Champions League: 3-0 sotto la pioggia per il Manchester United, affondato il Basilea

Esordio perfetto per i Red Devils che dominano la partita e vincono per 3-0 con le reti di Fellaini, Lukaku e Rashford.

Champions League: 3-0 sotto la pioggia per il Manchester United, affondato il Basilea
Lo stacco di testa di Fellaini che porta in vantaggio lo United | Theguardian.com
Manchester United
3 0
Basilea
Manchester United: De Gea; Young, Lindelof, Smalling, Blind; Pogba (Fellaini, min.19), Matic; Mata (Rashford, min.77), Mkhitaryan, Martial (Lingard, min.69); Lukaku
Basilea: Vaclik; Akanji, Suchy, Balanta; Lang, Xhaka, Zuffi, Riveros (Oberlin, min.77), Steffen, Van Wolfswinkel (Bua, min.66), Elyounoussi
SCORE: 1-0, min.35, Fellaini. 2-0, min.53, Lukaku. 3-0, min.84, Rashford
ARBITRO: Ruddi Buquet (FRA) AMMONISCE: Balanta (min.28), Young (min.38), Blind (min.58), Lang (min.61)
NOTE: Gara valida per la prima giornata della UEFA Champions League 2017/2018, Gruppo A. Incontro fra Manchester United e Basilea, Stadio Old Trafford di Manchester.

Mourinho&co portano a casa i primi tre punti in Champions League con una solida vittoria contro il Basilea all'Old Trafford. Gli svizzeri son stati in partita per buona parte del primo tempo, anche dopo il gol di Fellaini, poi la rete ad inizio seconda frazione di Lukaku ha stroncato quasi ogni iniziativa ospite. Rashford ha chiuso i conti all'84esimo dopo essere entrato 7 minuti prima al posto di Mata. Nell'altro incontro del Gruppo A il Benfica ha perso in casa per 1-2 contro i russi del CSKA Mosca.

L'esultanza rabbiosa di Fellaini dopo il gol dell'1-0 | Twitter @manutdPRIMO TEMPO

Aggressivo l'inizio dei Red Devils che al secondo minuto hanno subito una doppia occasione da rete, prima il destro di Lukaku sul quale Akanji si sostituisce al proprio portiere, poi arriva Martial che però la colpisce male e manda altissima la sfera. Spettacolare azione dello United: Lukaku per Martial, il francese di prima con una palla delicatissima per Mata, che a sua volta la smista immediatamente in mezzo dove arriva Mkhitaryan a colpire di testa, sfiorando il gol di pochissimo. Pochi secondi dopo Lukaku con un'azione personale sfiora di nuovo l'1-0, buona giocata a rientrare sul mancino per poi calciare di forza, ma troppo centralmente. Brutto colpo per lo United al 19esimo, Pogba -oggi capitano- è costretto ad uscire per un problema muscolare e a lasciare il posto a Fellaini.

Al 23esimo palo di Mkhitaryan clamoroso, dopo una grande discesa di Lukaku dalla fascia destra e il suggerimento rasoterra per l'armeno, che dopo aver preso il legno prova a tirare nuovamente in porta, ma senza efficacia. United dominante nella prima parte del primo tempo. Ci prova anche il Basilea al minuto 33 con Zuffi che va all conclusione grazie ad un'incertezza della difesa dello United in fase di respinta. La palla finisce di poco al lato del palo. I Red Devils fiutano il pericolo di una possibile reazione del Basilea e nell'azione successiva al 35' si portano in vantaggio con Marouane Fellaini. L'uomo entrato dalla panchina per sostituire Pogba la mette dentro di testa, assistito da un cross perfetto di Ashley Young. Tre minuti dopo la rete del vantaggio per lo United, il Basilea sfiora il pareggio con Elyounoussi, che riceva da calcio piazzata da Xhaka, ma impatta troppo debolmente la sfera con la testa e De Gea blocca facilmente. 

Nessun'altra azione rilevante nel primo tempo. Vantaggio meritato per Mourinho e suoi, ma il Basilea ha dimostrato di potersi rendere pericoloso anche senza giocare molto la palla, ma sfruttando le poche occasioni a disposizioni. Young il migliore dei suoi nel primo tempo, lavoro instancabile sia in fase difensiva che offensiva. Impatto fondamentale di Fellaini entrato dalla panchina dopo l'infortunio di Pogba. 

L'abbraccio dei compagni a Fellaini dopo il gol del vantaggio | theguardian.com
L'abbraccio dei compagni a Fellaini dopo il gol del vantaggio | theguardian.com
SECONDO TEMPO

Riparte bene il Basilea che si fa sotto in cerca del pareggio, le conclusioni di Riveros prima e Van Wolfswinkel poi però risultano inoffensive per De Gea. Lo United non sta a guardare e grazie ad un'iniziativa personale di Martial va vicina al 2-0, Vaclik ci arriva e la mette in angolo. Sull'angolo guadagnato dal francese il cross di Blind trova Lukaku smarcato in area e il belga non si lascia sfuggire l'occasione per il raddoppio, sovrastando Suchy e Balanta nel gioco aereo e battendo di testa Vaclik. Prova rispondere immediatamente il Basilea con Elyounoussi, sebbene il contraccolpo psicologico dopo un gol ad inizio ripresa si faccia sentire. La conclusione del giocatore marocchino naturalizzato norvegese finisce però ben lontana dalla porta di De Gea. Va vicino alla doppietta Lukaku al 62', dove mostra nuovamente il suo strapotere nel gioco aereo, imbeccato da un gran suggerimento su punizione da parte di Mkhitaryan, Vaclik in questa occasione non si fa sorprendere e si rifugia in calcio d'angolo.

Poi un errore dello stesso Mkhitaryan permette il contropiede del Basilea: Steffen trova velocemente Elyounoussi, il quale destro impegna molto seriamente De Gea, che però si mostra molto reattivo ed agile, nonostante sia stato poco impegnato per tutta la serata, grande giocata da parte di entrambi i giocatori. Minuto 68, ormai la partita offre azioni da gol in continuazione, stavolta è Young il protagonista, rientra sul mancino dalla fascia di destra ed esplode il tiro, Vaclik si fa trovare ancora una volta pronto e devia in angolo. Lo United chiude la pratica all'84esimo con il gol del 3-0 firmato da Marcus Rashford su assist di Fellaini: cross del belga, Mkhitrayan in prima battuta non ci arriva, ma Rashford è al posto giusto al momento giusto e può depositare in rete il pallone. Partita sontuosa di Fellaini, gol, assist e apporto difensivo importantissimo, verrebbe da dire che sia stato quasi provvidenziale l'infortunio di Pogba, visto l'impatto fondamentale avuto da Fellaini sulla gara.  

Dopo il 3-0 i Red Devils congelano la gara e il Basilea non ha più le forze per provarci. Vittoria convincente dei padroni di casa, dominanti in lungo e in largo. Fellaini man of the match, menzione speciale anche per Lukaku e Young. Elyounoussi l'unico a provarci davvero per gli ospiti.

Il gol di Lukaku per il 2-0 | theguardian.com
Il gol di Lukaku per il 2-0 | theguardian.com