Champions League, reti bianche all'Etihad: si decide tutto al ritorno

I Citizens ottengono il miglior pareggio possibile nelle mura amiche dopo aver rischiato, tantissimo, nei 90 minuti, in particolar modo nel secondo tempo.

Champions League, reti bianche all'Etihad: si decide tutto al ritorno
Modric salta il duo Fernando-Fernandinho in uno scatto della partita. | Real Madrid, Twitter.
Manchester City
0 0
Real Madrid
Manchester City: (4-2-3-1): Hart; Sagna, Kompany, Otamendi, Clichy; Fernandinho, Fernando; Jesus Navas (min. 77 Sterling), De Bruyne, David Silva (min. 41 Iheanacho); Aguero.
Real Madrid: (4-3-3): Keylor Navas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos (min. 87 Isco); Bale, Benzema (min. 46 Jesé Rodriguez), Lucas Vazquez.
ARBITRO: Cuneyt Cakir (TUR) ammonisce Pepe (min. 25), David Silva (min. 38), De Bruyne (min. 90 + 2).
NOTE: Andata delle semifinali della UEFA Champions League 2015-2016: all'Etihad Stadium in Manchester va in scena Manchester City-Real Madrid. La partita è iniziat alle ore 20:45.

Il City si accontenta: stallo completo sia tattico che atletico contro il Real Madrid all'andata e gara che termina sullo 0-0. Primo tempo davvero banalissimo con due squadre che si sono solo specchiate, mentre nella seconda frazione la maggior abitudine dei madrileni a giocare a questi livelli è uscita fuori con una serie di grandi occasioni tutte, però, che si sono infrante sul muro chiamato Joe Hart. In ottica ritorno, quello di questa sera è il miglior pareggio che i Citizens potessero ottenere nelle mura amiche, considerato che al Bernabeu basterà una rete per superare quanto fatto oggi dai Galacticos che hanno dimostrato di sentire molto l'assenza del portoghese con la numero 7. Di seguito trovate la cronaca del match.

Le formazioni iniziali presentano per il Citizens un 4-2-3-1 con Hart fra i pali; in difesa Sagna e Clichy terzini, Kompany e Otamendi in mezzo; mediana che sa di gioco di parole con Fernando-Fernandinho; Jesus Navas, De Bruyne e David Silva dietro all'unica punta, El Kun Aguero. La risposta dei Galacticos è la solita formazione meno il mostruoso Cristiano Ronaldo, grande assente della serata. Dunque Zidane opta per un 4-3-3 con Keylor Navas in porta; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos e Marcelo in difesa; Modric, Casemiro e Kroos il trio di centrocampo; tridente con Bale, Benzema e il giovane Lucas Vazquez col compito di non far sentire la mancanza di CR7.

La partita è molto equilibrata nel primo tempo e non si contano occasioni. Il conto dei tiri in porta segna 0 ad ambo i lati. Unico episodio da segnalare un duro intervento di Pepe sulla fascia destra d'attacco del City con De Bruyne che viene steso: il portoghese viene ammonito ma poteva anche andargli peggio, ma le moviole dimostreranno che un rosso sarebbe stato esagerato. Inoltre, una nota: al minuto 41 David Silva non ce la fa a continuare la gara dopo un contrasto e lascia il campo, facendo spazio al giovanissimo Iheanacho. Le fatiche offensive per il Real stanno nel trovare precisione nei passaggi agli attaccanti, mentre gli ospiti hanno giocato veramente buttando molti palloni sui piedi di Casemiro che, a sua volta, ne ha persi troppi nella prima frazione.

Nel secondo tempo comunque ci divertiamo di più già dopo appena 30 secondi: Aguero riceve una verticalizzazione e tira di sinistro secondariamente, con la sfera che finisce alta non di molto. Al 54' Sergio Ramos si inserisce su cross di Kroos (stasera siamo in vena di giochi di parole) sugli sviluppi di un corner e tira una frustata di testa che viene bloccata da Hart. Dopo 66 minuti Kroos stesso schiaccia una palla a terra con un tiro dai 22 metri ma manca il bersaglio. Al 71' enorme chance blanca: Jesé Rodriguez riceve al centro dell'area uno scavetto di Lucas Vazquez e colpisce di testa scavalcando Hart e venendo fermato solo dalla traversa. Alzano il ritmo i Galacticos con 3 minuti dopo Bale che si invola sulla fascia destra, rientra sul piede mancino e colpisce proprio con quest'ultimo mancando il bersaglio non di molto. Al 79' Hart respinge un colpo di testa ravvicinato di Casemiro dopo un corner dalla sinistra, altra enorme chance per gli spagnoli. Ancora 3 minuti e Hart salva nuovamente, sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla fascia mancina, una botta a colpo sicuro di Pepe sul secondo palo con un altro intervento istintivo sì, ma magistrale. In pieno recupero una punizione dalla sinistra di De Bruyne a rientrare impegna Navas in un intervento in corner. Non ci sono altre occasioni da segnalare: finisce 0-0 all'Etihad.

Champions League