Partita Real Madrid-Barcellona 2015 in Clasico spagnolo (0-4)

Partita Real Madrid-Barcellona 2015 in Clasico spagnolo (0-4)
Real Madrid
0 4
Barcellona
Real Madrid: (4-3-3): Keylor Navas; Danilo, Varane, Ramos, Marcelo (Carvajal 60'); Kroos, Modric, James (Isco 55'); Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo.
Barcellona: (4-3-3): Bravo; Alves, Piqué, Mascherano (27' Mathieu), Alba; Rakitić (56' Messi), Busquets, Iniesta (Munir 77'); S. Roberto, Suárez, Neymar.
SCORE: 0-4 Suarez 11', 75', Neymar 39', Iniesta 53'.
ARBITRO: Ammoniti: Dani Alves, Busquets (B); James, Carvajal (R). Espulsi: Isco (R):
NOTE: Partita valida per la 12^ giornata di Liga BBVA 2015/2016. In campo dallo Stadio Santiago Bernabeu di Madrid, Real Madrid e Barcellona. Fischio d'inizio previsto per le 18.15

Per El Clasico, Real Madrid - Barcellona, è tutto. Alessandro Cicchitti Vi ringrazia per aver seguito in compagnia di Vavel la grande sfida e Vi rimanda ai prossimi appuntamenti, sempre con il grande calcio, sempre live, qui su Vavel.

20.20 - Con questa vittoria pesantissima, il Barcellona vola a +6 sul Real Madrid che ora dovrà prima di tutto rimettere assieme i cocci di una giornata nerissima. Il Clasico è del Barça, la Liga parla sempre di più il catalano.

20.18 - Questi, i gol di Iniesta e ancora di Suarez, che nel secondo tempo hanno arrotondato a 4 le reti balugrana. 

20.13 - E' stata una lezione di calcio. Il Barcellona ha fatto vedere a tutti di cosa è capace di fare con o senza Messi. 4-0 inequivocabile sul campo dei rivali di sempre, nel Clasico che tutti dicevano (Benitez per primo), essere favorevole al Real. Macchè! L'uragano Blaugrana si è scagliato sul Bernabeu colpendo per quattro volte. 

92' - FINISCE QUI! IL BARCELLONA FA A FETTINE IL REAL MADRID. 4-0 SECCO, INEQUIVOCABILE, PESANTISSIMO AL BERNABEU. FISCHI, SOLO FISCHI PER IL REAL MADRID, APPLAUSI, SOLO APPLAUSI PER IL BARCELLONA CHE HA MOSTRATO IN QUESTI 90' TUTTO IL SUO SPLENDORE.

90' - 2 di recupero.

90' - BRAVO. CR7 INCORNA PERFETTAMENTE MA BRAVO E' IN SERATA DI GRAZIA E PRENDE ANCHE QUESTA PALLA. 

89' - MUNIR SBAGLIA UN GOL GIA' FATTO. PAZZESCO, SOLO, IN CONTROPIEDE A 5 METRI DA NAVAS. PALLA A LATO.

88' - Ancora Benzema vicino al gol dell'1-4. Palla sporcata in corner.

84' - BRUTTISSIMO! ESPULSO ISCO! ROSSO DIRETTO! CALCIONE DA DIETRO, SECCO E ANTISPORTIVO SU NEYMAR.

83' - Brutto fallo di Carvajal su Neymar. Ammonito il difensore spagnolo.

81' - Ancora un super Claudio Bravo smorza l'urlo in gola a Benzema che era andato a colpire di testa tra Piqué e Mathieu.

77' - Intano, esce il grande Iniesta, forse al pari di Suarez mvp della serata. Al suo posto entra Munir che arricchisce la batteria offensiva del Barça.

74' - LUIS SUAREZ! LUIS SUAREZ! LUIS SUAREZ! LUIS SUAREZ! 4-0 BARCELLONA. COSE MAI VISTE AL BERNABEU, MAI VISTE. UN BARCELLONA DEVASTANTE. STAVOLTA IL PISTOLERO LANCIATO A RETE HA MESSO A SEDERE NAVAS CON UN CUCCHIAIO SOFFICE. 0-4. SHOW TIME.

72' - Ancora Barcellona sul velluto: Messi dirige l'azione verso Suarez che non conclude a rete e si fa stoppare da Sergio Ramos con il colpo dello scorpione.

70' - Ronaldo ancora imbeccato da Bale, stavolta si fa pizzicare il off side.

69' - CLAUDIO BRAVO!! MONUMENTALE SU CR7. Paratissima del cileno che chiude lo specchio al lob del pallone d'oro. Serata nera per il portoghese sin qui.

66' - Messi va vicino al gol al termine dell'ennesima azione scintillante da parte dei blaugrana. Sergio Ramos ha fatto le veci di Navas deviando il tiro in corner.

65' - E' il Real ora, a fare la partita soprattutto sulle due corsie. Il Barcellona, forte delle tre reti di vantaggio sta compatto e prova le ripartenze.

62' - Bravo con la calamita tra le mani, blocca nei pressi della linea di porta il colpo di testa ravvicinato di Varane.

61' - Ancora Real in avanti, con Carvajal appena entrato in campo per Marcelo. Palla deviata che finisce in angolo.

59' - Moto d'orgoglio del Madrid che ora attacca senza un domani. Barça più scoperto con Messi.

56' - Cambio anche nel Real: Isco in; James off.

56' - Entra, sul 3-0 sua maestà Lionel Messi. A lasciargli spazio è Rakitic. 

55' - Suarez stavolta è egoista e va al tiro da posizione defilata. La palla finisce sull'esterno della rete.

53' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL INIESTA! INIESTA! INIESTA! INIESTA! GOL PAZZESCO. AZIONE PAZZESCA. BASTA. SONO FINITE LE PAROLE. CALA IL SIPARIO. 3-0 BARCA!

51' - Keylor Navas si salva in corner. Il destro di Neymar era destinato a spegnersi sotto la traversa.

50' - Intervento in ritardo di Sergio Ramos che al limite dell'area ha falciato Sergi Roberto beccandosi il giallo. Neymar è pronto sul pallone.

49' - GRANDE OCCASIONE, ANCORA PER IL REAL, STAVOLTA CON JAMES CHE E' ANDATO AL TIRO VELENOSO COL DESTRO. PARATA SUPER DI BRAVO CHE SI APPOGGIA IN CORNER.

47' - Prima grande chance della ripresa costruita da Marcelo che si è lasciato alle spalle mezza difesa blaugrana prima di sparare sull'esterno delle rete. E' comunque un segnale incoraggiante per il Real.

46' - SI RICOMINCIA!!! PARTITO IL SECONDO TEMPO DEL BERNABEU.

19.20 - SQUADRE IN CAMPO. NESSUN CAMBIO, NE DALL'UNA, NE DALL'LATRA PARTE. 

19.20 - Ecco il 2-0 siglato da Neymar da Silva. Assist fantascientifico di Iniesta, fiuto del gol del brasiliano che si porta a 12 nella classifica cannonieri della Liga.

19.13 - Nel primo tempo del Clasico c'è stata partita per appena 11 minuti; giusto il tempo necessario a Suarez per portare avanti i suoi. Poi, nemmeno il ko di Mascherano ha fatto in modo di rimettere in partita il Real che ha attaccato in modo disordinato, senza sfruttare le solite grossi disattenzioni difensive del Barça, che nel finale di tempo ha legittimato con Neymar e sfiorato il 3-0 ancora con Luis Suarez.

47' - Finisce qui il primo tempo. FISCHI, FISCHI ASSORDANTI da parte del pubblico blancos al Bernabeu. Il Barcellona è padrone del gioco. 0-2 all'intervallo. Benitez dovrà inventarsi qualcosa nell'intervallo. Luis Enrique invece, può essere più che soddisfatto.

47' - OCCASIONE PAZZESCA PER IL BARCELLONA! NEYMAR FA QUELLO CHE VUOLE, PAZZESCO, ARRIVA SUL FONDO, METTE DENTRO PER SUAREZ CHE COLPISCE A BOTTA SICURA, MA CON MARCELO CHE SALVA SULLA LINEA A NAVAS BATTUTO. POI LA PALLA VA A RAKITIC CHE IN FRETTA E FURIA CALCIA MA IN MODO SBILENCO.

45' - Ci saranno 2 minuti di recupero.

44' - Ancora giocate deliziose da parte di Luis Suarez. 

43' - Barcellona padrone del campo in questo primo tempo. La qualità e la disciplina dei ragazzi di Lucho, stanno facendo la differenza nel catino blancos che ora continua a fischiare, ma non solo gli avversari.

39' - NNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNEEEEEEEEEEEEEEEEYYYYYYYMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!! 2-0 BARCELLONA!!!! GRANDE AZIONE, ANCORA UNA VOLTA NATA DA LUIS SUAREZ CHE HA INNESCATA INIESTA, MAGISTRALE NELL'ASSIST VERTICALE VERSO O NEY, IMPLACABILE DAVANTI A NAVAS. 0-2 BARCA!

38' - Grande doppia occasione per il Real Madrid che non ha sfruttato gli errori madornali da parte della difesa blaugrana: prima un liscio di Mathieu non è stato sfruttato da Benzema, poi Bravo stava per favorire CR7, che però non ha sfruttato.

36' - Abbastanza impreciso in questa fase di gioco il Real, che sta provando a tessere delle trame di gioco sempre deficitarie dal punto di vista della precisione. 

32' - Dopo qualche minuto, si riprende a giocare al Bernabeu: sempre 0-1 per il Barça. Match in bilico.

29' - Brutto gesto da parte di CR7 che ha colpito con una gomitata abbastanza marcata la nuca di Dani Alves, molto dolorante a terra. 

27' - Gran botta di James che dai venti metri non c'ha pensato su e ha lasciato partire un gran sinistro perfettamente disinnescato da Bravo.

26' - Attenzione! Primo colpo di scena della sfida: si è fatto male Mascherano che è cstretto ad abbandonare il campo. Entra Mathieu!

24' - Grande opportunità, ancora per il Barcellona, stavolta con Sergi Roberto, che ha graziato Keylor Navas con un tiro troppo alto all'altezza degli undici metri. Trema il Bernabeu.

23' - Blocca tutto Keylor Navas, attento sulla punizione scarsamente pungente di O Ney.

22' - Punizione invitante in favore del Barcellona con Neymar già pronto sulla sfera. 

20' - Ancora delle scaramucce tra Suarez e la difesa madridista, e stavolta in particolare con Varane, reo di aver colpito duro, da dietro il pistolero.

18' - Il Real ha accusato il colpo del Pistolero, ma la partita è più che mai incerta con capovolgimenti coninui e gioco rapido. 

Eccolo, il gol di Luis Suarez, freddo come sempre nel tiro con l'esterno a trafiggere Keylor Navas. Gran gol, vantaggio Barça.

13' - Altra grande giocata di Suarez, stavolta nelle vesti di uomo assist per Neymar, anticipato da Danilo. In occasione del gol invece, Suarez è stato bravissimo nel farsi trovare libero alle spalle della coppia di centrali madrileni, entrambi attirati dalla condione del pallone di Sergi Roberto.

11' - SSSSSSSSSSSSSSSSSSUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRRRRRRREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ BARCELLONA IN VANTAGGIO!!!!! HA COLPITO EL PISTOLERO. AZIONE FANTASTICA INNESCATA DA SERGI ROBERTO E CONCLUSA DAL PISTOLERO. 0-1.

9' - Occasione anche per il Real con CR7 che stavolta da destra, si è bevuto Alves, poi ha messo al centro per Benzema che però è stato anticipato all'ultimo dall'intervento provvidenziale di Claudio Bravo.

8' - Errore grossolano di Piqué che aveva innescato Benzema, a sua volta fermato dal takle di Mascherano. Match bellissimo.

7' - Prima occasione del match tutta di marca Blaugrana: Suarez assiste Neymar che calcia alto dal limite. Primo avviso blaugrana.

5' - Inizia a macinare gioco il Barcellona con il solito tiki taka tutto in ampiezza, da Neymar a Rakitic. 

3' - Primo assolo di CR7 che va in azione di sfondamento su Dani Alves. Palla in corner.

2' - Aggredisce alto il Madrid che non fa pensare il Barça.

1' - Primo fallo, durissimo del match, ad opera di Sergio Ramos su Suarez dolorante ad una spalla.

18.18 - SI PARTE!!!!!!!!!!! L'ATTESA E' FINITA! REAL MADRID - BARCELLONA! A VOI!

18.15 - Il minuto di silenzio con in sottofondo le note suonate al pianoforte della Marsigliese. Brividi. Brividi. Brividi.

18.14 - Live dal Bernabeu! Todo Blancos!!!

18.13 - Suona l'inno francese al Bernabeu. Emozioni, un pensiero al cielo...la Marsigliese.

18.12 - Squadre in campo!!!

18.10 - Tutto pronto, squadre nel tunnel che porta al terreno di gioco del Bernabeu; sta per iniziare Real Madrid - Barcellona.

18.05 - Manca davvero poco al fischio d'inizio del match più atteso in assoluto: El Clasico, Real Madrid - Barcellona

17.59 - E' i corso il riscaldamento delle due squadre. Qui vediamo il warm up dei blaugrana che assaggiano il prato del Bernabeu.

17.54 - Dall'altra parte invece, Benitez ha colto un po' tutti di sorpresa con la scelta di Benzema dal primo minuto. Il francese è appena rientrato dopo un guaio muscolare che lo ha tenuto fuori da ottobre, in più i noti guai giudiziari di certo non hanno aiutato il 9 che però stasera cerca la stessa gloria dello scorso anno, quando fu mvp dell'incontro.

17.49 - Probabilmente, la scelta fatta da Luis Enrique, è stata presa di comune accordo con Messi che, evidentemente non è ancora in grado di giocare un match così delicato dal primo minuto. Forse entrerà nella ripresa, ma intanto i fatti parlano di una pulga seduta a bordocampo. 

17.39 - Contrariamente alle attese, Benitez cambia l'assetto tattico dei suoi uomini. In campo James e Benzema. Fuori Casemiro e Isco. 

REAL MADRID: (4-3-3): Keylor Navas; Danilo, Varane, Ramos, Marcelo; Kroos, Modric, James; Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo.

17.35 - E' arrivata anche la formazione ufficiale del Real Madrid:

17.33 - Potrebbe trattarsi del solito 4-3-3, ma anche di un 4-4-2 con Sergi Roberto più basso sulla linea dei centrocampisti per dare maggior aiuto in fase difensiva. Davanti ci sono comunque i due marziani: Neymar e Suarez!

BARCELLONA: (4-3-3): Bravo; Alves, Piqué, Mascherano, Alba; Rakitić, Busquets, Iniesta; S. Roberto, Suárez, Neymar.

17.30 - E' arrivata la formazione ufficiale con cui scenderà in campo il Barcellona: Non c'è Leo Messi che dunque partirà dalla panchina. Al suo posto, spazio a Sergi Roberto.

17.22 - Come previsto c'è molta attenzione all'esterno dello Stadio. Le forze dell'ordine stanno presidiando la zona antistante al Santiago Bernabeu. E' tutto blindato e apparentemente tranquillo. 

17.20 - Questa invece, è una bellissima panoramica del Bernabeu scattata qualche minuto fa. 

17.18 - Le squadre sono arrivate da qualche decina di minuti allo Stadio Santiago Bernabeu. Qui vediamo l'arrivo del Barcellona, e in particolare di Piqué atteso protagonista del match.

17.15 - Buonasera e benvenuti alla diretta Real Madrid-Barcellona (18.15), attesissimo big match della 12^ giornata di Liga BBVA 2015/2016. Allo Stadio Santiago Bernabeu di Madrid va in scena la partita delle partite, il più grande spettacolo calcistico dell'ultimo decennio: "EL CLASICO". Da una parte, i padroni di casa del Madrid in cerca di una vittoria che permetterebbe loro di agganciare in vetta i rivali; dall'altra il Barça che in questo ultimo mese senza Messi ha girato a meraviglia, merito soprattutto di Neymar e Suarez.  Ora però, conta solo il presente, la bravura e la lucidità di chi scenderà in campo, la strategia di chi starà in panchina, il tifo di chi dallo stadio e nel mondo tiferà per l'una o per l'altra. Real Madrid - Barcellona non è mai stata una partita come le altre, ne siamo certi, non lo sarà nemmeno questa sera, ore 18.15, Santiago Bernabeu.

L'addio di Ancelotti in casa Real Madrid non è ancora stato digerito da tutti, e in particolare da Cristiano Ronaldo, che forse non ha legato molto con il nuovo tecnico Benitez. Nonostante ciò, in casa blanca, non tutte le cose stanno andando per il verso giusto: il buon avvio di stagione, caratterizzato dalla forza del reparto difensivo, sta pian piano lasciando spazio ad un pessimismo generale, forse un po' troppo accentuato da media e televisioni. Lo scivolone di Siviglia certo non ci voleva per il Real che oggi, è costretto a vincere per riacciuffare il Barcellona in vetta alla classifica della Liga. In settimana si è parlato anche di un possibile esonero per Benitez in caso arrivasse una sconfitta, con Zidane già pronto a prendersi la panchina del Bernabeu, ma queste, per il momento sono solo lontane ipotesi. Quello che conta ora, è il campo. 

In casa Blaugrana invece, il clima è più disteso e pacifico, anche perché dopo il ko di Messi, la squadra non ha subito nessun contracolpo, e anzi, numeri alla mano ha fatto decisamente meglio rispetto a quando la pulga era in campo. Gran parte del merito va a Neymar e al suo aiutante Suarez, capaci di spazzare via tutte le difese sin qui affrontate a suon di gol e assist. Questa sera, però, Messi potrebbe riapparire in campo dal primo minuto; non è al 100%, ma la posta in palio è alta e Lucho sa bene quanto potrebbe valere una vittoria al Bernabeu. Per questo è possibile che la famigerata MSN si possa riunire proprio nel giorno più importante, vogliosa più che mai di dare spettacolo davanti a 80.000 cuori blancos. 

Indovinare la formazione con cui il Real Madrid scenderà in campo alle 18.15 sembra alquanto complicato, soprattutto per colpa dei tanti infortuni che hanno mescolato le carte durante gli ultimi mesi. In porta dovrebbe esserci Keylor Navas titolare indiscusso, ma reduce da un problama agli adduttori che lo ha tunuto fermo per 2 settimane. Il portiere è tornato ad allenarsi con i compagni mercoledì, per questo con tutta probabilità sarà della partita. In difesa, sono certi del posto solo Danilo e Varane, mentre per Sergio Ramos e Marcelo c'è da sciogliere ancora qualche riserva. Il capitano ha un problema alla spalla, ma a detta di Benitez giocherà. Il brasiliano è tornato in gruppo in settimana, le sue condizioni non sono perfette, ma potrebbe stringere i denti. 

Dal centrocampo in su, Benitez può optare per più e più soluzioni. Quella più valida al momento, vede Casemiro con Modric e Kroos a formare il terzetto di centrocampisti, con uno tra Isco (favorito) e James nel tridente d'attacco con Bale e Cristiano Ronaldo. Andrà in panchina Jesé, e probabilmente anche Benzema, recuperato ma non ancora pronto per giocare dal primo minuto. 

REAL MADRID: (4-3-3): Keylor Navas; Danilo, Varane, S.Ramos, Marcelo; Kroos, Casemiro, Modric; Isco, C.Ronaldo, Bale. All.: R.Benitez

In casa Barcellona invece, i dubbi di formazione riguardano tutti l'impiego o meno di Leo Messi. La pulga ha lavorato sodo per essere pronto al Clasico, e all'inizio della settimana è tornato ad allenarsi in gruppo. Luis Enrique è tentato dal ritorno del 10, ma in casa Barça la cautela viene prima di ogni cosa, quindi la decisone definitiva verrà presa di comune accordo 1/2 ore prima del fischio d'inizio della sfida. Nel caso in cui Messi dovesse partire dalla panchina, con tutta probabilità ci sarebbe l'avanzamento di Iniesta, favorito per ricoprire quel ruolo rispetto a Munir, e l'ingresso di Sergi Roberto a centrocampo.

Tuto confermato in difesa con Bravo tra i pai, Dani Alves, Piqué, Mascherano e Jordi Alba in difesa. A centrocampo Busquets e Rakitic sono certi del posto. Da decidere se con loro ci sarà Sergi Roberto o Iniesta, ma ciò, come detto dipenderà da Messi. In avanti c'è Suarez, c'è soprattutto Neymar, gente che ha dimostrato di saper segnare a chiunque. 

BARCELLONA: (4-3-3): Bravo; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Jordi Alba; Iniesta, Busquets, Rakitic; Neymar, Suarez, Messi. All.: Luis Enrique

Nella conferenza stampa della vigilia, Rafa Benitez non ha usato mezzi termini nell'inquadrare il match e il momento della sua squadra: "Sarà il mio primo clasico: la squadra arriva bene, con entusiasmo ed eccitazione. Giochiamo in casa davanti ai nostri tifosi e credo che siamo favoriti." Esordisce Rafa, che poi prosegue: "Siamo consapevoli dell'importanza del match contro il Barcellona e, soprattutto dell'importanza di portare a casa i tre punti,  per essere lì e lottare per il campionato fino alla fine.  Non mi piacere essere secondo"

Nella seconda parte della conferenza invece, l'ex Napoli si è concentrato sulla condizione fisica di alcuni dei suoi uomini come Benzema, Ramos e James: "Benzema è a disposizione, si è allenato bene ed è rientrato in gruppo. Domani deciderò se giocherà o meno. Sergio Ramos è' il capitano e domani ci sarà.Con Rodriguez ci ho parlato, appena è rientrato. Per domani è anche lui a disposizione. E' la seconda volta che tutti sono disponibili. E mi rende ottimista per il futuro.  La forza che abbiamo dimostrato nelle ultime settimane mi dà fiducia e ottimismo. Tutti  i miei giocatori sono importanti". Infine, è arrivata la smentita dello stesso Benitez a riguardo di una possibile riuninone con i senatori dello spogliatoio: "E' completamente falso. Sono più di venti anni che gestisco squadre di calcio e non cambierò di certo ora". 

Anche Luis Enrique si è presentato in conferenza stampa, prima di partire alla volta di Madrid. Il tecnico catalano si è trovato di fronte a una gran massa di giornalisti, tutti desiderosi di sapere se Messi giocherà o meno. Ecco le parole di Lucho a rguardo: "Messi giocherà o no? La notizia migliore, al di là del fatto che giochi o meno, è che sarà uno di noi. Non sarà di certo al 100%, vediamo come reagirà all'ultimo allenamento. Parlerò con lui oggi e domani. Un'ora prima della gara sarà deciso il suo impiego o meno". 

Dopo aver superato l'argomento Messi, Luis Enrique si concentra sulla sfida al Real, sui suoi ragazzi e su ciò che può dare loro uno stadio come il Bernabeu: "Ci sentiamo bene. Mi aspetto sempre il massimo dai miei giocatori. Non ho chiesto loro di dare qualcosa in più quando mancava Messi. Di certo non pretenderò dal gruppo una prestazione minore ora che è tornato" Il 'Bernabeu' è lo scenario migliore per i giocatori del Barcellona, ma ovviamente non sarebbe una normale partita a Madrid se mancassero i fischi".

Barcellona e Real Madrid si affrontano per la 172 volta nel massimo campionato Spagnolo. I precedenti, se limitati al solo campionato, vedono il Real Madrid in leggero vantaggio nei confronti di un Barcellona, che però nel computo totale degli incontri disputati, comprese le amichevoli, mostra un'altrettanto lieve supremazia. 

Il primo incontro tra le due super potenze di Spagna risale addirittura al 1902, dove il ad avere la meglio furono i catalani col punteggio di 3-1. Nel corso di oltre un secolo di storia, però questa partita si è arricchita di molti significati sociali e politici, che hanno reso tutt'oggi il Clasico di Spagna uno dei derby più attesi e sentiti tra le due tifoserie e non solo. Storica la vittoria con la quale il Barcellona umiliò i rivali madrileni, con un indelebile 7-2 nel 1951. Real Madrid, che però a cavallo degli anni 60' è stato capace di vendicarsi più volte di quella sconfitta grazie alla magica formazione vincitrice di ben 5 coppe dei campioni consecutive, guidata dal leggendario Alfredo Di Stefano.

Avvicinandoci ai giorni nostri invece, ricordiamo i Clasicos dominati prima dal Barça di Cruyff, poi nei primi anni 2000 dal Real Madrid dei Galacticos. L'apoteosi della rivalità tra queste due squadre però, risale a pochi anni fa, più precisamente, da quando i marziani Messi Cristiano Ronaldo hanno indossato rispettivamente la 10 Blaugrana e la 7 Blanca. Ancora nella mente di molti appassionati la Manita che il Barça di Pep Guardiola rifilò al Madrid di Mourinho nell'autunno del 2010 e la lezione di calcio, che gli uomini di Guardiola rifilarono al Madrid nella semifinale di Champions del 2011, trascinati da un Messi stratosferico. 

Il grande duello Real Madrid-Barcellona si è ripetuto anche nella socrsa stagione quando Real e Barça si sono giocate il titolo di campione di Spagna sino all'ultimo minuto dell'ultima giornata. Alla fine, a spuntarla è stato il Barcellona della MSN, anche se negli scontri diretti il bilancio era terminato il parità, con una vittoria a testa: 3-1 Real al Bernabeu; 2-1 Barça al Camp Nou. 

Liga Spagnola