Champions League - Lo Sporting travolge lo Steaua (5-1) e va ai gironi

La squadra di Jesus domina in lungo ed in largo non lasciando scampo alla formazione rumena. Dopo il gol del vantaggio siglato da Doumbia, i rumeni sono riusciti a giungere al pareggio con Junior Morais, ma nel secondo tempo non c'è stata storia, infatti i lusitani hanno dilagato con le reti di Acuna, Martins, Dost e Battaglia.

Champions League - Lo Sporting travolge lo Steaua (5-1) e va ai gironi
Sporting Lisbona. Fonte: ilsussidiario.net
FCSB
1 5
Sporting Lisbona
FCSB: Nita; Enache, Larie, Momcilovic, Junior Morais; Popescu, Filip; Teixeira, Budescu (Tanase, min.46), Golofca (Gnohere, min.62); Alibec (Man, min.81). A disp: Stancioiu, Pleasca, Achim, Amorim. All. Dica
Sporting Lisbona: Rui Patricio; Piccini, Mathieu, Coates, Coentrao; Battaglia, A. Silva (Petrovic, min.71); Bruno Fernandes, Acuna, Martins (Cesar, min.80); Doumbia (Dost, min.58). A disp: Salin, Ruiz, Medeiros, Figueredo. All. Jesus
SCORE: 0-1, min. 13, Doumbia. 1-1, min. 20, Junior Morais. 1-2, min. 60, Acuna. 1-3, min. 64, Martins. 1-4, min. 75, Dost. 1-5, min. 88, Battaglia.
ARBITRO: Cuneyt Cakir (TUR). Ammoniti Bruno Fernandes (min. 35), Popescu (min. 35),Filip (min. 41)
NOTE: Ritorno del play-off di Champions League. Stadio "Arena Nationala", Bucarest.

Lo Sporting, dopo lo 0-0 dell'andata, si riscatta in terra rumena sfoderando una prestazione vincente e convincente. I lusitani, schierati quest'oggi col 4-2-3-1 con Bruno Fernandes, Acuna e Martins alle spalle dell'unica punta Doumbia, hanno imposto il loro gioco fin dall'inizio non lasciando scampo agli avversari. Proprio gli uomini di Dica hanno provato ad opporsi posizionandosi a specchio, con Golofca, Budescu e Teixeira alle spalle di Alibec, ma nulla hanno potuto dinanzi allo strapotere lusitano. L'equilibrio si è visto solamente nei primi 45 minuti di gioco con Junior Morais che risponde immediatamente al gol del vantaggio siglato da Doumbia. Le due squadre si rispondono colpo su colpo, ma nel secondo tempo gli uomini di Jesus scendono in campo con un'altra mentalità e per lo Steaua non c'è nulla da fare. Prima Acuna e poi Martins incanalano la partita sui binari favorevoli alla squadra portoghese, che poi chiude la sfida con i gol di Dost e Battaglia. Una vittoria e qualificazione meritata per quanto visto lungo tutti i 180 minuti, mentre per lo Steaua c'è la retrocessione alla fase a gironi di Europa League.

Pronti, via e lo Sporting sblocca l'incontro: rimessa laterale battuta da Piccini, sponda di testa di Mathieu, tocco di Acuna per Doumbia, che da distanza ravvicinata non può assolutamente sbagliare. La reazione dello Steaua non si fa attendere, infatti al 20' giunge al pareggio: Alibec salta Mathieu e tira in porta, ma la sua conclusione viene prontamente respinta da Rui Patricio, il quale nulla può sulla successiva correzione in rete di Junior Morais. Alla mezz'ora i lusitani hanno l'opportunità per riportarsi in vantaggio ma Doumbia sbaglia tutto dopo l'ottimo suggerimento di Bruno Fernandes favorendo l'uscita tempestiva di Nita. Al 36' il portiere rumeno viene impensierito da Piccini con un tiro dalla distanza, che viene disinnescato dal n.1 dello Steaua con grande reattività. Poco dopo lo Sporting si rende pericoloso con il duo Bruno Fernandes - Acuna, col n. 9 argentino che va poi alla conclusione, ma il suo tiro viene bloccato con buona efficacia dall'estremo difensore avversario. Lo Steaua si fa rivedere in avanti con Alibec, che calcia dal limite dell'area, ma il suo tiro viene bloccato senza problemi da Rui Patricio. Sulla conclusione scoccata dal n.7 rumeno si conclude il primo tempo.

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa completamente riversati in attacco, infatti vanno alla conclusione prima Golofca e poi Teixeira, ma entrambi peccano di precisione, in quanto i loro tiri si spengono abbondantemente a lato della porta avversaria. Poco dopo i rumeni hanno una buona opportunità su situazione di palla inattiva, ma il calcio di punizione battuto da Momcilovic si perde ampiamente oltre la traversa. Al 56' si mette in moto Alibec, che fa da sponda per Filip, il quale va alla conclusione, ma il tiro del centrocampista rumeno si spegne abbondantemente sul fondo. Nel momento migliore dei padroni di casa lo Sporting torna in vantaggio: Bruno Fernandes assiste nella maniera migliore Acuna, che salta Nita e deposita la palla in rete. Centoventi secondi dopo i lusitani fanno tris: Martins col diagonale spedisce la palla nell'angolino lontano dove l'estremo difensore avversario non può mai arrivare. Lo Steaua, nonostante lo svantaggio, non molla e continua ad attaccare con Junior Morais, che va alla conclusione col destro, ma il suo tiro viene disinnescato senza problemi da Rui Patricio. Dall'altra parte lo Sporting non rinuncia ad offendere ed infatti al 71' va vicino al poker con Bruno Fernandes, il quale impegna Nita con una conclusione potente ma non precisa permettendo al portiere svizzero di parare senza troppi patemi. E' il preludio al gol che arriva poco dopo: passaggio smarcante di Martins per Dost, che in diagonale batte Nita. Non è finita qui perchè all'88' i lusitani realizzano anche il quinto gol: tiro di Cesar respinto dall'estremo difensore avversario, la palla giunge a Battaglia che a porta vuota non deve far altro che depositare il pallone in fondo alla rete. Sul gol siglato dal centrocampista argentino si chiude la partita. Lo Sporting si qualifica per la fase a gironi, mentre lo Steaua retrocede in Europa League.