Copa del Rey, al Camp Nou Barcellona e Atletico Madrid si giocano la finale

Dopo il 2-1 per i blaugrana al Calderòn, Luis Enrique e Simeone si contendono un posto per l'ultimo atto.

Copa del Rey, al Camp Nou Barcellona e Atletico Madrid si giocano la finale
All'andata Suarez e Messi decisero il match in favore del Barca. Il goal di Griezmann dà una speranza ai colchoneros, www.sport.es

Al Camp Nou, nella gara che vale la semifinale di ritorno di Copa del Rey, si decide non solo la prima finalista, ma anche la grande favorita alla conquista del trofeo. Barcellona ed Atletico Madrid si sfidano in Catalogna in un match che equivarrebbe ad un pezzo di titolo, visto che nell’altra partita né Deportivo AlavesCelta Vigo sembrano ostacoli insormontabili per blaugrana e colchoneros.

Si riparte dal successo per 2-1 conquistato dagli uomini di Luis Enrique al Vicente Calderòn grazie alle reti di Suarez e Messi in poco più di mezzora. Il goal di Griezmann e le parate di Moyà tengono ancora a galla la squadra del Cholo Simeone che nell’ultimo turno di Liga contro il Leganès ha giocato al risparmio. Contro i Pepineros il tecnico ha però scoperto un Fernando Torres in gran forma e potrebbe essere lui il partner di Griezmann in attacco: il francese avrà sicuramente voglia di rivalsa sia per un paio di occasioni mancate all’andata sia per la prestazione incolore fornita sabato, quando ha anche sbagliato un calcio di rigore. In ballottaggio con il Niño c’è Carrasco, che ha giocato soltanto una mezzora scarsa nel week end.

Nel reparto di centrocampo nessun dubbio con i 3 titolarissimi Koke, Saul e Gaitan, ma sarà pesante l’assenza di Gabi per squalifica; rientra Thomas dalla Coppa d’Africa e potrebbe essere lui il rimpiazzo del capitano, oppure lo stesso Carrasco sull’esterno, con Juanfran, che nel match d’andata giocò laterale in mediana, di nuovo nel suo ruolo di terzino. Davanti a Moyà oltre allo spagnolo ci saranno sicuramente Godìn e Filipe Luis, mentre al fianco del Flaco il dubbio è tra Josema Gimenez, appena recuperato da un infortunio, e Savic. Simeone non ha voluto fare proclami in conferenza: “Si possono dire un sacco di cose, ma quello che conta è la realtà. Il Barcellona è molto forte in casa, non faremo una partita d’assalto, non mi piacciono le avventure. Sarò soddisfatto solo se ci qualificheremo per la finale”.

Probabile formazione (4-4-2):

Il Barcellona ha vinto nettamente contro l’Athletic Bilbao per 3-0, ma ha mostrato diverse lacune in difesa, con tante distrazioni – soprattutto di Piquè – che avrebbero potuto riscrivere il risultato. La brutta notizia per Luis Enrique è l’infortunio di Rafinha, che contro i baschi ha riportato la frattura del setto nasale e sarà dunque out per il match contro i colchoneros. Anche l’altro brasiliano, Neymar, non potrà essere schierato causa squalifica, così verrà concessa una chance da titolare all’ex Arda Turan.

Tanti dubbi di formazione a centrocampo ed in difesa: Iniesta e Busquets sono reduci da infortuni e difficilmente saranno rischiati; da valutare anche le condizioni di Piquè, uscito dopo un tempo contro il Bilbao ed in dubbio per questo match. In porta ci sarà il portiere di Coppa Cillessen ed a completare la retroguardia presenti Sergi Roberto, Umtiti e Alba. Luis Enrique ha messo in guardia i suoi nella conferenza di vigilia: “Il risultato dell’andata è buono, ma nessuno in squadra pensa che la qualificazione sia già decisa. L’Atletico è obbligato ad attaccare, avremo bisogno dell’appoggio del pubblico”.

Probabile formazione (4-3-3):