Champions League, Gruppo F: il Real Madrid a Lisbona per la qualificazione

La squadra di Zidane cerca la vittoria che porterebbe i Blancos agli ottavi, i portoghesi provano a riaprire i giochi con un colpo di coda.

Champions League, Gruppo F: il Real Madrid a Lisbona per la qualificazione
Champions' League, Gruppo F: il Real Madrid a Lisbona per la qualificazione
Sporting Lisbona
Real Madrid

Allo stadio Josè Alvalade di Lisbona va di scena un match che si preannuncia ad alta tensione tra i padroni di casa dello Sporting ed il Real Madrid. I Blancos hanno lasciato a Varsavia due punti pesantissimi, che hanno compromesso il primo posto del girone, ora appannaggio del Borussia che difficilmente fallirà contro i polacchi in casa. I portoghesi ne hanno perse 3 su 4 fino ad ora e si trovano a -5 dal Real secondo, rendendo praticamente impossibile il passaggio del turno, che sarebbe qualcosa di clamoroso. Ad incoraggiare gli uomini di Jorge Jesus ci sono due fattori: la partita d’andata del Bernabeu, che i biancoverdi hanno condotto fino all’89, quando prima Ronaldo e poi Morata a tempo scaduto hanno ribaltato le sorti del confronto, e i problemi di formazione che Zidane dovrà affrontare, dovendo rinunciare a Sergio Ramos, Pepe, Kroos e Morata.

In realtà al tecnico francese non sembra pesare l’emergenza infortuni, viste le 2 vittorie consecutive in Liga, per ultima il 3-0 a domicilio inflitto ai cugini dell’Atletico Madrid sabato sera. Cristiano Ronaldo, dopo l’annuncio dell’ufficialità del rinnovo, ha demolito i Colchoneros con una tripletta al Calderòn giocando da punta centrale. Kovacic ha trovato la sua dimensione nel centrocampo madrileno, a fianco del connazionale Modric, e sta fornendo prestazioni finalmente convincenti dopo i dubbi tra Inter e stagione scorsa. Varane, in difesa, senza Ramos e Pepe, sta mostrando personalità da leader, proprio nel momento giusto della sua carriera, mentre Nacho si sta adattando bene al suo fianco, in un ruolo non suo.

Probabile formazione:

Lo Sporting Lisbona, dopo i 3 pareggi consecutivi che lo hanno fatto scivolare al quarto posto, ha ritrovato la vittoria in casa contro l’Arouca. L’arma principale per scardinare la retroguardia avversaria sarà l’olandese Bas Dost, autore di una doppietta nell’ultimo turno di campionato, toccando quota 6 goal in 7 presenze da quando è sbarcato in Portogallo. In Coppa nazionale, giovedì scorso, ha travolto per 5-1 il Praiense, con la doppietta del brasiliano Andrè che si candida a titolare. In difesa dovrebbe esserci spazio per l’ex interista Schelotto, nel ruolo di terzino destro, mentre a sinistra Esgasio sostituirà lo squalificato Zeegelaar; ballottaggio in porta tra Beto e Rui Patricio, con il primo favorito. La coppia centrale di centrocampo, nel 4-4-2, sarà formata da Carvalho e Adrien Silva. Tante difficoltà per il serbo Markovic, in prestito dal Liverpool, da cui ci si aspettava un’esplosione ma che invece fino ad ora ha messo insieme solamente 2 presenze da titolare.

Probabile formazione:

Champions League