Liga, quinta giornata: un punto per Real, Atletico e Barcellona. Gongola il Siviglia

Tutti i risultati della quinta giornata di Liga in attesa degli ultimi tre match da disputare. Distacchi invariati per Real, Atletico e Barcellona in classifica, tutte e e tre a casa con un punto. Merengues ancora in testa, il Barcellona perde Messi per infortunio. Il Siviglia vince il derby con il Betis e sale al secondo posto a 2 punti dalle merengues. Goleada della Real Sociedad contro la rivelazione Las Palmas (espulso Boateng).

Liga, quinta giornata: un punto per Real, Atletico e Barcellona. Gongola il Siviglia
Liga, quinta giornata: un punto per Real, Atletico e Barcellona che perde Messi. Gongola il Siviglia che vince il derby andaluso e sale al secondo posto

La quinta giornata di Liga si apre all’insegna della grande rimonta del Malaga. Nel primo dei due anticipi del martedì, infatti, la formazione di Ramos va sotto contro l'Eibar, in vantaggio grazie al gol di Nano al 42’ del primo tempo. I padroni di casa impiegano però solo 2 minuti a trovare il pari poco prima dell’intervallo, grazie al tap-in vincente di Ramirez. Poi, nella ripresa, arriva il sorpasso. En Nesiry ribalta il punteggio con una gran botta dalla distanza. Alla Rosaleda dunque gli andalusi mettono in scena una grande prova di forza ottenendo il primo successo in campionato che vale i 5 punti in classifica. Amaro stop per l’Eibar che non riesce nel momentaneo sorpasso dellle big. 

SIVIGLIA 1-0 BETIS Il secondo dei due anticipi di questa quinta giornata vede la vittoria di misura del Siviglia nel derby contro il Betis. Gli uomini di Sanpaoli mantengono dunque l’imbattibilità grazie al gol di Marcado ma il Betis, costretto ad arrendersi ancora una volta in un derby, può recriminare per il gol del pareggio ingiustamente annullato a Rubén Castro. È un primo tempo giocato a ritmi molto alti ma che non produce nessun gol. Il Siviglia però pressa. E il match si sblocca al 51': sugli sviluppi di un calcio da fermo battuto da Nasri, Gabriel Mercado riesce a colpire di testa e a mettere alle spalle di Antonio Adán. Il Betis però impiega due minuti per pareggiare ma l’arbitro, come dicevamo, annulla il gol di Rubén Castro per posizione irregolare che è assolutamente inesistente. Al 71', Vázquez, ben servito da Pablo Sarabia, potrebbe raddoppiare sfiorando il gran gol: il sinistro a giro dell’italo-argentino sfiora il palo, Antonio Adán rimane immobile. Questa è l’ultima azione del match, allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán finisce 1-0 per i padroni di casa che salgono a quota 9 in classifica. Il Betis, dopo la serie positiva delle ultime tre partite, si ferma invece a quota 5.

CELTA VIGO 2-1 SPORTING GIJON Sorride il Celta Vigo, penultimo in classifica, che riscatta un inizio di stagione complicato ottenendo la prima vittoria in campionato superando 2-1 lo Sporting Gijon. Succede tutto nel secondo tempo: padroni di casa in vantaggio con Mallo, poi l'ex del Cagliari Cop pareggia su rigore. All'87', ancora su penalty, Aspas regala i tre punti al Celta che sale a quota 4 mentre lo Sporting resta a 7. 

REAL MADRID 1-1 VILLAREAL Nel match del Bernabeu, il Real Madrid trova il primo mezzo passo falso di stagione impattando 1-1 contro il Villarreal. Interrotta la striscia positiva di 16 risultati utili consecutiviper gli uomini di Zidane. Protagonista del match, nel bene e nel male, Sergio Ramos. Il difensore nel finale del primo tempo provoca il rigore per il vantaggio di Bruno, salvo poi rimediare in avvio di ripresa realizzando con un imperioso stacco di testa il gol del pareggio. I blancos ci provano, sfiorano il 2-1 con Morata e reclamano un rigore su Benzema, ma non c'è nulla da fare. Complice anche l’eccezionale prestazione del portiere avversario Ansejo in grado di sventare ogni tentativo a rete delle merengues. i blancos mantengono la vetta con 13 punti, piccolo passo in avanti del Villarreal che sale a quota 9.

REAL SOCIEDAD 4-1 LAS PALMAS Pioggia di gol all’Anoeta per la Real Sociedad. Grazie alla doppietta di William Josè (un rigore) e alle reti di Carlos Vela (rigore) e David Zurutuza, gli uomini di Sacristan regolano la pratica Las Palmas, rivelazione di stagione, in 10 per l’espulsione di Boateng che regala il penalty del 2-0 ai padroni di casa. La squadra dell’ex Milan, trova il gol dell’onore nella ripresa grazia a Tana. Grazie a questa vittoria, la Real Sociedad sale a quota 7 punti mentre il Las Palmas resta fermo a quota 9 perdendo una grande occasione di sorpasso alle big.

BARCELLONA 1-1 ATLETICO MADRID Il big match di questa quinta giornata finisce pari e patta. Al Camp Nou infatti, Barcellona e Atletico Madrid non riescono ad approfittare del mezzo passo falso del Real e a rosicchiare punti alle merengues impattando in un match sofferto. Il risultato finale di 1-1 sta forse un po' stretto al Barça che ha cercato di fare la partita, con l'Atletico più attendista senza aver poi demeritato. Dopo un quarto d'ora di gara è di Messi il primo squillo, con una conclusione dalla distanza che chiama Oblak alla parata non facile. Pochi minuti dopo è però l'Atletico a rispondere per le rime, con Carrasco che impensierisce severamente Ter Stegen con una conclusione di destro a giro dal limite dell'area. Al 41' il match si sblocca e il Barcellona riesce a passare: Iniesta serve con grande precisione Rakitic che s'inserisce in area dei Colchoneros concludendo a rete anticipando l'intervento in extremis di Filipe Luis, infilando Oblak.Nella ripresa l'Atletico sembra tornato in campo con spirito più combattivo e nei primi minuti riesce a premere sulla retroguardia blaugrana, soprattutto con iniziative di Carrasco e Griezmann. Al 58' Messi è costretto al cambio. Arda Turan prende il suo posto, per la Puce tre settimane di stop. Ma al 61’ Correa, entrato da poco, insaccare il goal del pareggio per l'Atletico. Torres serve un bel filtrante per Correa che dal limite dell'area, brucia Ter Stegen con una conclusione rasoterra che sbatte sul palo interno alla destra del portiere e s'infila in rete. Il Barcellona prova a riversarsi in avanti ma nonostante le occasioni il risultato resta invariato così come i distacchi tra le big in classifica. Tutte eccetto il Siviglia che gongola per il secondo posto.


 


Share on Facebook