Champions League, il Borussia dilaga e si qualifica per i gironi

La squadra di Schubert, dopo il 3-1 dell'andata, si sbarazza degli svizzeri con un perentorio 6-1. In grandissimo spolvero Raffael ed Hazard. Per lo Young Boys inutile la rete di Ravet.

Champions League, il Borussia dilaga e si qualifica per i gironi
Borussia Monchengladbach
6 1
Young Boys
Borussia Monchengladbach: Sommer; Elvedi, Christensen, Jantschke (Korb, min.72); Herrmann, Kramer (Dahoud, min.59), Strobl (Vestergaard, min.53), Johnson; Stindl; Hazard, Raffael. A disp: Sippel, Traorè, Wendt, Hahn. All. Schubert
Young Boys: Mvogo; Sutter, Wuthrich, Von Bergen (Kubo, min.47), Rochat, Lecjaks; Ravet, Bertone, Zakaria, Sulejmani (Schick, min.46); Frey (Duah, min.69). A disp: Wolfli, Vilotic, Gajic, Obexer. All. Hutter
SCORE: 1-0, min. 9, Hazard. 2-0, min. 33, Raffael. 3-0, min. 40, Raffael. 4-0, min. 64, Hazard. 5-0, min. 77, Raffael. 5-1, min. 79, Ravet. 6-1, min. 84, Hazard.
ARBITRO: Andre Marriner (ENG). Admonished Lecjaks (min. 39), Zakaria (min. 46), Frey (min. 62)
NOTE: Ritorno playoff Champions League. Stadio "Borussia-Park", Monchengladbach.

Il Borussia Monchengladbach non sbaglia e si qualifica per la fase a gironi non lasciando scampo agli avversari. Risultato roboante, con i tedeschi che letteralmente dominano la sfida lungo tutti i 90 minuti. Il Borussia è anche avvantaggiato da una disorganizzatissima fase difensiva compiuta dallo Young Boys. Infatti, bastano 45 minuti per veder andare a segno Hazard e Raffael con una doppietta. Nel secondo tempo, entrambi i giocatori completano le rispettive triplette, approfittando delle voragini che i difensori centrali rumeni lasciano. Il Borussia quindi passa alla fase a gironi con le credenziali di autentica outsider, infatti la squadra tedesca  mette in mostra non solo i due talenti già citati, ma anche una compattezza di squadra molto importante. Ciò logicamente avvantaggiato da un attacco avversario spuntato, che viene premiato solamente dal gran gol realizzato da Ravet. La squadra svizzera ora sarà costretta a ripartire dall'Europa League, ma il tecnico Hutter dovrà lavorare intensamente sui movimenti difensivi dei suoi giocatori. Dall'altra parte Schubert potrà contare sulla qualità dei propri giocatori offensivi per sognare un approdo alla fase ad eliminazione diretta. Tutto dipenderà dal sorteggio che andrà in scena il domani alle 18 a Montecarlo.

Il Borussia Monchengladbach parte meglio, col palo colpito dopo 5 minuti da Raffael, il quale, ottimamente servito da Hazard, si ritrova tutto solo davanti al portiere avversario, scocca il tiro verso l'angolo lontano, ma la sfera sbatte contro il legno e termina fuori. E' il prologo al vantaggio che arriva poco dopo: Elvedi lancia sulla destra Herrmann, che serve a rimorchio Raffael, il quale a sua volta assiste Hazard, che supera il portiere avversario e deposita la palla in fondo alla rete. I padroni di casa insistono con Stindl che serve nello spazio Johnson, il quale accentratosi dalla sinistra tenta il tiro in porta che viene provvidenzialmente respinto da Mvogo. Lo Young Boys a questo punto alza il baricentro, esponendosi ai contropiedi avversari, su uno di questi Rochat chiude ottimamente su Herrmann, ma nel farlo serve involontariamente Raffael, il quale a tu per tu con l'estremo difensore avversario non sbaglia, spedendo la palla nell'angolino sinistro. Dieci minuti ed arriva anche il 3-0: Hazard serve Stindl, che di prima assiste Raffael, il quale rifinisce l'azione con un preciso tocco a pochi metri dalla linea di porta avversaria. I primi 45 minuti si chiudono sul vantaggio netto dei padroni di casa.

Il secondo tempo riparte con il Borussia in avanti: Hazard dalla sinistra serve Stindl che conclude col destro, la palla termina tra le braccia di Movgo. Al 56' ci prova Christensen da fuori area, ma la palla finisce abbondantemente a lato. Al 58' doppia occasione sprecata dai padroni di casa: Herrmann serve dalla destra Hazard che tutto solo davanti al portiere avversario si fa respingere la conclusione, sulla ribattuta giunge Raffael, ma anche in questo caso Movgo si supera nella parata. Al 64' il Borussia realizza il 4-0: Johnson serve Raffael sfruttando il velo di Dahoud, il n.11 brasiliano assiste sul secondo palo Hazard che deve solamente depositare il pallone in fondo alla rete. Gli svizzeri reagiscono con il lancio di Lecjaks a trovare Ravet che chiude troppo il diagonale spedendo la palla lontano dalla porta avversaria. Al 74' Bertone prima prova la conclusione su calcio di punizione, poi sulla respinta della barriera tenta il sinistro che viene agguantato senza problemi da Sommer. Al 76' Christensen lascia partire il mancino dalla distanza che termina abbondantemente oltre la traversa. Due minuti ed i padroni di casa vanno sul 5-0: Dahoud serve in profondità Hazard, che scatta sul filo del fuorigioco ed una volta giunto in area crossa per Raffael che di controbalzo spedisce la palla in fondo alla rete. All'80' arriva anche il gol della bandiera rumeno: Ravet s'incarica della battuta di un calcio di punizione, il pallone viene ribattuto dalla barriera, sulla respinta arriva ancora Ravet che calcia col sinistro indirizzando la sfera verso l'angolo alto, dove Sommer non può arrivare. I padroni di casa rispondono con Raffael che serve Hazard, il quale col destro a volo impegna severamente Mvogo. All'84' 6-1 del Borussia: Korb dalla sinistra serve Hazard sfruttando il velo di Johnson, il belga si ritrova davanti al portiere avversario che riesce a superare con un tocco in mezzo alle gambe. All'88' Hazard si accentra dalla sinistra e calcia col destro, ma Mvogo in due tempi blocca la sfera. Finisce 6-1 per i padroni di casa che così si qualificano per la fase a gironi.

Champions League