Champions League, Saul regala l’andata ai Colchoneros: le voci dei protagonisti

La squadra di Simeone si aggiudica l'andata della seconda semifinale di Champions League grazie ad un gol di Saul all'11'..

Champions League, Saul regala l’andata ai Colchoneros: le voci dei protagonisti
Simeone, Twitter

Con un grandissimo gol di Saul l'Atletico Madrid si è imposto 1-0 nella semifinale d'andata di Champions League sul Bayern Monaco di Pep Guardiola.

Vittoria di cuore e grinta per gli uomini di Simeone che è intervenuto a fine partita ai microfoni di Mediaset Premium: "Mi aspettavo una partita del genere-come riporta tuttomercatoweb.com- E' stata bellissima, con due squadre che hanno mentalità differenti. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, facendo tutto cio' che volevamo. Nella ripresa, invece, è toccato a loro. Ora puntiamo al match di campionato contro il Rayo, poi penseremo al ritorno. Sarà una sfida difficile, dove a vincere sarà chi approfitterà meglio degli spazi". Chiusura sul futuro: "Ripeto cio' che ho detto ieri. Sono qui e sono molto contento, sto bene. Pero' sono un allenatore giovane ed un giorno andrò via da Madrid. Calcio italiano? Mi ha insegnato molto, come quello spagnolo e quello argentino. Ho cercato di prendere qualcosa da ogni posto in cui sono stato".

Anche Filipe Luis, difensore dell'Atletico Madrid, è intervenuto al termine della gara: "La qualificazione resta ancora al cinquanta e cinquanta, non dobbiamo pensare che tutto è fatto. Dobbiamo restare umili e sapere che c'è un'altra gara da giocare. Il ritorno sarà completamente diverso, non solo per l'ambiente ma anche tatticamente. Guardiola? E' un grande allenatore, ho avuto l'opportunità di stargli vicino. C'è un affetto reciproco".

Atletico Madrid Bayern Monaco 1-0, Vavel.es
Atletico Madrid Bayern Monaco 1-0, Vavel.es

Il discorso qualificazione resta aperto per la squadra di Guardiola: "Abbiamo fatto alcune cose- ha dichiarato Pep al termine della partita, come riporta goal.com-  non molto bene, per esempio il goal che abbiamo subito è il frutto dei nostri 'bassi toni' in quel frangente. Abbiamo mosso troppo lentamente la palla, anche a causa del campo che non ci ha aiutato. Nella seconda parte del match abbiamo giocato meglio ed abbiamo creato alcune occasioni da goal". Il tecnico del Bayern ha sorpreso tutti lasciando in panchina Ribery e Muller: "Ripeto, abbiamo perso, ma sono nel complesso soddisfatto di come abbiamo giocato questa partita. A Monaco di Baviera dovremo cercare di avere più contenuti a livelli di gioco. Di sicuro non è un buon risultato in vista della gara che giocheremo in casa, non è mai una bella cosa non fare nemmeno un goal quando giochi fuoricasa. Motivo per il quale dovremo giocare con una mentalità super e cercare di essere equilibrati per non sottoporci al contropiede della squadra. Ad ogni modo dovremo comunque segnare solamente un goal per arrivare ai tempi supplementari".