una vittoria. Abbiamo giocato bene a Manchester ma abbiamo perso. Dobbiamo migliorare gli aspetti del gioco che non ci hanno permesso di vincere. Sarà molto difficile – [le rivali del Gruppo D] Juventus e Manchester City hanno le carte in regola per arrivare in finale e vincere".

Pellegrini "Un pareggio non sarebbe un cattivo risultato ma dovremo pensare alla vittoria fin dall'inizio. Dobbiamo dimostrare di essere una squadra di grande qualit: vincere. Naturalmente la cosa più importante è qualificarci al prossimo turno. Abbiamo un'ottima squadra e, anche se abbiamo diversi infortunati, siamo in buon momento e spero che continueremo a migliorare". 

Champions League