Champions League - Lipsia e Monaco, passaggi di testimone e aspettative

I tedeschi possono emulare il percorso compiuto un anno fa dai francesi e li ricordano per filosofia. Gli uomini di Jardim sognano la riconferma, ma il primo avversario è già ostico: promessi gol a grappoli?

Champions League - Lipsia e Monaco, passaggi di testimone e aspettative
Fotomontaggio Vavel | Andrea Mauri
RB Lipsia
20 45
Monaco

La prima in Europa del Lipsia ha subito il sapore di un passaggio di testimone. Questa sera alla Red Bull Arena arriva il Monaco, squadra sorpresa dell'ultima Champions League, arrivata fino in semifinale puntando sulla linea giovane e su una chiara tendenza calcistica offensiva. Caratteristiche che ha in toto anche la squadra di Hasenhuttl, la quale, complice un sorteggio favorevole nel gruppo G (con Porto, Besiktas e appunto Monaco) può sognare in grande. Il primo test da superare è il più difficile, i francesi non molleranno nulla e vorranno ripetersi, ma a Lipsia, dopo il secondo posto dell'anno scorso, sono abituati a sorprendere e regalare emozioni: stasera è già lecito aspettarsi gol a raffica nell'arco dei 90', in una partita sul filo dell'equilibrio e dello spettacolo.

Qui RotenBullen

Grave assenza tra le file della sorpresa della scorsa Bundesliga, quella di Naby Keita, messo fuori gioco da un problema agli adduttori che lo aveva afflitto nella gara contro l'Amburgo venerdì scorso. Al posto del guineano è corsa a tre per affiancare Demme in mezzo al campo: Kampl, Ilsanker, Laimer. Sugli esterni si rivedrà Forsberg con Sabitzer a sinistra, mentre è probabile che in avanti Poulsen la spunti su Augustin per affiancare Timo Werner.

Non cambia dunque la filosofia, sarà sempre 4-2-4 per Hasenhuttl. "Vogliamo vedere quanta strada siamo in grado di fare con il nostro tipo di calcio", ha affermato l'allenatore austriaco ieri in conferenza stampa. La seconda assenza con qui deve fare i conti il Lipsia è quella di Marvin Compper, che non sarà della gara e lascerà ancora ad Upamecano il compito di affiancare capitan Willi Orban al centro. Confermati anche i terzini Klostermann ed Halstenberg e Gulacsi in porta.

Qui Principato

Il pomeriggio nero di sabato scorso, oltre al pesante 4-0 subito a Nizza, ha anche visto l'infortunio di Thomas Lemar, che va ad unirsi all'assenza di Moutinho. Metà del centrocampo è quindi out per Jardim, che dovrebbe lanciare Tielemans in mezzo e Ghezzal sulla sinistra per completare il reparto con Rony Lopes e Fabinho. In avanti invece Falcao potrebbe essere affiancato da uno dei nuovi acquisti Keita e Jovetic, anche se al momento Diakhaby sembra leggermente favorito su entrambi.

Non dovrebbe subire modifiche il reparto difensivo, con Sidibé a destra, Jorge a sinistra, Glik-Jemerson come coppia titolare e Subasic tra i pali. L'unica variabile possibile sarebbe quella di spostare Sidibé a centrocampo e inserire Touré da terzino destro. "Se manca un giocatore ci sono altri giocatori, ci saranno opportunità per chi gioca meno. La filosofia del club è questa", ha dichiarato Jardim alla vigilia riguardo le assenze di Lemar e Moutinho.

Sfida ovviamente inedita tra le due compagini, calcio d'inizio ore 20.45 alla Red Bull Arena di Lipsia. Arbitro della sfida l'inglese Michael Oliver.