Copenaghen e Qarabag, tutto in una notte. In ballo un posto nell'Olimpo del calcio europeo

Discorso qualificazione apertissimo, per Qarabag sarebbe la prima volta in assoluto in Champions League.

Copenaghen e Qarabag, tutto in una notte. In ballo un posto nell'Olimpo del calcio europeo
Copenaghen e Qarabag, tutto in una notte. In ballo un posto all'Olimpo del calcio europeo

Copenaghen contro Qarabag, c'è posto solo per una. Al Telia Parken, impianto della capitale danese, i padroni di casa ospitano la compagine azera del Qarabag nel ritorno dei playoff di Champions League, ultimo ostacolo prima dell'accesso alla fase a gironi. In Azerbaigian, la squadra allenata da Gurban Gurbanov si è imposta con uno scarto minimo, un 1-0 che se da un lato regala un buon vantaggio, dall'altro non può mettere al sicuro da eventuali sorprese, considerando anche la pericolosità del Copenaghen, abituato a frequentare con una certa assiduità sia i palcoscenici dell'Europa League che quelli della Champions. La compagine danese, per capovolgere il risultato nefasto del 'primo tempo' potrà contare sull'apporto dei propri tifosi, pronti a rendere l'impianto una vera e propria bolgia. 

Entrambe le squadre hanno già superato ben due turni preliminari. Hanno iniziato le rispettive avventure europee già da un mese abbondante: il Copenaghen, 86esimo nel ranking Uefa, ha eliminato lo Zilina ed il Vardar, mentre il Qarabag, addirittura posizionato al 134esimo posto nel ranking, ha fatto fuori il Samtredia e lo Sheriff Tiraspol. 

I danesi, chiamati a capovolgere il risultato dell'andata, si schiereranno con un elementare 4-4-2. L'allenatore Solbakken si affiderà a Pavlovic e Santander in avanti, con Sotiriou pronto a subentrare a gara in corso, soprattutto nel caso la qualificazione fosse ancora in bilico. Amankwaa favorito su Toutouh nel ruolo di esterno sinistro. Questo è l'unico dubbio di formazione. Il Qarabag è reduce dalla vittoria dell'andata, e da cinque risultati utili consecutivi in patria in questo inizio di stagione. Un ruolino di marcia che sta a significare che la squadra azera gode di buona forma fisica, quindi resta leggermente favorita in ottica passaggio del turno. Come nel match d'andata, anche in Danimarca sarà 4-3-3 piuttosto offensivo, con il pericoloso Madatov, match winner la settimana scorsa, ancora al centro del tridente offensivo pronto a graffiare nuovamente i rivali.

LE PROBABILI FORMAZIONI:

COPENAGHEN (4-4-2) - Olsen, Arkesen, Luftner, Boilesen, Bengtsson, Verbic, Matic, Kvist, Amankwaa, Pavlovic, Santander. All. Solbalkken

QARABAG (4-3-3) - Sehic, Medvedev, Huseynov, Rzezniczak, Agolli, Michel, Almeida, Garayev, Madatov, Ndlovu, Guerrier. All. Gurbanov