Liga, 26^ giornata. Pericoli baschi per Real e Siviglia. Barça contro il Celta, Valencia al Calderòn

Giornata importante per la lotta al titolo: il Real rischia a Ipurua, il Barça riceve i galiziani del Celta, Sampaoli contro l'Alavès per continuare a volare. Sfide importanti anche in zona Champions e nella bagarre salvezza.

Liga, 26^ giornata. Pericoli baschi per Real e Siviglia. Barça contro il Celta, Valencia al Calderòn
Giocatori del Barcellona esultano durante la goleada inflitta allo Sporting Gijòn. Fonte: LaLiga.es

Una Liga più che mai in bilico non si ferma e offre agli appassionati di calcio spagnolo un altro turno di estremo interesse per la lotta al titolo. Il Real Madrid, scavalcato dai rivali del Barcellona, fa visita all'Eibar a Ipurua, dopo la folle prestazione casalinga contro il Las Palmas. Blaugrana invece in casa contro il Celta Vigo di Eduardo Berizzo. Trasferta per nulla agevole per il Siviglia di Jorge Sampaoli, impegnato lunedì a Mendizorroza contro l'Alavès di Mauricio Pellegrino. Prosegue intanto la lotta per il quarto posto tra Atletico Madrid, al Vicente Calderòn contro il Valencia di Voro, e la Real Sociedad, attesa in Andalusia dal Betis. Due le sfide salvezza del week-end: quella tra Leganès e Granada e lo spareggio della paura del Molinòn di Gijòn tra Sporting e Deportivo. Il programma: 

Venerdì 3 marzo. Ore 20.45. Betis Siviglia - Real Sociedad. I baschi di Eusebio Sacristàn (45 punti), beffati allo scadere nel derby dell'Anoeta contro l'Eibar (2-2), cercano di tornare al successo al Benito Villamarin di Siviglia, contro un Betis (27 punti) che si è scosso in rimonta a Malaga (gol decisivo di Toni Sanabria). Ospiti senza lo squalificato Juanmi e l'infortunato Willian Josè. 

Sabato 4 marzo. Ore 13. Leganès - Granada. Al Municipal Butarque, Leganès (21 punti) e Granada (19) si giocano buona parte delle rispettive chances di salvezza. Baschi che hanno preso a viaggiare a gran ritmo in casa, mentre devono migliorare il loro rendimento in trasferta. Leganès reduce dal k.o. di Valencia. 

Ore 16.15. Eibar - Real Madrid. Sale il nervosismo in casa Real Madrid (56 punti), dove aumenta il terrore di perdere una Liga vissuta da capolista per oltre sei mesi. I merengues hanno assoluto bisogno dei tre punti a Ipurua, contro un Eibar (39 punti) in piena lotta per l'Europa, senza lo squalificato Lejeune ma con l'ex Pedro Leòn in gran forma. Diverse assenze per Zidane: fuori Bale e Morata (squalificati), dentro Lucas Vazquez e Benzema. Rientrano Modric, Pepe e Casemiro, possibile turno di riposo per Sergio Ramos e Toni Kroos. 

Ore 18.30. Villarreal - Espanyol. Il Submarino Amarillo di Fran Escribà (42 punti) è riemerso a Pamplona dopo le polemiche per la rimonta subita contro il Real e ora punta all'Europa League, passando per la sfida all'Espanyol (36 punti) di Quique Sanchez Flores, uscito indenne dal Balaidos di Vigo. 

Ore 20.45. Barcellona - Celta Vigo. Altra partita casalinga per il Barça (57 punti) ha ripreso a volare in Liga dopo gli schiaffi del Parco dei Principi. La MSN è tornata in gran spolvero, e promette spettacolo anche contro il Celta di Eduardo Berizzo (35 punti), privo di Fontas e che proprio non riesce a trovare continuità in campionato. Atteso turnover a centrocampo per Luis Enrique. 

Domenica 5 marzo. Ore 12. Sporting Gijòn - Deportivo La Coruna. Mezzogiorno di fuoco al Molinòn tra Sporting (17 punti) e Depor (20). Gli asturiani devono dimenticare la goleada del Camp Nou, per battere i galiziani del nuovo allenatore Pepe Mel, che ha iniziato il suo corso al Depor con un pari casalingo contro l'Atletico Madrid (in gol il solito Andone). 

Ore 16.15. Atletico Madrid - Valencia. Un solo punto nelle ultime due partite per l'Atletico di Simeone (46 punti), in lotta con la Real Sociedad per il quarto posto. Una prodezza di Antoine Griezmann ha evitato la sconfitta al Riazòr, nella serata della grande paura per Fernando Torres. Al Calderòn i colchoneros sono dunque costretti a vincere contro un Valencia ormai in zona tranquilla (29 punti), ma lontanissimi dalla zona europea. Atletico senza Godìn, squalificato. 

Ore 18.30. Las Palmas - Osasuna. I canari hanno buttato via una vittoria storica al Santiago Bernabeu (in undici contro dieci, avanti 1-3), ma in casa affrontano la peggiore squadra della Liga, numeri alla mano. 29 punti contro dieci, per una sfida tra due formazione dallo stile di gioco opposto. Quique Setièn attende ancora segnali dai nuovi arrivati Jesè e Halilovic. 

Ore 20.45. Athletic Bilbao - Malaga. Come il Celta Vigo, l'Athletic di Valverde pecca di continuità (38 punti), ma ha costruito la sua classifica nel fortino di San Mamès, dove domenica sera arriva un Malaga ancora in difficoltà. Gli andalusi (26 punti) sono infatti reduci da due sconfitte consecutive (l'ultima, in casa, nel derby contro il Betis). Pablo Fornals una delle poche note liete della stagione del Malaga. 

Lunedì 6 marzo. Ore 20.45. Alavès - Siviglia. Quattro vittorie di fila hanno portato il Siviglia di Jorge Sampaoli a quota 55 punti, a meno uno dal Real e a due lunghezze dal Barça. L'uomo della provvidenza Iborra ha steso anche l'Athletic Bilbao, ma a Mendizorroza contro l'Alavès servirà una prestazione altrettanto solida, per battere i baschi di Pochettino, a metà classifica a 33 punti.


Share on Facebook