Champions League, Zidane avverte i suoi: "La vittoria dell'andata non ci assicura niente"

Il tecnico francese in conferenza stampa drizza le antenne: "Sarà difficile, dovremo giocare bene e rimanere concentrati fino alla fine".

Champions League, Zidane avverte i suoi: "La vittoria dell'andata non ci assicura niente"
Champions League, Zidane avverte i suoi: "La vittoria dell'andata non ci assicura niente", www.marca.com

È già vigilia di Champions League per Real Madrid e Bayern Monaco. Si riparte dal 2-1 conquistato dai Merengues all'Allianz Arena ed il tecnico dei Blancos, Zinedine Zidane, presenta in conferenza stampa la partita, in cui mancherà sicuramente Gareth Bale: "Ha lavorato moltissimo per tornare dopo l'assenza di tre mesi ed ora qualche fastidio gli impedisce di stare bene. Domani non ci sarà perché non vogliamo rischiarlo, ma credo non sia niente di importante e mi aspetto rientri in pochi giorni, magari già nel Clàsico".

A sostituirlo potrebbe esserci Isco, autore di due reti contro lo Sporting Gijon: "E' pronto per giocare come tutti gli altri, è la cosa più importante per me. Ho già deciso come giocheremo, ma non lo dico. Sono contento che stiano tutti bene".

La doppietta di Cristiano Ronaldo all'andata spiana un po' la strada al Real: "Non speculeremo sul risultato. Il Bayern non cambia tra casa e trasferta, sappiamo che dovremo giocare bene perché sarà difficile fino alla fine". Per il Santiago Bernabeu il Bayern recupera Lewandowski: "E' un vero numero nove, è un qualcosa in più per loro ma non sono preoccupato perché sono forti in tutti i reparti". Ancora sugli avversari: "Non ce n'è uno più forte degli altri, sono bravi in tutti i reparti. Sappiamo che possono farci male in qualunque modo, la partita d'andata non ci assicura nulla. Giocheremo la nostra partita e credo saranno i dettagli a fare la differenza".

Il Real Madrid potrà contare anche sull'appoggio dei tifosi: "Saranno più importanti che mai, in partite come queste ne abbiamo bisogno". Dopo un periodo di critiche, la squadra è tornata al top: "E' merito dei giocatori, sanno che possono fare la differenza. Tutti abbiamo voglia di andare nella stessa direzione, i grandi giocatori sono nel DNA di questo club e questo facilita le cose".

Poi un commento su due giocatori, James Rodriguez e Karim Benzema. Sul colombiano: "E' vero che gioca meno, ma lo considero come tutti gli altri. Devo prendere delle decisioni, però non cambia quello che penso di lui. Voglio bene a tutti", mentre sul francese: "In un club come questo le critiche sono normali, ma ha tanta personalità. Lo vedo ogni giorno in allenamento, è sempre concentrato".