Real Madrid, k.o. anche Alvaro Morata. Addio derby e Clasico, fuori un mese

L'attaccante merengue infortunatosi in nazionale: stiramento al bicipite femorale della coscia destra. Si parla di un mese di stop, salterà Atletico, Barça e le due sfide cruciali di Champions. Difficile il recupero per il Mondiale per Club.

Real Madrid, k.o. anche Alvaro Morata. Addio derby e Clasico, fuori un mese
Alvaro Morata in nazionale. Ramón NavarroMARCA

Piove sul bagnato in casa Real Madrid. Dopo i diversi, e tutti seri, infortuni capitani a Luka Modric, Sergio Ramos, Pepe, Casemiro e Toni Kroos, stavolta è Alvaro Morata ad aggiungersi alla lunga lista degli indisponibili della Casa Blanca. Il canterano merengue si è infatti procurato "una lesione di secondo grado al bicipite femorale della coscia destra", secondo quanto reso noto oggi dal suo club con un comunicato ufficiale.

Infortunio patito ieri a Wembley, durante l'amichevole, finita 2-2, tra la Spagna di Julen Lopetegui e l'Inghilterra di Gareth Southgate. Uno stiramento ai flessori che con ogni probabilità costringerà Morata a rimanere ai box per un mese, nonostante il Real non abbia indicato oggi una timetable per il suo recupero. E intanto infuriano le polemiche per un k.o. che a Madrid hanno preso davvero male, irritati nei confronti della Federazione e dello staff tecnico e medico della Roja, rei di aver fatto giocare il loro attaccante nonostante i fastidi già avvertiti nel match di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 contro la Macedonia (a Granada, risultato 4-0). E' una perdita importante quella di Morata, che si verifica in un momento chiave della stagione del Real, atteso sabato a un derby di fuoco contro l'Atletico di Simeone al Vicente Calderòn, e poi al Clasico contro il Barcellona del 3 dicembre, senza dimenticare le due sfide di Champions League a Lisbona contro lo Sporting e al Santiago Bernabeu contro il Borussia Dortmund, decisive per il passaggio agli ottavi di finale e per la qualificazione come prima squadra del girone. Il primo ostacolo da superare è intanto colorato di colchonero, con Zinedine Zidane che potrebbe dover fare a meno anche di Karim Benzema, ancora alla prese con una problema all'adduttore e in dubbio per la stracittadina che si disputerà ormai tra sole 72 ore. 

L'attaccante francese si è infatti allenato a parte anche oggi, e in avanti sono dunque a disposizione i soli Cristiano Ronaldo e Gareth Bale. Nel caso in cui Benzema non dovesse recuperare, l'unica punta centrale di ruolo sarebbe il giovane dominicano Mariano: ecco dunque avanzare l'ipotesi di un Ronaldo attaccante centrale e uno tra James Rodriguez e Marco Asensio come esterno sinistro d'attacco, posto che Isco - protagonista in nazionale - dovrebbe ricoprire il ruolo di mezz'ala. Anche il centrocampo è infatti in totale emergenza, con Toni Kroos e Casemiro fuori causa. Sarà dunque costretto agli straordinari Luka Modric, reduce dalla convocazione con la sua Croazia, e probabile perno centrale della linea mediana dei blancos al Calderòn, con il connazionale Mateo Kovacic alla sua destra. In difesa pare invece definitivamente recuperato il capitano Sergio Ramos, che insieme a Raphael Varane comporrà la coppia centrale davanti a Keylor Navas. Terzini Dani Carvajal e Marcelo. Il k.o. di Morata preoccupa però soprattutto in prospettiva, per un Real Madrid atteso a un tour de force clamoroso prima della fine del 2016. Derby, Sporting Gijòn, Barcellona e Deportivo in Liga, Sporting Lisbona e Borussia Dortmund in Champions, oltre al Mondiale per Club poco prima di Natale. Un calendario infernale che i merengues dovranno affrontare con gli uomini contati.