Liga, il Real soffre ma vince. Contro il Granada decide Benzema

Al Bernabeu gli ospiti sfiorano più volte il vantaggio (annullato anche un gol regolare a El Arabi) prima di capitolare su un colpo di testa di Benzema. A secco Cristiano Ronaldo, in un Real Madrid poco brillante, ma con l'attenuante degli assenti per infortunio.

Liga, il Real soffre ma vince. Contro il Granada decide Benzema
Liga, il Real soffre ma vince. Contro il Granada decide Benzema

Terza vittoria consecutiva in campionato per il Real Madrid di Rafa Benitez, che nella quarta giornata di Liga supera per 1-0 al Santiago Bernabeu il Granada grazie a un gol di Karim Benzema segnato al 54' minuto. Gara di sofferenza per los merengues, più volte in difficoltà difensiva contro le avanzate degli ospiti, cui viene anche annullata una rete regolare nel primo tempo. Per il Real grande protagonista Keylor Navas, che tiene in piedi i suoi con un paio di parate fondamentali, allungando la sua striscia d'imbattibilità che dura da inizio stagione.

Al Bernabeu Benitez deve fare i conti con gli infortuni di Bale, James Rodriguez, Sergio Ramos e Danilo, mentre recupera all'ultimo secondo utile Raphael Varane. Il francese compone la coppia di centrali difensivi dei blancos, affiancati da Carvajal e Marcelo sulle corsie esterne. A centrocampo viene riproposto il duo di titolari Kroos-Modric, con Isco nel ruolo di trequartista dietro Benzema. Più larghi invece Cristiano Ronaldo e Lucas Vazques, prodotto della cantera al debutto da titolare in campionato. Il Granada risponde con un 4-3-2-1 che prevede Miguel Lopes e Biraghi sugli esterni, Doria e Lomban centrali, mentre Khrin guida un centrocampo che prova a supportare l'estro di El Arabi. Partita che inizia a basso ritmo, con il Real troppo lungo sul campo e i reparti scollegati: ne approfitta il Granada, più volte pericoloso con Isaac Success, che spreca un'enorme occasione ciabattando malamente di fronte a Keylor Navas. Al ventesimo viene annullato ingiustamente per fuorigioco un gol regolare di El Arabi, e da quel momento il Madrid prova a scuotersi, prima con Ronaldo e poi con una doppia conclusione di Luka Modric, su cui Andres Fernandez risponde alla grande. In assenza di James, è Isco a incaricarsi di accendere la luce per i campioni del mondo, senza tuttavia riuscire ad accelerare una manovra troppo lenta anche per gli standard della Liga.

Il secondo tempo si apre ancora con un'occasione colossale per il Granada, sciupata nuovamente da Success dopo un colpo di tacco di El Arabi. Al 54' minuto giunge il gol che decide il match: gran giocata sulla sinistra di Isco, che va verso il fondo e crossa un pallone al bacio per Benzema, che sovrasta Doria e batte Fernandez. E' 1-0 Real, ma gli ospiti non ci stanno, e costruiscono poco dopo un'altra palla gol clamorosa con il solito El Arabi, che manda a spasso Carvajal e Pepe prima di infrangersi sul muro di Keylor Navas. E' l'ultimo acuto di un Granada comunque sempre vivo, in cui Khrin dirige bene il centrocampo e il neo-entrato Nico Lopez prova (senza successo) a portare scompiglio nella difesa merengue, oggi priva del suo capitano Sergio Ramos. Il match si avvia quindi lentamente verso la conclusione, con i soli colpi di Ronaldo (nel mirino il record di gol di Raul) ad accendere un Bernabeu poco partecipe delle vicende della sua squadra. Intanto Benitez procede a dare riposo prima a Kroos (dentro Kovacic) e poi a Benzema (sostituito da Cherishev, che non inquadra la porta su un'uscita affannosa di Fernandez). Il match si conclude dunque 1-0 per los merengues, che portano così a casa i tre punti senza dare spettacolo.

Tra i singoli, da segnalare le buone prestazioni di Modric e Isco, la buona volontà mostrata dal debuttante Lucas Vazques, e il solito attivismo di CR7. Per il Real prossimo appuntamento in Liga mercoledì prossimo al San Mamès, sul campo dell'Athletic Bilbao, dove servirà una versione più convincente dei blancos per tornare a Madrid con una vittoria.