Liga, cala il sipario: ecco per cosa si gioca nell'ultima giornata

Cala il sipario sulla Liga, questo il programma dell'ultima giornata con le squadre ancora in lotta per un obiettivo.

Liga, cala il sipario: ecco per cosa si gioca nell'ultima giornata
Ultima di Liga

La scorsa settimana è stato emesso un solo verdetto, ma il più importante. Barcellona campione di Spagna per la 23ª volta e Real Madrid fuori dai giochi. Oggi va in scena l'ultimo turno di Liga con volate Europee e retrocessione ancora da stabilire, in programma tutte le partite in contemporanea alle 18:30, tutte eccetto chi non ha più nulla da dire.

ZONA EUROPA

Athletic - Villarreal; Rayo Vallecano - Real Sociedad; Celta Vigo - Espanyol; Málaga - Siviglia

Sono le partite fondamentali di questo pomeriggio spagnolo anche perchè (Scorrere più giù) c`è il doppio confronto Granada - Atletì e Almeria - Valencia nei quali si gioca tutto; tanto la Champions come la permanenza in Liga

Atletico 77, Valencia 74, Siviglia 73

Valencia in vantaggio negli scontri diretti con l'Atletico, l'equipo Valenciano è l'unico che potrebbe finire in entrambe delle tre posizione: accesso diretto Champions, playoff, fase a gironi di Europa League. Una vittoria del Siviglia impegnato a "La Rosaleda" di Málaga potrebbe non bastare all'equipo di Unai Emery. In ogni caso la partita che conta per i sivigliani è quella di Mercoledì 27 contro (un abbordabile ?) Dnipro, la vittoria dell'Europa League potrebbe garantire l'accesso in Champions League anche in caso di quinta piazza. Derby andaluso che potrebbe decidere anche il destino del Málaga, la sconfitta di Domenica contro il Villarreal è stata la cartina di tornasole di un girone di ritorno disastroso per l'equipo della Costa del Sol. Dopo un girone d'andata condito dal record di punti dopo 19 partite, e un vantaggio cospicuo sull'ottava posizione, i boquerones hanno dilapidato il possibile. Malaga deve sperare nel passo falso di Bilbao. L'Athletic ha due opzioni: battere in casa quest'oggi un Villarreal da tempo sesto e qualificato; battere il Barcellona in finale di Coppa la prossima settimana.

Una di queste due opzioni significherebbe Europa League, molto più facile per i baschi conquistarla oggi che giocarsela al Camp Nou Sabato. Complice i passi falsi del Malaga, il Bilbao ha recuperato la partenza ad handicap di questa stagione e può ripetersi in Europa. Matematicamente ancora in corsa, ma la logica direbbe di no, anche Espanyol e Rayo Vallecano appaiate a 49 punti a tre di distanza dal settimo posto dell'Athletic Club. Espanyol in vantaggio negli scontri diretti contro i Baschi, deve vincere a Vigo e sperare nelle sconfitte di Athletic e Málaga. Il caso del Rayo è assai complesso; parità negli scontri diretti contro il conjunto basco, il regolamento della Liga in questo caso prevede la differenza reti complessiva delle due squadre. Un passivo di -17 nei confronti dell'Athletic per i ragazzi di Paco Jimenez, fresco di rinnovo, sono utopia. In ogni caso contro la Sociedad sarà il coronamento di un'altra spettacolare temporada per la squadra di Vallecas.

ZONA DESCENSO

Barcellona - Deportivo La Coruña; Eibar - Cordoba; Almeria - Valencia; Granada - Atletico Madrid

Depor 34, Granada 34, Almeria 32, Eibar 32

Sono rimasti due posti per l'inferno nel quale il Cordoba è ampiamente accomodato da tempo. Proprio il Cordoba è il prossimo avversario dell'Eibar, e il piccolo pueblo basco ha in casa l'occasione della vita che potrebbe certificare la prima salvezza della storia del club. L'Eibar era partita come la matricola terribile, ma è crollata nella seconda parte ora c'è la Liga da difendere con i denti stretti e tutta la piccola città della montagna basca accorrerà allo stadio per scrivere ancora un altro pezzo di storia. Tuttavia, il destino non è più nelle mani dell'Eibar, così come in quello dell'Almeria. Nel caso degli Andalusi anche un destino avverso che li ha messi contro Siviglia e Valencia nelle ultime due giornate dello sprint finale. E pensare che settimana scorsa era stato proprio l'Almeria ad aprire le danze al Ramón Pizjuan di Siviglia, partita finita poi due a uno con Almeria rimontato sia in campo che in classifica.

Il Valencia è in bilico tra Champions ed Europa, ed appare scontato che "non regalerà" la partita all'Almeria. Hasta Luego Almeria. Chi invece potrebbe regalare la partita, non scordiamoci i recenti casi di finale di stagione del calcio spagnolo, è l'Atletico del Cholo Simeone in trasferta a Granada. Un punto assicurerebbe la terza piazza per i rojiblancos e la salvezza per gli Andalusi, vittoriosi 3 a 0 a San Sebastián settimana scorsa e prepotentemente rilanciati in piena bagarre salvezza. Nel caso del Granada il pareggio dovrebbe combaciare anche con i risultati a favore delle altre, la posta piena rappresenterebbe salvezza matematica. Bisogna pensare alla garra del Cholo, uno che non si permetterebbe mai di tralasciare l'agonismo del calcio giocato in barba ai numeri che vorrebbero due feriti invece che un morto.

Situazione analoga per il Depor che miracolosamente può salvare una stagione apparentemente insalvabile fino a poche settimane fa, aiutato sicuramente nel morale dalla vittoria di settimana scorsa contro il Levante. Certo l'avversario non è sicuramente il più facile se devi andarti a conquistare la salvezza in campo, neanche se questo è appena reduce dal titolo matematico con due finali da giocarsi i prossimi due sabati e apparentemente potrebbe riposarsi. Non aiuta neanche lo stadio, i sogni salvezza del Depor passano da un Camp Nou gremito a fiesta per salutare due leggende come Xavi e Dani Alves, per festeggiare il 23° titulo di Liga, ma sopratutto per caricare una squadra tornata a incantare che si prepara per un grande finale di stagione che sa di triplete. Auguri Depor.

ZONA ALTRE

Levante - Elche; Real Madrid - Getafe

Il derby di Madrid potrebbe rappresentare l'ultima panchina di Carlo Ancelotti, sempre più vicino all'esonero da parte dei piani alti. Questa settimana l'ambiente blancos è stato solidale nei confronti dell'allenatore emiliano, il quale questa sera si affiderà al rilancio di Bale e la prima convocazione del baby Odegaard (probabile impiego a partita in corso). Ancelotti continua a glissare sul suo addio dicendo che ha tutte le intenzioni di rimanere un altro anno, ma sopratutto driblando voci di frattura tra lui e Florentino Perez. Quello che serve al Real non è un allenatore, bensì un progetto. Getafe salvo dopo lo 0 a 0 della scorsa settimana in casa con l'Eibar, bisogna solo onorare il campionato.

Campionato che onoreranno anche Levante ed Elche, nel derby Valenciano allo stadio Ciutat de Valencia. La squadra di casa, nonostante il passivo di 3 a 0 subito a La Coruña, si è salvato la scorsa settimana; mentre l'Elche ha potuto tranquillamente programmare la sua prossima stagione già da varie giornate.


Share on Facebook