Champions League - Dopo Manchester, Guardiola alla conquista dell'Europa

Al City of Manchester Stadium i Citizens sfidano i tedeschi del Borussia Moenchengladbach: Guardiola cerca il bis dopo il successo nel derby e ritrova Aguero. Nell'altro angolo, Schubert si affida ad Hazard e Raffael, che in Bundesliga ha già dato un dispiacere al tecnico spagnolo.

Champions League - Dopo Manchester, Guardiola alla conquista dell'Europa
Champions League - Dopo Manchester, Guardiola alla conquista dell'Europa

Dopo aver conquistato a pieni meriti la città di Manchester nel derby contro lo United ed il primato a punteggio pieno in Premier League, il City di Pep Guardiola viaggia spedito verso l'esordio in Champions League. Al City of Manchester Stadium arrivano i tedeschi del Borussia Moenchengladbach, squadra mai banale da affrontare e sempre pericolosa negli spazi. Ne è ben conscio Guardiola, la cui memoria viaggia a quel marzo 2015 quando all'Allianz Arena proprio Raffael e compagni espugnarono Monaco di Baviera vincendo per 2-0. 

Pep, dopo aver vinto i preliminari contro lo Steaua Bucarest, vuole partire con il piede giusto anche nella fase a gironi e ci ha tenuto a sottolineare l'importanza della gara in conferenza stampa. Di contro, i tedeschi arrivano oltre Manica con l'intenzione di provare a raccogliere tutte le briciole che il City lascerà per strada, nell'intento di ripartire in velocità sfruttando le capacità proprio di Raffael e soprattutto di un ispirato Hazard. Stati d'animo che però potrebbero condizionare e non poco l'esito della gara, con i padroni di casa che viaggiano sulle ali dell'entusiasmo mentre gli ospiti sono reduci dalla sconfitta per 3-1 in casa del Friburgo. 

Le ultime dai campi

Guardiola insisterà con il 4-1-4-1 che gli ha permesso di espugnare Old Trafford sabato a pranzo. Rispetto a quella gara torna a disposizione Aguero, che riprenderà il suo posto al centro dell'attacco. Alle sue spalle il quartetto formato da Sterling, Silva, De Bruyne e Navas, che prende il posto di Nolito. Fernandinho lo stantuffo davanti alla difesa composta da Zabaleta e Kolarov sui lati, Stones e Otamendi centrali davanti a Bravo, all'esordio casalingo. 

Schubert ripropone la difesa a tre davanti all'elvetico Sommer. Elvedi, Christensen e Jantschke i centrali, con Traore e Wendt a percorrere le due fasce laterali nelle due fasi di gioco. La cerniera di centrocampo è formata da Strobl e dall'insostituibile Kramer, mentre Stindl agirà tra le linee alle spalle del duo d'attacco composto da Raffael e da Hazard

Le probabili formazioni

Manchester City (4-1-4-1): Bravo; Zabaleta, Stones, Otamendi, Kolarov; Fernandinho; Sterling, Silva, De Bruyne, Navas; Aguero. All.: Guardiola

Borussia Monchengladbach (3-4-1-2): Sommer; Elvedi, Christensen, Jantschke; Traore, Strobl, Kramer, Wendt; Stindl; T. Hazard, Raffael. All.: Schubert

Champions League