Champions League, Zidane studia le alternative a Benzema per la sfida contro il City

Con Ronaldo vicinissimo al recupero, è Lucas Vazquez il principale indiziato a sostituire l'acciaccato Benzema per la semifinale di ritorno di domani contro il Manchester City. Pellegrini dovrà fare a meno di David Silva.

Champions League, Zidane studia le alternative a Benzema per la sfida contro il City
Lucas Vazquez in azione nella semifinale d'andata contro il Manchester City. Fonte.mcfc.co.uk

Se Cristiano Ronaldo appare recuperato - ieri il portoghese ha svolto tutto l'allenamento con il gruppo - Karim Benzema è ancora in dubbio per la semifinale di ritorno di Champions League in programma domani al Santiago Bernabeu tra Real Madrid e Manchester City. I merengues, fermati da Hart sullo 0-0 all'andata, sognano di tornare in finale dopo due anni dal trionfo della Decima, ma devono fare i conti con gli infortuni, che hanno acceso i riflettori sul rapporto tra giocatori e staff medico. 

Già la scorsa stagione, caratterizzata dai k.o. dei vari Modric, Bale, Benzema e James Rodriguez, si era conclusa con polemiche furiose circa la gestione della preparazione atletica del gruppo di lavoro di Carlo Ancelotti, fino a trovare il colpevole in Giovanni Mauri, da sempre fido collaboratore del tecnico di Reggiolo. Adesso i dubbi e le critiche investono invece il corpo sanitario del Real Madrid, con i giocatori che preferiscono farsi curare da specialisti di fiducia (come accaduto a Cristiano Ronaldo) piuttosto che dai medici del club. In questo contesto è Zinedine Zidane a dover ovviare alla probabile assenza del suo unico centravanti con soluzioni alternative. A partire dal Clasico di ritorno, il vice Benzema è stato a lungo il canario Jesè, schierato a gara in corso anche all'andata sul campo dell'Etihad, anche perchè Zizou preferisce vedere Ronaldo agire sull'out sinistro, per poi accentrarsi e trovare la via della rete in area di rigore. Con Gareth Bale divenuto elemento imprescindibile sulla corsia opposta, le opzioni a disposizione del tecnico francese - oltre a quella di Jesè, in calo nelle ultime apparizioni - comprendono Lucas Vazquez, James Rodriguez e Isco. Il colombiano e il malagueno garantirebbero tecnica e visione di gioco, ma Zidane considera entrambi delle mezze ali e non degli esterni d'attacco: ecco perchè il favorito per un maglia da titolare resta Lucas Vazquez, con Ronaldo costretto a traslocare suo malgrado al centro del tridente.

Il resto dell'undici titolare è invece pressochè fatto, con Dani Carvajal in vantaggio su Danilo come terzino destro, Marcelo e Pepe rientranti dal turno di riposo concesso loro nella trasferta dell'Anoeta, e Sergio Ramos capitano inamovibile al centro della difesa davanti a Keylor Navas. Non ci sarà invece in mezzo al campo il brasiliano Casemiro, che ha subito un colpo all'anca nella partita di sabato contro la Real Sociedad. Spazio dunque a Tony Kroos nel suo ruolo naturale di centrocampista centrale, affiancato da Luka Modric e da Isco come mezze ali. Ha fatto ricorso a un ampio turnover in campionato anche Manuel Pellegrini, ex non troppo rimpianto dalle parti di Chamartin, che però è incappato in una brutta sconfitta a Southampton (4-2, doppietta di Iheanacho per i Citizens). Perso David Silva nella gara d'andata, l'Ingegnere ripresenterà Aguero come unica punta, con Jesus Navas e De Bruyne a sostegno nel classico 4-2-3-1 del suo City. La terza maglia nel ruolo di mezzapunta se la giocano invece Delph, Sterling e Nasri: dei tre, il solo Sterling è un esterno sinistro d'attacco, anche se il mancino Delph potrebbe essere un punto di raccordo tra centrocampo e attacco. Fernandinho e Fernando dovrebbero essere confermati nella posizione di doble pivote, mentre la difesa sembra già disegnata, con Sagna, Kompany, Otamendi e Clichy davanti ad Hart (qualche chance tuttavia anche per Mangala e Zabaleta). Pellegrini ha già svelato la sua strategia: pressing alto per cercare di segnare subito, convinto che anche un solo gol possa bastare per portare il Manchester City alla prima finale di Champions della sua storia. 


Share on Facebook