Champions League, Porto: Espirito Santo va verso un 4-4-2?

Nuno Espirito Santo sta sciogliendo gli ultimi dubbi di formazione in vista del match contro la Juventus. Il tecnico portoghese potrebbe optare per un coperto 4-4-2.

Champions League, Porto: Espirito Santo va verso un 4-4-2?
Photo by "Mercato365.com"

Il Porto di Nuno Espirito Santo è pronto a ritornare in campo per quanto riguarda la Champions League. In campionato i risultati ottenuti finora hanno proiettato la squadra al secondo posto in classifica, a una sola lunghezza dal Benfica capolista. Il segreto? Sicuramente un solido quartetto difensivo, capace di incassare solamente undici goal in ventidue incontri disputati, e un attacco che vola grazie al tandem formato dal brasiliano Soares e dal "canterano" André Silva, una coppia che insieme ha messo a segno 24 goal. Solidità, fantasia, e fattore campo: ecco il bigliettino da visita con il quale il Porto si presenterà mercoledì contro la Juventus.

Il tempo stringe, e il tecnico dei Dragones sta sciogliendo gli ultimi dubbi di formazione. Il suo piano tattico dovrebbe portare a un coperto 4-4-2, ma è un modulo che sicuramente non rimarrà tale per tutta la partita. Espirito Santo non ama utilizzare uno e un solo schema di gioco, a lui piace adattarsi agli avversari. L'unica certezza è la solida difesa a quattro composta da Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano e Telles. Il resto è tutto da definire: Danilo Pereira André André agiranno in mezzo al campo, mentre sulle fasce spazio al messicano Jesus Corona e al fantasista Brahimi. Il duo d'attacco sarà composto da Soares Silva

Come detto in precedenza, questo modulo può essere interpretato in diversi modi. Un 4-4-2 coperto oppure un 4-2-3-1 più offensivo? Molto dipenderà dalla partita. In caso di necessità, ovviamente, il tecnico opterà per un sistema più offensivo, ma quasi sicuramente la squadra portoghese partirà con questo 4-4-2. Attenzione, però, anche alla ricca e talentusa panchina a disposizione: da Herrera Ruben Neves, passando per Oliver Torres, Otavio e Diogo Jota, un giovane attaccante classe '96 a segno nell'ultimo match casalingo contro il Tondela. E' una squadra ricca di esperienza e qualità, il giusto mix per andare avanti in una competizione così prestigiosa come la Champions League. Di seguito ecco le possibili soluzioni addotabili da Espirito Santo:

Porto (4-4-2): Casillas, Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Telles, Corona, Pereira, Andrè, Brahimi, Soares, Silva

Porto (4-2-3-1): Casillas, Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Telles, Pereira, Herrera, Corona, Andrè, Brahimi, Silva 

Porto (4-1-3-2): Casillas, Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Telles, Neves, Corona, Andrè, Otavio, Silva, Soares 


Share on Facebook