Champions League - Feyenoord, Van Bronckhorst: "Col Napoli grande sfida, necessario restare compatti"

Il tecnico del Feyenoord, nel ventre del San Paolo, ha presentato i temi della sfida di domani. Nonostante le difficoltà dell'ultimo periodo, si aspetta una grande partita dai suoi uomini.

Champions League - Feyenoord, Van Bronckhorst: "Col Napoli grande sfida, necessario restare compatti"
Champions League - Feyenoord, Van Bronckhorst: "Col Napoli grande sfida, necessario restare compatti"

Periodo difficile per il Feyenoord di Giovanni Van Bronckhorst che domani sera sarà di scena al San Paolo di Napoli per provare ad invertire un trend che tra campionato e Champions vede i suoi sconfitti da tre partite di fila. Dopo la sonora sconfitta rimediata in casa contro gli inglesi del Manchester City gli olandesi cercano a Fuorigrotta punti importanti per sperare nella qualificazione, anche se il tecnico mette in guardia i suoi dal Napoli di Maurizio Sarri

"Il gioco del Napoli è bello, una squadra che è anche in forma, fanno tanti passaggi. C'è l'influenza di Sarri, lui è da tanti anni in Italia ed il Napoli si sta sviluppando positivamente con pressing e tanti gol. Mi piace vederli, sarà una grande sfida". Tante le difficoltà dei suoi in fase di impostazione nell'ultima gara, che costringono il tecnico a determinate riflessioni e a cambiare in parte atteggiamento al San Paolo: "Il Napoli gioca con un pressing molto alto, non dobbiamo rischiare ed è necessario rimanere compatti. Dobbiamo capire quando cominciare dalla difesa con il gioco. Cambiare atteggiamento? E' possibile che non giocheremo cosi perché la fase difensiva è molto importante. Adattarci al Napoli? Dipenderà dai vari giocatori disponibili".

Inoltre, riguardo l'atmosfera del San Paolo e dello sviluppo tecnico e tattico di Mertens nel gioco del Napoli, il tecnico prosegue così: "Nel nostro stadio c'è un'atmosfera incredibile ed anche qui c'è. Sarà bello giocare qui, peccato che non ci siano i nostri tifosi ma capisco la decisione e la rispetto. Mertens? Infatti a Utrecht ed al Psv giocava sulla fasce con tanti cross ma anche gol. Al Napoli ha fatto uno sviluppo incredibile, come punta gioca in modo diverso. Fa tanto gioco e tanti gol".

Un ultimo passaggio anche sugli infortuni che stanno falcidiando la sua rosa, con Jorgensen e Botteghin che non saranno della sfida e non solo: "Il problema infortuni? Lo analizziamo ma è difficile dirlo. Dobbiamo vedere tutto positivo e giocare meglio come squadra, sarebbe ideale cominciare domani con un risultato positivo ma sarà molti difficile. Non saremo favoriti. L'infortunio di Botteghin? Ci sono rimasto malissimo, è un infortunio grave. Lo abbiamo perso fino a gennaio probabilmente, lo abbiamo saputo un'ora e mezza prima di partire. Quello di Jorgensen Influenzerà tutta la squadra. Creso che St. Juste sia pronto per giocare, nel caso ci sarà Van Beek".

In compagnia del tecnico anche Berghius, che ha iniziato la sua analisi partendo dalla sconfitta rimediata contro il Manchester City per provare a non commettere gli stessi errori anche domani sera: "Dobbiamo giocare senza avere paura, abbiamo capito che non bisogna prendere subito gol. La differenza di qualità era importante, la lezione importante è che non bisogna prendere subito gol. Anche io ho sentito di Milik, mi dispiace tanto ma il Napoli ha tanti altri grandi giocatori. Non dobbiamo dare occasioni al Napoli, dobbiamo rimanere in partita e giocare con fiducia".

Sull'importanza della gara di domani sera e, in chiusura, sulla perdita di Botteghin, la chiosa finale: "Ancora non è una gara fondamentale per il passaggio del turno, vogliamo prendere uno o tre punti. Quanto fa male perdere Botteghin? Sicuramente tanto, è un giocatore di grande personalità. Non ci dobbiamo pensare. Fa male vedere i miei compagni perdere, sappiamo di poter giocare una grande partita".

Champions League