Champions League, Suarez azzanna l'Atletico Madrid: 2-1 al "Camp Nou"

Nell'andata dei quarti di finale una doppietta di Suarez ribalta l'iniziale vantaggio di Torres che, nel primo tempo, si fa anche espellere.

Champions League, Suarez azzanna l'Atletico Madrid: 2-1 al "Camp Nou"
Champions League, Suarez azzanna l'Atletico Madrid: 2-1 al "Camp Nou"
BARCELLONA
2 1
ATLETICO MADRID
BARCELLONA: TER STEGEN; PIQUE', MASCHERANO, JORDI ALBA, DANI ALVES, BUSQUETS ( 81' SERGI ROBERTO), INIESTA ( 83'ARDA TURAN), RAKITIC ( 74' RAFINHA), MESSI, SUAREZ, NEYMAR. ALL. LUIS ENRIQUE
ATLETICO MADRID: OBLAK; FILIPE LUIS, GODIN, LUCAS HERNANDEZ, JUANFRAN, SAUL ( 90' CORREA), GABI, KOKE, CARRASCO ( 54' AUGUSTO), GRIEZMANN ( 76'THOMAS), TORRES. ALL. SIMEONE
SCORE: 2-1. 0-1 25' TORRES, 1-1 63' SUAREZ, 2-1 74' SUAREZ
ARBITRO: FELIX BRYCH AMMONITI: BUSQUETS, SUAREZ (B) OBLAK, LUCAS, FELIPE LUIS, KOKE, GRIEZMANN, TORRES, AUGUSTO (A) ESPULSI: TORRES (A)
NOTE: STADIO CAMP NOU INCONTRO VALIDO PER L'ANDATA DEI QUARTI DI FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

Succede di tutto al "Camp Nou". Nell'andata dei quarti di Champions League gli uomini di Luis Enrique battono l'Atletico Madrid 2-1, grazie alla doppietta di Suarez che ribalta l'iniziale vantaggio di Torres. Per quanto riguarda la gara è proprio l'Atletico a passare in vantaggio al 25' grazie al destro di Torres su assist meraviglioso di Koke. Lo stesso "Nino" si fa però espellere per somma di ammonizioni al 35'. Nella ripresa il Barca schiaccia l'Atletico e trova prima il gol del pari al 63' con un tocco sotto porta di Suarez e poi al 74' il sorpasso con un colpo di testa dello stesso Suarez. Discorso qualificazione rimandato al "Calderon" il 13 aprile.

La gara

Luis Enrique ritrova al centro della difesa Piqué, assente per squalifica nel ritorno contro l'Arsenal. Fantasia, potenza ed estro affidato al trio offensivo Messi-Neymar-Suarez, e spettacolo assicurato grazie al filtro e alla qualità offerta dalla mediana, composta da Iniesta, Busquets e Rakitic.  L'Atletico Madrid si schiera col classico 4-4-2: in difesa rientra Godin, che fa coppia con Hernandez, classe 1996. Duo offensivo composto da Torres e Griezmann, mentre a centrocampo  Saul, Gabi, Koke e Carrasco.

Il primo squillo del match arriva al 5’ ed è del Barca: buona iniziativa di Iniesta, che porta palla fino alla trequarti, poi appoggia per Neymar, che gira a destra per Messi. L'argentino controlla e tira di sinistro, ma non trova la porta. Nei primi minuti match bloccato, grande lotta a centrocampo e squadre molto compatte. Pochi spazi a disposizione per gli attaccanti del Barca, che non riescono a far valere la loro velocità. Al 13’ ancora Barca pericoloso: Jordi Alba riceve sul fondo dopo un rimpallo tra Neymar e Juanfran, e crossa sul secondo palo, dove Messi arriva come un treno ma apre troppo il piatto e manca totalmente lo specchio. Al 19’  Messi vince un contrasto e allarga a destra per Alves, che serve un cross col contagiri per Neymar sul secondo palo. Il brasiliano, tutto solo e da due passi, alza clamorosamente la mira di testa. Al 26’, al primo acuto, l’Atletico passa:  grande imbucata centrale di Koke per Torres, che riceve tra Piqué e Mascherano e batte ter Stegen con un destro ravvicinato, 0-1. Al 32’ Atletico ad un passo dal raddoppio:  Torres lavora un gran pallone sulla trequarti e serve Griezmann, che anticipa Jordi Alba e conclude a incrociare con il sinistro. ter Stegen si allunga e risponde in corner. Al 35’ lo stesso Torres, già ammonito, commette un ingenuo fallo su Busquets. Brych non ha dubbi ed estrae il secondo giallo. Atletico in dieci per sessanta minuti. Il primo tempo termina sullo 0-1 tatticamente meritato per l’Atletico.

Parte forte il Barca nella ripresa, al 49’ rovesciata di Messi in area di rigore, sul tocco splendido di Neymar! Grande acrobazia, palla fuori di un soffio.  Al 51’ Barca vicinissimo al pareggio con la sfera che  termina a Neymar, che si accentra e con il destro a giro colpisce il legno. Al 54’ primo cambio per Simeone: Carrasco viene sostituito da Augusto Fernandez. Massima pressione del Barcellona. Al 55’ Rakitic crossa molto bene al centro dell'area, dove Neymar anticipa tutti e svetta da solo. Conclusione centrale, Oblak blocca. Un minuto dopo accelerazione improvvisa di Messi, che si aggiusta la sfera sul sinistro e conclude verso l'angolino basso sinistro. Oblak si distende e respinge, Godin anticipa Suarez. Al 62’ altro destro a giro di Neymar, che riceve sul vertice sinistro dell'area, si accentra e conclude sul palo lungo. La sfera termina fuori di un niente. Al 63’ arriva il pari: cross di Dani Alves sul lato destro dell'area, palla sul lato opposto, dove Jordi Alba tira di prima intenzione. La conclusione diventa un assist per Suarez, che da due passi mette dentro, 1-1. Fuori Rakitic e dentro Rafinha. L’Atletico è frastornato e al 74’ arriva il raddoppio: Suarez scambia con Dani Alves, che ricambia il favore con un cross al bacio. Godin perde la marcatura del connazionale, che non sbaglia di testa, da due passi. 2-1. Al 76’ cambia Simeone: Thomas entra al posto di Griezmann. All’81’ secondo cambio per il Barcellona: Sergi Roberto rileva Busquets. All’ 83’ arriva il terzo cambio con Arda per Iniesta. Al 90’ ultimo cambio per Simeone:Correa entra al posto di Saul Niguez. Il Barcellona prova a cercare il terzo gol ma non passa. Al “Camp Nou” finisce 2-1 ma il discorso qualificazione è tutto rimandato a mercoledi prossimo.

Champions League