Champions League, il Manchester City attende il Monaco all'Etihad

Sfida molto equilibrata sulla carta tra Citizens e moneghaschi. Guardiola cerca l'ottava qualificazione consecutiva ai quarti, Jardim conta su un Falcao scatenato.

Champions League, il Manchester City attende il Monaco all'Etihad
Champions League, il Manchester City attende il Monaco all'Etihad, www.youtube.com

Riprende la corsa europea per Manchester City e Monaco con l’andata degli ottavi di finale di Champions League. I Citizens hanno raggiunto questa fase arrivando secondi nel gruppo G, dietro al Barcellona; non è stato un girone esaltante per gli uomini di Guardiola, capaci di vincere solo 2 match su 6 – sempre all’Etihad contro il Borussia Moenchengladbach e contro il Barcellona –, pareggiando 3 volte e perdendo 4-0 al Camp Nou. Gli inglesi hanno mostrato una preoccupante instabilità difensiva: con 10 goal al passivo nella prima fase, quella di Pep è la peggior difesa delle 16 qualificate agli ottavi, al pari di Benfica e Real Madrid. In Premier League il Man City si è ripreso la seconda piazza con 10 punti nelle ultime 4 partite, grazie anche alla frenata delle concorrenti, mentre in FA Cup è reduce dal pareggio per 0-0 in casa dell’Huddersfield, rendendo necessario il replay per decidere chi affronterà il Middlesbrough nei quarti di finale.

Gundogan, autore di due reti al Barcellona, www.tuttosport.com
Gundogan, autore di due reti al Barcellona, www.tuttosport.com

Il Monaco invece ha disputato un’ottima fase a gironi – dopo aver passato due turni preliminari, contro Fenerbahce e Villarreal - classificandosi al primo posto del raggruppamento E davanti al Bayer Leverkusen e costringendo il Tottenham alla retrocessione in Europa League. I monegaschi detengono il miglior attacco d’Europa: 76 goal in 26 partite di Ligue 1, con una media di 2.9 reti a partita; se si aggiungono i 9 segnati nel girone di Champions, più i 7 nei preliminari ed i 15 nelle due coppe nazionali, si ottiene la mostruosa somma di 107 segnature in 40 gare. La squadra di Jardim guida la classifica del proprio campionato con un vantaggio di 3 punti sulla coppia Nizza-PSG e non perde in assoluto dal 18 dicembre scorso – 1-3 al Louis II contro il Lione.

Falcao ha segnato 2 reti in questa Champions League, entrambe al CSKA, www.asmonaco.com
Falcao ha segnato 2 reti in questa Champions League, entrambe al CSKA, www.asmonaco.com

Sarà interessante la sfida tra i due bomber, Sergio Aguero e Radamel Falcao, entrambi con un passato all’Atletico Madrid – i Colchoneros cedettero il Kun nel 2011 e lo sostituirono con il Tigre -: stanno vivendo due momenti totalmente opposti, anche se le statistiche stagionali sono simili – 21 goal in 27 partite il colombiano, 18 in 28 l’argentino. L’ex Independiente è partito forte, per poi frenare, soprattutto dopo l’esplosione immediata di Gabriel Jesus, finendo spesso in panchina; ora con l’infortunio dello sfortunato brasiliano può riprendersi l’attacco Citizen, ma non trova la via della rete dal 2 gennaio scorso. L’ex Porto invece ha cominciato a rilento per via di fastidi muscolari, che una volta risolti hanno permesso al centravanti di scatenarsi: 15 goal e 3 assist nelle ultime 16 giornate di Ligue 1, con una media di un goal ogni 81 minuti – nessuno meglio di lui in Europa.

Sarà lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz a dirigere il primo scontro in assoluto in Champions League tra Manchester City e Monaco.

Sponda City

Pep Guardiola cerca l’ottavo passaggio ai quarti di finale di Champions League della sua carriera, dopo aver centrato l’obiettivo 7 volte nei 7 precedenti tra Barcellona e Bayern Monaco, mentre il City ci è riuscito solo una volta nella sua storia, la scorsa stagione. Nella Champions League 2015-16 i Citizens arrivarono fino alle semifinali, eliminando nei quarti i francesi del PSG; Kevin De Bruyne andò a segno sia all’andata che al ritorno ed il belga ha parlato così in conferenza stampa: “L’anno scorso è stato un grande passo per il club. Sappiamo che sarà difficile contro una squadra in grandissima forma”.

Anche Guardiola mette in guardia i suoi: “Sono molto impressionato dalle prestazioni del Monaco, sono fortissimi a centrocampo e micidiali in attacco”. Attacco guidato da Falcao: “Radamel è un grandissimo professionista ed un bravo ragazzo, sono contento che sia tornato in forma. Lo stile di gioco del Monaco è perfetto per lui”. Un ex della gara è Yaya Tourè, che molto probabilmente scenderà in campo: “Yaya è importantissimo per noi, sta giocando ad altissimi livelli”.

Per quel che riguarda la formazione, niente da fare per Kompany, oltre che per Gabriel Jesus; Clichy ha recuperato e potrebbe giocare, così come Kolarov. Dubbio in porta tra Bravo e Caballero: “Deciderò domani” e tra Sanè e Sterling nel trio di trequartisti.

Probabile formazione (4-2-3-1):

Sponda Monaco

Il Monaco cerca il secondo passaggio ai quarti nelle ultime 3 stagioni: nella Champions 2014-15, i monegaschi eliminarono agli ottavi un’altra squadra inglese, l’Arsenal. In totale in terra inglese i biancorossi hanno vinto 4 volte su 8 precedenti, per ultimo a Wembley contro il Tottenham il 14 settembre scorso per 1-2. Radamel Falcao ha affrontato Guardiola 2 volte nella Liga 2011-12, segnando una rete ma perdendo entrambi i match – 5-0 al Camp Nou e 1-2 al Calderòn.

Per Jardim dubbio modulo, tra il classico 4-4-2 od il 4-3-3, provato in allenamento come rivela l’Equipe. Sicuramente mancheranno Jemerson in difesa, squalificato, e Boschilia a centrocampo, infortunato; in attacco Mbappè favorito su Germain, mentre a centrocampo dubbio tra Bakayoko e Moutinho. Di fianco al diffidato Glik in difesa ci sarà l’italiano Raggi.

Probabile formazione (4-4-2):