Champions League, tutto facile per il Real Madrid: 5-1 al Legia Varsavia

Il Real batte 5-1 il Legia grazie ai gol di Bale, Marcelo, Asensio, Vazquez e Morata. Per gli ospiti a segno Radovic.

Champions League, tutto facile per il Real Madrid: 5-1 al Legia Varsavia
Champions League, tutto facile per il Real Madrid: 5-1 al Legia Varsavia
REAL MADRID
5 1
LEGIA VARSAVIA
REAL MADRID: NAVAS; MARCELO, PEPE, VARANE, DANILO, KROOS, JAMES ( 64' VAZQUEZ), ASENSIO ( 79' KOVACIC), RONALDO, BALE ( 64' MORATA), BENZEMA. ALL. ZIDANE
LEGIA VARSAVIA: MALARZ; BERESYNSKI, CZERWINSKI, RZEZNICZAK, HLOUSEK, JODLOWIEC, MOULIN, GUILHERME ( 74' KAZAISHVILI), OFOE, KUCHARCZYK, RADOVIC ( 75' NIKOLIC). ALL. MAGIERA
SCORE: 5-1. 1-0 16' BALE, 2-0 19' MARCELO, 2-1 22' RADOVIC, 3-1 37' ASENSIO, 4-1 68' VAZQUEZ, 5-1 85' MORATA
ARBITRO: BUQEUT AMMONITI: RONALDO (R), RADOVIC (L)
NOTE: STADIO SANTIAGO BERNABEU INCONTRO VALIDO PER LA 3A GIORNATA DEL GIRONE F DI CHAMPIONS LEAGUE

Tutto facile per il Real Madrid. Al Bernabeu gli uomini di Zidane si sbarazzano del Legia Varsavia vincendo per 5-1 grazie alle reti di Bale, Marcelo, Asensio, Vazquez e Morata, mentre Ronaldo resta a secco. Per gli ospiti gol di Radovic. Con questa vittoria i Blancos salgono a quota sette e vedono gli ottavi mentre i Polacchi restano a quota zero.

La gara.

4-3-3 per il Real Madrid con Benzema, Ronaldo e Bale a formare il tridente offensivo. 4-2-3-1 per il Legia Varsavia con Radovic centravanti. 

Subito Real pericoloso, al 5' punizione dalla distanza di Ronaldo, palla ribattuta dalla barriera, poi Benzema colpisce di testa, ma la difesa respinge di nuovo. Passa un minuto e ancora il Portoghese ci prova con una conclusione dai 20 metri, palla deviata che termina sull'esterno della rete. Il Legia, però, non sta a guardare: al 9' difesa del Real Madrid bucata dalla verticalizzazione di Moulin, palla a Jodlowiek che tira verso Navas, il portiere è attento e fa suo il pallone. Al 10' risposta del Real Madrid: tiro di Benzema, Malarz è attento e respinge. Poco dopo Legia ad un passo dal vantaggio: stop e tiro da dentro l'area di Odoe, palla che termina sul montante, poi esce. Gol mangiato e gol subito, perchè al 16' il Real Madrid passa in vantaggio con Bale che, salta un avversario e batte Malarz con un precisa conclusione dai sedici metri, 1-0.

Passano tre minuti e i Blancos raddoppiano: azione di Benzema sulla sinistra, scarico a Marcelo che conclude in porta. Deviazione di Jodłowiec che beffa Malarz, 2-0. A metà del primo tempo il Legia però accorcia le distanze: doppio passo di Radovic, Danilo abbocca alla finta e stende il calciatore del Legia che dal dischetto non sbaglia, 2-1. Dopo venti minuti folli i ritmi scendono, al 32' si fa avanti il Real con Ronaldo che ci prova direttamente da calcio piazzato: ancora Malarz si distende e para. Al 36' il Legia risponde e va vicino al pari con un tiro da posizione favorevole di Kucharczyk, dopo un errore in disimpegno del Real Madrid: palla di pochissimo fuori. Su capovolgimento di fronte il Real allunga: scarico di Ronaldo per Asensio che conclude di prima intenzione, sinistro che non lascia scampo a Malarz e 3-1.

Nella ripresa il Real Madrid manovra, ma il ritmo della gara non è particolarmente intenso. Al 64' doppio cambio per Zidane: fuori Bale e James per Morata e Vazquez. Due minuti dopo ci prova proprio Morata ma la palla termina sopra la traversa. Al 68' arriva il poker: bel cross di Morata, palla in area per l'altro subentrato, Lucas Vazquez, che di destro batte Malarz, 4-1. Al 74' doppio cambio anche per il Legia: entrano Nikolic e Kazaishivili per Radovic e Guilherme. Al 79' Kovacic per Asensio nel Real. All' 83' ancora Madrid pericoloso con Ronaldo che ci prova in diagonale ma la palla termina fuori. All'85' arriva il pokerissimo con Morata che di destro fulmina Malarz. Nel finale ci prova ancora il Real con Benzema ma il risultato non si schioda più. Il Real batte il Legie 5-1 e vede gli ottavi sempre più vicini.

Champions League