La Juve ferma la corazzata Bayern, Guardiola: "Ho fatto i complimenti ad Allegri"

Il tecnico dei tedeschi commenta così il 2-2: "E' vero loro hanno possibilità di passare, ma ne abbiamo anche noi. La gente oggi si è divertita"

La Juve ferma la corazzata Bayern, Guardiola: "Ho fatto i complimenti ad Allegri"
La Juve ferma la corazzata Bayern, Guardiola: "Ho fatto i complimenti ad Allegri"

Allo Juventus Stadium l'andata degli ottavi di Champions League tra Juventus e Bayern Monaco finisce 2-2. Rimonta col cuore in una partita che sembrava ormai persa per i bianconeri, sotto di due reti nella ripresa (con Muller e Robben),  ma bravi a reagire con Dybala e Sturaro.  Ora a Monaco servirà un'impresa per la squadra di Allegri.

Pep Guardiola, allentore dei bavaresi, ha commentato ai microfoni di Premium Sport i 2-2 dello Stadium. I tedeschi hanno schiacciato letteralmente la Juventus nella propria metà campo, ma una volta attaccati nel secondo tempo, hanno mostrato tutta la loro fragilità difensiva :"Non è una colpa aver fatto rientrare la Juventus in gioco. Ci sta subire qualcosa, loro sono una squadra forte. Voglio analizzare la nostra gara, e dico che sono contentissimo della nostra prestazione, è una delle giornate che voglio ricordare nella mia carriera. La condizione fisica non c’entra un c***o.. La Juve può superare il turno, ma anche noi.  La gente si è divertita sicuramente". Un elogio ad Leonardo Bonucci: "E’ uno dei miei giocatori preferiti, da sempre". Chisura sul suo addio a fine stagione: "Il mio addio? Il fatto che possa incidere o meno sarebbe da sottoporre alla squadra, non a me. Non avrei mai pensato di venire qui a Torino e vincere 7-0. Sono soddisfatto della nostra partita, la qualificazione resta comunque ancora aperta." 

Anche l'ex bianconero, Arturo Vidal, ora in forza al Bayern Monaco ha commentato il risultato di questa sera: "Il rigore? Secondo me non c'era. Il braccio era troppo vicino al corpo. Per quanto riguarda la partita, mi sono trovato bene dietro, può essere un'idea per il mio futuro. Rimpianto di aver lasciato Torino? Non è stato facile aver lasciato il club, ma è andata così. Ho passato degli anni bellissimi, ma era giunto il momento di cambiare".


Share on Facebook