Liga, 35^ giornata. Corsa a tre per il titolo e derby di Siviglia

Il Barcellona ospita lo Sporting Gijòn, l'Atletico il Malaga, mentre il Real è di scena a Vallecas. Derby infuocato al Sanchez-Pizjuàn, corsa salvezza mai stata così serrata, con il Getafe costretto a vincere contro il Valencia.

Liga, 35^ giornata. Corsa a tre per il titolo e derby di Siviglia
Giocatori del Barcellona esultano sul campo del Deportivo. Fonte: Ligabbva.com

L'ultimo turno infrasettimanale della Liga edizione 2015/2016 non ha modificato gli equilibri in vetta alla classifica, con il Barcellona riscattatosi al Riazòr contro il Depor e ancora primo a 79 punti, gli stessi dell'Atletico Madrid di Simeone, che è però indietro a causa delle due sconfitte negli scontri diretti. Terzo il Real di Zidane, mentre più cristallizzata sembra la posizione del Villarreal, a + 6 dalle dirette inseguitrici. La giornata numero trentacinque offre dunque un nuovo capitolo della lunga corsa verso il titolo: i blaugrana ospitano uno Sporting Gijòn a caccia di punti salvezza, i colchoneros tornano al Vicente Calderòn per affrontare il Malaga, mentre i merengues saranno di scena a Vallecas contro il Rayo. Resta da seguire il derby di Siviglia, che si disputa al Ramòn Sanchez-Pizjùan, con gli uomini di Unai Emery in crisi di risultati, oltre che la serratissima lotta per non retrocedere, che potrebbe non riguardare più il Levante, crollato ieri a Granada.

Venerdì 22 aprile. Ore 20.30. Las Palmas - Espanyol. I canari, reduci dal k.o. del Benito Villamarin contro il Betis, sono ancora tranquilli a 40 punti, mentre è l'Espanyol a non potersi concedere stop improvvisi. La rete del pareggio di Marco Asenjo contro il Celta non ha infatti ancora messo in salvo il club di Barcellona, attualmente a 37 punti e a + 5 sullo Sporting Gijòn, terzultimo.

Sabato 23 aprile. Ore 16. Rayo Vallecano - Real Madrid. Otto vittorie consecutive in campionato hanno riportato i merengues a un punto di distanza dalle rivali nella corsa al titolo. L'ultimo successo contro il Villarreal ha confermato lo stato di salute degli uomini di Zidane, che a Vallecas non avrà Casemiro, squalificato. Probabile il ritorno in campo di Isco dal primo minuto, mentre James Rodriguez potrebbe rimpiazzare Modric. Dubbi sulla presenza di Cristiano Ronaldo, uscito acciaccato nella sfida di mercoledì sera. Rayo beffato nel finale de La Rosaleda di Malaga e a 35 punti in classifica.

Ore 18.15. Atletico Madrid - Malaga. Impegno sulla carta agevole quello che attende l'Atletico sul prato del Calderòn, con il Malaga avversario ormai senza obiettivi (42 punti e lontanissimo dalle zone europee). Difficile immaginare turnover per Simeone, nonostante incomba la gara d'andata della semifinale di Champions League contro il Bayern Monaco.

Ore 20.30. Barcellona - Sporting Gijòn. Il Barça ha reagito in maniera esagerata ai tre k.o. consecutivi in campionato, andando a banchettare al Riazòr di La Coruna, con uno strepitoso Luis Suarez (poker per il Pistolero). Al Camp Nou arriva domani lo Sporting Gijòn, ancora terzultimo nonostante la rimonta concretizzata in extremis contro il Siviglia.

Ore 22.05. Eibar - Deportivo La Coruna. A Ipurua va in scena un match apparentemente ininfluente per le sorti di baschi e galiziani. Eppure il Depor non è ancora aritmeticamente salvo, anche se i 38 punti in classifica sono un buon bottino per una squadra colata a picco nel 2016. Eibar schiacciato a Valencia e ancora nel gruppone a 41 punti insieme a Real Sociedad e Betis. 

Domenica 24 aprile. Ore 12. Levante - Athletic Bilbao. Il sonoro 5-1 patito in Andalusia contro il Granada ha spento molte delle speranze di salvezza del Levante di Giuseppe Rossi, ora ultimo in solitaria e a meno cinque dal quart'ultimo posto. Al Ciudad de Valencia arrivano i baschi dell'Athletic, costretti a ripartire dopo il k.o. di San Mamès firmato Fernando Torres e attualmente quinti a 54 punti insieme al Celta Vigo. 

Ore 16. Siviglia - Betis Siviglia. Il derby andaluso più caldo di Spagna stavolta mette pressione su Unai Emery e i suoi, in crisi di risultati e al momento fuori anche dai primi sei posti. Per avvicinarsi alle avversarie e sperare in una qualificazione europea (anche se c'è la valvola di sfogo della stessa Europa League e della finale di Copa del Rey), i padroni di casa hanno bisogno dei tre punti contro i cugini betici, definitivamente salvi dopo la vittoria sul Las Palmas.

Ore 18.15. Getafe - Valencia. All'inferno e ritorno. E' quanto accaduto al Getafe ieri sera all'Anoeta di San Sebastian, dove Sarabia e compagni hanno ribaltato la sfida contro la Real Sociedad. La quota salvezza si è però alzata in virtù delle vittorie di Sporting e Granada, con gli uomini di Esnaider costretti a ottenere un risultato positivo anche in casa contro un Valencia rinfrancato dal poker all'Eibar (tripletta di Paco Alcacer).

Ore 20.30. Villarreal - Real Sociedad. I baschi hanno staccato la spina una volta raggiunta la salvezza (decimi a 41 punti), e al Madrigàl trovano una Villarreal reduce da due sconfitte consecutive, alla ricerca di una ripartenza per blindare il quarto posto. In piena emergenza, Marcelino spera di recuperare qualcuno degli infortunati anche in vista del match di Europa League contro il Liverpool.

Lunedì 25 aprile. Ore 20.30. Celta Vigo - Granada. Al Balaidos il posticipo della trentacinquesima giornata mette di fronte il Celta di Berizzo, quinto a 54 punti e fermato dall'Espanyol mercoledì scorso, e il Granada galvanizzato dai cinque gol messi a segno nella sfida salvezza contro il Levante (tripletta di El-Arabi). Nessuna delle due squadre può permettersi passi falsi, con gli andalusi che hanno solo un punto in più dello Sporting terzultimo.